Per trasformare in consensuale la separazione devo aspettare la prima udienza della giudiziale?

i legali di mia moglie l’8 settembre hanno presentato una giudiziale: udienza presidenziale il 17 marzo, troppo tardi. Ora vogliono fare una consensuale. Bisogna ritirare la prima e ritirare la seconda? Bisogna aspettare sempre e comunque la presidenziale per la trasformazione? Si può presentare la consensuale che al momento dell’omologa fa decadere la giudiziale?

Non c’è bisogno di aspettare l’udienza già fissata per la giudiziale per trasformarla in consensuale, si può depositare un ricorso a parte, oppure chiedere depositando un’apposita istanza un’anticipazione dell’udienza già fissata dichiarando esplicitamente che lo scopo è la consensualizzazione della separazione.

Io però vedrei più favorevolmente la prima ipotesi.

Nel caso in cui la separazione consensuale venga omologata, all’udienza di marzo basterà semplicemente non presentarsi, se qualcuno mai lo facesse comunque il procedimento dovrebbe andar estinto per intervenuta cessazione della materia del contendere.

A mio giudizio, la consensuale la potreste fare, sempre che ce ne fossero i presupposti, anche con gli accordi in house, sui quali ti invito a leggere la scheda relativa.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Se il marito è tunisino e non e in Italia come devo fare

Di la tua!