Cause civili: come sapere se ce ne hanno fatta una?

nell’incasinamento generale della mia vita negli ultimi anni ho dovuto cambiare recapito molto (troppo) spesso, e ho la certezza che, nonostante le varie attenzioni, sicuramente c’è corrispondenza che non mi è arrivata.
Da qualche giorno mi è venuta la psicosi che qualcuno possa avermi fatto una causa civile, e mi chiedo: c’è modo di sapere se ci sono cause civili contro di me? A chi devo rivolgermi?

Ogni procedimento civile deve iniziare con una notifica, un atto con cui si porta a conoscenza delle parti interessate in modo molto rigoroso appunto il fatto che c’è un procedimento che le riguarda.

Le notifiche vanno fatte nei luoghi o sedi della persona che ne è destinataria e cioè nella residenza, dove la persona abita, oppure nel domicilio, cioè il luogo di lavoro.

Se una notifica viene fatta in un luogo dove una persona aveva ma non ha più la sua residenza perché l’ha trasferita altrove, l’intero procedimento ne risulta viziato.

Quindi ogni avvocato con un minimo di serietà è attentissimo alle notifiche, che sono una delle pochissime cose davvero fondamentali ed imprescindibili di ogni causa civile.

È chiaro che non si fanno controlli sempre ed in ogni caso, ma se la notifica non viene ricevuta personalmente dal destinatario o da un suo familiare, prima di lasciar andare avanti una causa per magari oltre dieci anni un avvocato si premura di controllare che non ci sia qualcosa di storto.

Per questo, credo che se qualcuno ti avesse fatto causa, avresti ricevuto la notifica nei luoghi in cui volta per volta hai spostato la residenza. Se la notifica fosse stata fatta in luoghi diversi, immagino che il procedente se ne sarebbe accorto e l’avrebbe ripetuta nel luogo corretto.

Detto questo, non esiste comunque un sistema generale per vedere se c’è un procedimento civile pendente nei propri confronti presso qualsiasi tribunale della Repubblica. Tutt’al più si potrebbe provare a chiedere informazioni sui procedimenti pendenti presso un determinato tribunale, giudice di pace, corte d’appello, tribunale dei minorenni… ma ovviamente in questo modo c’è da perdersi.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. quando una persona non si presenta alle udienze, può essere che non abbia ricevuto la notifica, in questo caso cosa accade?

Di la tua!