Esiste il diritto di recesso per acquisti fatti nei negozi?

Vorrei sapere se esiste il diritto di recesso per un acquisto fatto direttamente in un negozio. In pratica ho acquistato 2 giorni fa un computer risultato poi molto rumoroso, c’è da dire che non si tratta di un computer difettoso ma è proprio nelle sue caratteristiche. Vorrei riportarlo indietro al negoziante e cambiarlo con uno meno rumoroso: posso farlo? In questo caso esiste il diritto di recesso?

Purtroppo no. Il diritto di recesso è previsto dalla legge solo per gli acquisti a distanza, dove il consumatore non ha potuto “prendere in mano” il bene, vederlo e considerarne le caratteristiche, mentre se va fisicamente in negozio si presuppone, salvo diversi accordi, che l’abbia visto e gli sia piaciuto.

Nel nostro Paese, storicamente il diritto di recesso è stato disciplinato dal Decreto Legislativo 22 maggio 1999, n. 185, entrato in vigore il 19 ottobre 1999, con cui si è data attuazione alla direttiva dell’Unione Europea n. 97/7/CE, in materia di protezione del consumatore nei contratti a distanza, nonché dal precedente Decreto Legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, che per qualche tempo hanno continuato ad applicarsi parallelamente, a seconda di quella che era più favorevole al consumatore.

Oggi, invece, il recesso è disciplinato dagli artt. 45 e seguenti del codice del consumo, che hanno sostituito le normative previgenti.

Ad ogni modo, appunto, come si è visto la ragione che giustifica l’applicazione di tutele maggiori per chi acquista, ad esempio, via internet risiede nel fatto che, nella contrattazione a distanza, l’acquirente non può visionare il bene come nei contratti stipulati a contatto diretto con il venditore, così come quando si entra in un tradizionale negozio o centro commerciale. Per tali motivi, si riconosce un diritto di recesso dal contratto, esercitabile senza che sia dovuta alcuna motivazione e quindi, evidentemente, anche solo perché il bene che ha acquistato, una volta che l’ha visto davvero, non gli è piaciuto.

Infatti, se una persona interessata si reca presso un negozio e vuole acquistare un computer silenzioso, se vuole tutelarsi veramente se lo deve far accendere e provare o al limite farsi mettere per iscritto le caratteristiche che considera essenziali. Se il negoziante non acconsente, può rinunciare all’acquisto e tentare con un fornitore di hardware tramite internet, presso il quale è sempre e comunque previsto il diritto di recesso. Ma se lo acquista ugualmente poi non può fare nulla, perché la legge presume che chi fa acquisti alla presenza diretta del venditore si attivi per verificare per bene le caratteristiche del suo acquisto, anche se questo non sempre succede.

Piuttosto, pur non potendosi ricorrere al diritto di recesso, può darsi che sia possibile invocare la disciplina sulle qualità promesse o essenziali per l’uso cui è destinato il bene, prevista dall’art. 1497 del codice civile, ragione per cui se la silenziosità del computer è effettivamente eccessiva, tale da non consentire una sufficiente concentrazione per gli scopi lavorativi o da poter essere utilizzato concretamente per quelli ludici, perchè ad esempio non si può ascoltare bene un cd o cose del genere, si può chiedere la risoluzione del contratto.

Può, poi, trattarsi anche di un vero e proprio inadempimento o di un vizio del bene, tutte ipotesi cui corrispondono altrettante regole che consentono di sciogliere il contratto, restituire il bene e farsi restituire il prezzo, come nel caso della garanzia per difetti di conformità, oggi anch’essa confluita nel codice del consumo, o di altre garanzie, meglio descritte in un nostro precedente post, oggi in parte superato ma ancora fondamentalmente valido nel distinguere le forme di tutela. Infine, può anche darsi che sia possibile accordarsi con il rivenditore per una sostituzione con un altro prodotto: pur non essendo previsto come diritto, se il venditore ha una buona politica commerciale può darsi che decida di accontentare il consumatore.

Occorre sempre esaminare bene il caso concreto, tenendo presente che il diritto di recesso non è assolutamente l’unico istituto a tutela dei consumatori.

Per tutti questi casi, comunque, e a maggior ragione per gli acquisti tramite internet, è fondamentale ed indispensabile disporre di una adeguata forma di tutela giudiziaria, dal momento che quasi sempre il consumatore rinuncia a far valere i propri diritti considerando il costo che dovrebbe affrontare per ricorrere ad un avvocato e quello, solitamente basso, di quanto ha acquistato. Con la tutela giudiziaria questo problema è risolto perchè, se il consumatore ha ragione, le spese legali sono anticipate dalla compagnia. Una buona tutela giudiziaria costa solo circa 100€ all’anno e dovrebbero averla tutti quanti, a maggior ragione se fanno acquisti.

