Figlio mai riconosciuto: come farsi riconoscere dal padre all’estero?

sono una figlia illegittima. so chi è mio padre ma non mi ha riconosciuta. Ho vissuto un periodo anche con lui, finché non si e sposta con un’altra donna da cui a avuto tre figli che portano il suo cognome.. Ora so che vive in tailandia ma non riesco a mettermi in contatto con lui. Lo voglio trovare e fare in modo per via legale che mi riconosca e che mi sia data la parte che mi spetta. Di lui ho solo un paio di foto e una lettera… Secondo voi e fattibile?

Non lo possiamo sapere finché non ci proviamo.

I passi da seguire, comunque, sarebbero i seguenti.

Innanzitutto, bisogna incaricare una agenzia investigativa di fare il rintraccio. Chiaramente, trattandosi di una persona che vive all’estero la cosa è molto più complicata del solito e sicuramente anche più costosa. Anche perché all’estero non è affatto detto che abbiano sistemi di censimento ed anagrafici come abbiamo in Europa, ad esempio in Brasile, dove mi è capitato di fare cose del genere, non esistono sistemi come quelli italiani e le ricerche vanno condotte con i metodi tradizionali. Ovviamente, bisogna scegliere un’agenzia in grado di operare all’estero, quelle con cui lavoriamo noi lo sono tutte.

Una volta rintracciata la persona, il passo successivo è quello di inviargli una diffida tramite, nel nostro caso, una raccomandata internazionale, per comunicargli l’intenzione di procedere al riconoscimento e sentire se c’è la maniera di provvedere in modo consensuale o comunque senza la sua opposizione.

Qualora non ci fosse il mondo di procedere stragiudizialmente, poi, bisognerebbe valutare l’azione di riconoscimento, da fare in Italia, con notifica tuttavia in Thailandia.

Si tratta di un percorso non breve e non privo di costi, quindi valuta attentamente se ne può valere la pena.

Sappi, comunque, che i figli illegittimi non esistono più, come non esistono nemmeno più i figli naturali. Sei una figlia nata fuori dal matrimonio o non riconosciuta.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: