Libro e recesso su ebay: posso fare querela?

Ho acquistato tramite eBay un libro. Dopo più di una settimana dal pagamento con PayPal e dopo non aver ricevuto notizie dal venditore nonostante mia comunicazione, apro una contestazione con PayPal in cui scrivo al venditore di non inviare più nulla. A distanza di qualche ora arriva una mail con il codice di tracciatura. Al venditore scrivo di fermare il pacco, lui dice che non può, che ormai è spedito (ma sul sito del corriere vengo a sapere che è stato inviato il giorno dopo e non quello stesso giorno). Non ritiro il pacco, e il venditore dice che per avere il rimborso devo andarlo a ritirare in sede e rispedirlo. Ma a casa mia un pacco non ritirato torna indietro! In più il venditore non chiama il corriere per farselo rispedire e darmi questo benedetto rimborso. La mia domanda è: posso sporgere querela? Di fatto io non ho in mano nessun oggetto, e da prima che fosse inviato ho chiesto di non farlo!

Per sporgere querela, è necessario che ci sia un reato, mentre in un caso come questo a mio modo di vedere non c’è nessun reato, ma solo, al massimo, un illecito civile, che va gestito appunto in sede civile.

Quand’anche ci fosse un reato, molto difficilmente le autorità giudiziarie si potrebbero occupare di una vicenda di valore così bagatellare, sia per ragioni di opportunità, nonostante l’obbligatorietà in linea di principio dell’azione penale, sia per l’influsso di nuovi istituti, tra cui segnatamente la particolare tenuità del fatto che determina l’archiviazione senza che possa proseguire un procedimento penale.

Tu capisci che non si possono muovere i Carabinieri o la Polizia di Stato tutte le volte che a una persona viene consegnato o non consegnato un libro o un oggetto del genere…

Al di là di questo, si tratta di una vertenza che non ha il minimo senso trattare tramite strumenti legali e giudiziari, proprio per il suo infimo valore, a meno che non si parli di un libro antico e raro di pregio, che però non credo si possa acquistare frequentemente tramite piattaforme come ebay.

Bisogna capire che gli strumenti giudiziari sono piuttosto grossolani e comportano sempre un costo non trascurabile per il loro utilizzo, di talchè una vasta serie di ipotesi di vertenze di basso valore sono destinate a rimanere fuori dall’ambito della loro applicazione, sempre che uno non voglia spendere migliaia di euro per coltivare una vertenza del valore di 10-20 euro…

Se credi, puoi provare a tutelarti spedendo al venditore una diffida da te redatta, attenzione però che il rischio di fare danni è abbastanza consistente. La cosa migliore sarebbe sicuramente cercare un accordo.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!