Naturalmente, se ce ne sono i presupposti, anche per questo tipo di questioni i consumatori possono chiedere di essere ammessi al beneficio del patrocinio a spese dello Stato, per godere del quale, tuttavia, occorre non superare certi limiti di reddito. In alternativa, non disponendo di queste “opzioni tariffarie”, il consumatore può cercare un avvocato disposto a tutelarlo con il patto di quota lite o una tariffa flat, mentre non sembra potersi riporre molta fiducia nelle associazioni, dove si spende poco ma quasi sempre non si conclude niente.

Per ulteriori dettagli, ti rimando alla nostra scheda pratica in materia di tutela, in concreto, dei consumatori.

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

553 commenti su “Esiste il diritto di recesso per acquisti fatti nei negozi?”

  1. radu cristiano

    salve 5 messi fa ,o aquistato in un negozio BENNET UN TELEFONO SAMNSUG,, arivato a casa mi sono acorto che aveva problemi di funtionamento ,sono tornato in negozio per avisare , dove mi hano deto di provarlo meglio a casa, dopo 2 mesi mi hano preso il telefono e mandato in asistenta dove e stato 45 giorni, e tornato con display e software cambiate,,,,o preso il telefono dopo un giorno sono tornato perche aveva ancora problemi di funtionamento,, adesso e da 3 setimane di nuovo in asistenta, io non voglio piu questo telefono, che posso fare per essere risarcito, o per prendere un telefono nuovo??????

  2. Salve, ho acquistato in un negozio di un centro commerciale,dopo averle provate, un paio di scarpe in saldo del valore di 120 euro, a casa nel calzarle una si è rotta. Tornato al negozio e non trovando un paio uguale per la sostituzione il commerciante mi ha proposto un buono spesa. Avrei diritto al rimborso in denaro? Grazie per il servizio

  3. Buon giorno, ho acquistato un divano da un negozio che ho trovato di buona qualità, ma nell’arco di qualche settimana dalla consegna ho verificato che era di una qualità dei materiali decisamente scadente, materasso duro che rimane arcuato quando si apre il divano letto, braccioli che hanno formato delle piegoline, cuscini delle sedute molto più sottili di quelli del divano esposto in negozio, porta guanciali di cui non mi hanno chiesto se lo volevo e soprattutto una misura più grande che per lo spazio disponibile non mi permette di aprire il divano letto.
    Non ritenendo l’azienda produttrice capace di realizzare i prodotti che vende non voglio la sostituzione del divano, posso chiedere il rimborso e il ritiro del divano?

    p.s. sono convinta che il divano esposto in negozio lo abbiano acquistato da un’azienda che li sa fare e al cliente consegnano quelli fatti da loro che non sono in grado di realizzare, si configura il reato di truffa?
    molte grazie.

  4. ho comprato una TV da mediaworld mi sono recato al centro più vicino non essendo disponibile mi è stato detto che me la ordinava e dopo 7/10 giorni arrivava (pagata tutta subito 1700)ora mi chiama dicendomi che non la trovata e mi vogliono ridare indietro i soldi cosa dovrei fare visto che quando lo prenotata era in offerta e adesso costa 2400 grazie per le risposte

  5. Salve, in data 29/11/2016 ho acquistato un vestito in un negozio liu-jo ma non ero convinta sin dall’inizio, così ho posto la fatidica domanda alla commessa: eventualmente posso fare cambio con qualcos’altro? La commessa mi ha totalmente rassicurato a riguardo.
    Oggi li ho contattati telefonicamente, perchè non potevo recarmi fisicamente al negozio, e ho fatto un ulteriore domanda: nel caso in cui non dovessi trovare nulla, potreste farmi un buono? il commesso risponde: si certo, però ha validità 3 mesi ma per conferma mi richiami nel pomeriggio… Li ho contattati pocanzi e mi è stato detto che il buono scade entro 15 gg.
    la mia domanda è: dal momento che non vorrei fare un acquisto avventato, per la seconda volta, possono rifiutarsi di rendermi i soldi oppure farmi un buono con validità almeno di 3 mesi? La responsabile non vuole che il buono venga utilizzato durante il periodo dei saldi…
    Grazie anticipatamete

  6. avrei bisogno di un chiarimento alcuni giorni fa mi sono recata presso un supermercato conad ho acquistato 4 lattine di olio ed altre cose alla cassa mi sono accorta che l’offerta per l’olio era solo per tre lattine la quarta era a prezzo pieno ho chiesto che mi venisse tolta dallo scontrino il commesso non mi ha restituito i soldi ma mi ha fatto un buono per il rimborso ritorno per cambiare il buono mi viene detto che devo prendere per forza la lattina dell’olio perchè sul volantino c’era scritto come mi devo comportare?

