Primo divorzio in house: trascritto allo stato civile.

Come ripromesso, vi aggiorno sulla conclusione del primo accordo in house da noi seguito, che poi è stato il primo in assoluto almeno nella nostra provincia di Modena, a quanto ci hanno riferito in Procura.

Il Comune di Castelvetro ci ha dato comunicazione dell’avvenuta trascrizione dell’accordo, con lettera che vi allego, dopo averla opportunamente anonimizzata, ovviamente.

La pratica a questo punto è conclusa.

Nel frattempo, abbiamo avuto occasione di concludere altri accordi in house, anche con regime di nulla osta per assenza di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, e anche in questi casi tutto, almeno al momento, sta procedendo correttamente. Dal lato dei clienti, si registra una notevole diminuzione dello stress connesso a tipi di pratiche che, se condotte in tribunale, lasciano sempre un po’ il segno o rappresentano quantomeno un fastidio.

Potete leggere, se vi interessa l’argomento, la nostra scheda completa sugli accordi in house.


Questo post fa parte di una «serie», di seguito tutte le «puntate»:

  1. Conclusione dell’accordo
  2. Deposito in Procura
  3. Rilascio dell’autorizzazione
  4. Deposito agli uffici comunali
  5. Comunicazione di avvenuta trascrizione (questo post)
  6. Rassegna stampa
About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!