Cellulare senza il promesso giroscopio: si può restituire?

ho acquistato da poco uno smartphone in un negozio fisico(da expert),prima dell’acquisto ho chiesto al commesso del reparto telefonia se il telefono era compreso di “giroscopio”(un componente che permette al telefono una determinata funzione),il commesso mi ha espressamente detto che lo conteneva convincendomi all acquisto di tale telefono..ora a distanza di qualche giorno mi sono accorto che effettivamente il dispositivo NON dispone di tale giroscopio..ora la domanda è se posso comunque chiedere il reso o l eventuale buono/cambio con un’altro prodotto?dato che l’errore a parer mio è stato quello del commesso di avermi dato una finta notizia di cui probabilmente non era sicuro

È, a rigore, un caso di mancanza di qualità promesse, previsto dal codice civile come causa di risoluzione del contratto o di riduzione del prezzo, di cui abbiamo parlato già diverse volte, per cui ti invito a fare una ricerca tra gli articoli vecchi del blog.

Quindi in teoria avresti ragione, ma ci sono molti «però» da affrontare.

Innanzitutto, hai un po’ di colpa anche tu che nell’era di internet sei andato a chiedere ad un commesso, che probabilmente vende centinaia di articoli, una cosa così di dettaglio, che avresti potuto verificare con una veloce ricerca su google.

Soprattutto, come faresti in un’ipotetica causa a dimostrare che il tal commesso ti ha detto questa cosa, che, più in generale, questo dialogo si è mai svolto?

Infine, se anche avessi un documento scritto a comprova delle tue ragioni, sei sicuro che potrebbe valer la pena fare una causa, con le relative spese legali da anticipare (senza nessuna garanzia, poi, di recuperarle) a tuo carico?

Il quadro potrebbe essere più florido se tu avessi una polizza di tutela legale, ma sarei pronto a scommettere che non ce l’hai (sono più di dieci anni che predico a tutti come sia indispensabile…).

Temo che abbiamo parlato di niente. L’unica cosa che puoi andare a fare è provare ad andare a parlare con il negozio per vedere se te lo cambiano o ti fanno un buono, ma se rifiutano di riprenderselo e ridarti i soldi la vedo grigia…

Mi dispiace.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Il diritto di recesso é garantito dal Codice del Consumo solo per gli acquisti a distanza, non nell’ipotesi di compravendita in negozio. Ciononostante, per esperienza personale, posso affermare che catene di negozi come quella citata sono solitamente molto disponibili nei confronti dei clienti e certamente si troverebbe una soluzione per il caso di specie. La logica che si segue in questi contesti non è tanto quella giuridica, ma quella commerciale.

Di la tua!