Indennità di disoccupazione per rimpatriati: come averla?

Ho lavorato in Svizzera per 5 anni e sono rimpatriato da 3 mesi facendo la domanda per la disoccupazione per rimpatriati in italia.La domanda mi é stata respinta perché mi sono dimesso volontariamente,però é stato per giusta causa cioé ho riscontrato delle ernie al disco che mi hanno portato a blocchi continui con la schiena e facendo lavori pesanti non avevo possibilitá di continuare questo lavoro e ho deciso di ritornare in italia.Peró nella lettera di dimissioni non ho specificato questo problema di salute ma ho scritto una semplice lettera di dimissioni per rimpatrio definitivo.La mia domanda é questa: vale la pena fare ricorso all’inps e in che modo oppure non ne vale la pena?

Purtroppo non sono in grado di prevedere cosa possa decidere l’istituto, o il giudice che si occuperebbe del ricorso, però si possono fare alcune considerazioni.

Ovviamente, l’errore è stato quello di fare una lettera di dimissioni sic et simpliciter: sarebbe stato preferibile, se l’intento era quello di richiedere una indennità di disoccupazione, richiedere l’assistenza di un avvocato o quantomeno di un sindacato italiani, in modo da formulare la lettera nel miglior modo possibile.

Senza avere la documentazione a posto sin dall’origine, dunque, la vedo abbastanza grigia. Anche se immagino che tu un po’ di documentazione dei tuoi problemi di salute la abbia.

Tutto considerato direi che puoi tentare con un «ricorso» o una trattativa in via amministrativa, senza pensare a impugnazioni o ricorsi giurisdizionali per i quali probabilmente mancherebbero adeguate basi legali, soprattutto a livello istruttorio. Puoi cioè, a mio giudizio, tentare di negoziare con l’INPS e spiegare le tue ragioni.

Ti consiglio in questa fase di farti finalmente assistere da un esperto del ramo, un avvocato in primis, ma se non vuoi incaricare un legale o, dopo aver richiesto alcuni preventivi, questo legale ti costa un po’ troppo, almeno un sindacato o patronato.

Se vuoi approfondire maggiormente, puoi valutare di acquistare una consulenza. Ti raccomando, con l’occasione, di iscriverti alla newsletter del blog, o, se non ti piace la mail, al gruppo Telegram, in modo da non perderti importanti e utili aggiornamenti quotidiani.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Di la tua!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: