Cosa deciderà il giudice? Lascia perdere e difenditi.

volevo porre una domanda su una revoca o sostituzione della misura cautelare…
sono state poste 7 persone agli arresti domiciliari art 73 comma 1…dopo 2 mesi il tribunale della liberta a deciso per il decreto di citazione…avendo saputo questo gli imputati chiedono la revoca della misura che viene respinta…andranno in appello a giugno…questo le volevo chiedere…quante probabilità ci sono ke venga revocata o sostituita la misura?

Mi dispiace, ma è una domanda completamente senza senso ed utilità.

Se anche conoscessi il caso e avessi potuto studiare il fascicolo, non sarei affatto in grado di prevedere che cosa potrebbe decidere il giudice, perché le variabili che intervengono in casi come questi sono davvero numerose e la discrezionalità dei magistrati, in questi come in molti altri casi, è realmente molto ampia.

Se avessi conoscenza di caso e fascicolo, potrei tutt’al più fare delle considerazioni e valutazioni che però avrebbero più che altro scopo di intrattenimento, riflessione, contemplazione, perché tali rimarrebbero, cioè appunto considerazioni, anche tecniche, ma comunque non vincolanti e non avrebbero alcuna efficacia determinante sulla decisione del giudice.

Figuriamoci, invece, che cosa posso dire in generale, senza conoscere il caso – addirittura non sappiamo nemmeno di quale reato stiamo parlando… – e non aver visto nemmeno da lontano il fascicolo.

Lambiccarsi con domande del genere, peraltro, in tutti i casi è non solo inutile ma anche, considerato che le nostre risorse di tempo ed attenzione sono limitate, dannoso, perché le risorse spese a divertirsi con quesiti oziosi potrebbero meglio essere impiegate per allestire una difesa efficace.

La conclusione è sempre quella: dal momento che le decisioni dei giudici non possono essere previste o pronosticate, l’unica cosa è appunto mettere il massimo impegno nel preparare una strategia difensiva migliore possibile.

È il processo la cosa da affrontare al momento, e bisogna farlo passo dopo passo.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!