Porto d’armi per uso sportivo: come si può accelerare la pratica?

in data 22 novembre 2016 ho presentato la domanda al commissariato di P.S. per ottenere il porto d’armi uso sportivo, mi sono recato presso di loro in data 15 marzo e mi hanno detto che la pratica è ancora dal questore. Che cosa mi consiglia di fare? sono incensurato, nessun carico pendente, neanche i miei familiari, nemmeno una denuncia, ho solo una malattia ereditaria (Fibrosi Cistica) che non comporta assolutamente nessun tipo di danno al cervello.

Generalmente, in questo tipo di pratiche, dove la discrezionalità dell’organo che deve autorizzare è piuttosto larga, conviene aspettare e basta, perché a sollecitare si rischia che la domanda venga poi, per un motivo o per l’altro, definita immediatamente sì, ma con un rigetto.

Se proprio si vuole tentare di accelerare un po’ la cosa, si può forse presentare una domanda di indicazione dei dati del procedimento amministrativo, cioè dell’indicazione del responsabile del procedimento e così via, col quale magari poi si potrebbe tentare di andare a parlare. Questa richiesta si può fare anche tramite pec.

A parte questo, se poi ci fossero motivi ostativi indicati dall’Autorità, in quel caso allora converrebbe, per la redazione della memoria difensiva, rivolgersi ad un avvocato e farlo appena possibile, visto che i termini sono di solito molto brevi.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!