Posso chiedere indietro il mantenimento che ho prestato ai miei fratelli quando erano piccoli?

Mio padre si scappo di casa quando io avevo circa 14, il ché mi fece iniziare a lavorare per mantenere casa, madre e fratelli tutti minori, in seguito dopo 3 anni mia madre ebbe un periodo lavorativo di qualche anno, ma principalmente ho sempre mantenuto tutti io.
La mia domanda:
adesso che i miei fratelli sono maggiorenni e chi con un lavoro e regolare e chi no, posso io chiedere legalmente a loro che mi venga ridato quello che ai tempi ho dato a loro o una parte di ciò, legalmente? , visto che comunque siamo in una situazione burrascosa e io ai tempi comunque ero minorenne per parte del mantenimento, hanno obblighi loro nei miei confronti sia che lavo o che non lavoro? Esite qualcosa del genere.

Per me non puoi chiedere indietro quello che a suo tempo tu hai dato loro come mantenimento, perché probabilmente, essendo voi ai tempi una famiglia, si tratta di obbligazioni naturali, cioè obblighi che una persona non è tenuto ad adempiere ma di cui, una volta che vi dà corso, non può più chiedere la ripetizione.

Inoltre, andrebbero valutati anche i profili relativi alla prescrizione del diritto.

Piuttosto, se ti trovi in stato di bisogno, puoi far riferimento alla solidarietà familiare, la stessa in base alla quale a suo tempo ti sei sentito tenuto a provvedere a tutta la famiglia, in base alle disposizioni sugli alimenti di cui agli artt. 433 ss. cod. civ.

Però queste disposizioni nei riguardi dei fratelli hanno una applicazione limitata al minimo necessario.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!