«La storia è altrove»: il mio nuovo racconto breve.

 

 

cover la storia è altrove

Esce oggi il mio nuovo racconto breve, «La storia è altrove».

Parla del potere delle parole, della sua persistenza anche quando le parole stesse non sono comprese da chi le ascolta, anzi del suo diventare ancora più forte e penetrante via via che si abbassa la loro intelligibilità. Chi comprende, resta fermo ad un testo, chi non ci capisce niente invece immagina, sogna, ricorda e, alla fine, vive. È Ur, lo straniero, che fa capire tutto questo, agli abitanti di Caldeia e a noi, con le sue storie che vengono da molto, molto lontano, sia nello spazio che nel tempo.

Per ringraziarvi dell’affetto con cui mi seguite sul blog e sui social network, l’ebook è stato messo a disposizione gratuitamente, in formato PDF sprotetto, per tutto il periodo del lancio iniziale. La promozione è stata chiusa con l’uscita del mio nuovo libro, [tre], a marzo 2017.

Acquistalo su *

Grazie a tutti.

Changelog

Qui spiega perchè uso un sistema di versioni e c’è di conseguenza un changelog.

  • 17 aprile 2016 ver. 1.2
    • inserimento nelle pagine iniziali del link alla home del libro sul web
  • 15 aprile 2016 ver. 1.1
    • correzione di errori (grazie Giorgio!)
About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. bellla storia ben raccontata – astrazione rafforza spiritualita individuale

  2. Fernanda says:

    Buongiorno Caro avv. Tiziano , finora non mi è arrivato il download. Cosa devo fare per avere il tuo racconto? Grazie Fernanda(Brasile)

  3. claudia says:

    L’ho appena scaricato. Lo leggerò con piacere.

Di la tua!