Locazione commerciale: possono sfrattarmi se dò piccoli acconti?

sono titolare di una attività commerciale che fruisce di un contratto di locazione commerciale, ma a causa di uno stallo delle vendite sono in ritardo di alcuni canoni mensili di affitto, ma al proprietario settimanalmente verso delle somme a titolo di acconti sui canoni, ora sono in ritardo di circa quattro mensilità, vorrei sapere se incorro ad una azione di sfratto seppure verso le somme settimanali ?

Ovviamente sì.

La tua piccola dimostrazione di buona fede concreta purtroppo non ti giova nel momento in cui le pendenze o la sofferenza superano le due mensilità.

Quindi è attualmente nella facoltà del proprietario di intimare lo sfratto.

Per prevenire questa eventualità, oltre ovviamente a sanare la morosità almeno per tenerla inferiore alle due mensilità, potresti fare un accordo in cui il proprietario rinuncia allo sfratto in cambio magari di questi piccoli acconti, per un periodo naturalmente limitato nel tempo.

About Tiziano Solignani

L’uomo che sussurrava ai cavilli… Cassazionista, iscritto all’ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l’altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un’ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!