Spese di acqua di casa: si possono dividere a forfait?

Vorrei sapere se è possibile alcune informazioni. Viviamo in affitto con contratto regolare a nome del mio compagno. Unica pecca il locatore non ci ha mai messo il contattore dell’acqua per conto nostro, abbiamo chiesto più volte di poterlo avere a nostro nome ma nulla da fare. Pretende che paghiamo la bolletta che arriva a lui a metà. Possiamo fare qualcosa?

Non è corretto dividere il consumo di acqua forfettariamente se una delle due parti non è d’accordo su tale ripartizione.

Valgono innanzitutto le stesse regole previste per il condominio, che sussiste anche quando è minimo cioè composto da due sole unità immobiliari, ma, ancor prima di questo, le regole più generali sui contratti.

Per gestire un problema come questo, dove avete il diritto ad un contatore a parte, ma il proprietario rimane inerte nonostante le vostre richieste, il primo passo è quello di far inviare, da un avvocato, una apposita diffida scritta con la richiesta di installazione dell’apparecchio, ricordando il vostro giusto diritto in tal senso.

Per maggiori dettagli sulla diffida, rimando alla lettura della scheda apposita.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!