  7. È mia abitudine dare un buono acquisto se (il prodotto in questo caso abbigliamento)non fosse di gradimento del cliente dopo qualche giorno (ovviamente non usandolo)quanto tempo posso dare per essere corretto prima che il buono venga speso? Tenendo conto che il capo acquistato ha una durata limitata inquanto è soggetto a SALDI di fine stagione.posso ridurre il valore del buono dopo 90 GG del 50%? Grazie

    1. È solo una tua politica commerciale, puoi fare quel che ritieni opportuno per l’immagine della tua azienda. Chiaramente, quello che decidi di fare poi deve essere rivestito della forma giuridica corretta.

  8. Valentina ida Cannizzaro

    Salve sono la intitolare di una parrucchiera tre nesi fa il mio rappresentante è stato nel muo negozio consigliandomi dei prodotti .che solo dopo pochi giorni una mia collega mi ha detto che non erano buoni così appena arrivato il pacco al negozio lo rimandato indietro.oggi però e arrivata la carta del loro avvocato, che mi chiede di p agare ugualmente la merce che io ho rifiutato..vorrei sapere come devo conportarmi.grazie cordiali saluti

  9. Salve, ho firmato un preventivo di un mobile per accettazione di questo e del disegno fatto dal progettista. Il progettista nonché venditore mi ha fatto pagare 100 euro di acconto e mi ha detto che se poi non mi fosse più interessato avrei perso questi 100 euro. Ho chiamato dopo una settimana dicendo che il preventivo non mi interessava più. Ora a distanza di 8 mesi ho ricevuto una raccomandata a casa dove il preventivo non era più un preventivo ma un vero e proprio ordine (ma il mobile era da catalogo, quindi mai visto) e mi intimano di versare il 50% del preventivo. Non mi hanno mai rilasciato il contratto. Mi sento truffata. Posso fare qualcosa?
    Grazie

    1. Aggiungo che mi avevano mandato una nota di accredito che annulla la fattura di acconto versato. Quindi? Possono obbligarmi o meno?

  10. Salve, una domanda.. ho acquistato due quadernoni ad anelli per mia figlia.. io insieme a mio marito spiegai bene cosa volevo (quadernone con dorso 6cm) lei me ne ha venduti due di 9cm e non di 6 cm.. tornando a casa ho misurato ed erano sbagliati.. sono andata in negozio e non hanno quelli che servono a me.. vogliono per forza farmi un buono che a me non servirebbe niente.. non posso avere i soldi indietro per un loro sbaglio e per di più per non avere l’articolo che realmente mi serve?

  11. Ma se uno compra un articolo senza nemmeno aprire la confezione e dopo un paio di giorni non lo volesse più , si potrebbe restituire riavendo i propri soldi ?

  12. Salve..Ho provato e riprovato un abito
    alla fine ho deciso di acquistarlo
    lasciando un acconto e con il tempo saldarlo..(purtroppo già saldato)
    Alla prova dell abito per le accordate modifiche
    a distanza di qualche settimana
    Il mio abito scelto risultava stretto e corto
    Sono sicura che il venditore abbia fatto uno scambio di taglia
    (loro invece sostengono che quello fosse il mio abito scelto)
    In questo caso come posso tutelarmi?
    Vi ringrazio in anticipo

  13. Salve ! Ho acquistato in on line un box doccia , dopo qualche giorno mi sono accorto che non è esattamente come quella esposta sul sito ,in quanto c’è un particolare che non è uguale . Io purtroppo ho buttato l’imballo ,posso comunque chiedere la sostituzione?

  14. Salve, ho acquistato (da un negozio fisico) un computer portatile in esposizione pagato a prezzo pieno in quanto (a detta loro ovviamente) non era ancora stato acceso ed era in una di quelle vetrine a chiave insieme ai macbook, quindi mi sono fidato.
    La batteria però arriva a 2h scarse mentre online ho visto che lo stesso modello dovrebbe arrivare a 3.30h o 4h circa, il problema è che non hanno altri modelli per procedere con una sostituzione e se mi danno un buono acquisto sarò forzato a prendere un altro computer che non desidero, è possibile una cosa del genere? Esiste un modo per avere indietro i soldi in modo che posso comprare lo stesso modello altrove?

    Grazie in anticipo e cordiali saluti!

    1. Per me non hai il diritto di recesso perché i dati sulla batteria sono solo indicativi… E infatti dipendono molto dal tipo di uso che se ne fa. La vedo un po’ grigia. Poi si potrebbe sempre approfondire.

  15. Anna Fresolone

    Ho acquistato dei mobili per un alloggio del quale avrei dovuto firmare il contratto di locazione con avvio al 1.9.16, quindi i mobili mi sarebbero stati consegnati in quella data.
    Ora il proprietario dell’alloggio non mi affitta più l’alloggio come posso fare per chiedere indietro i soldi al mobilificio? POsso inviare copia della mail che ho ricevuto dal proprietario?
    Grazie. Cordiali saluti. Anna F.

  16. antonio Salvatore

    Salve ho fatto un contratto d’acquisto a febbraio x un divano a 3 posti alla Chateau D’ax.ma ancora deve arrivare.adesso vorrei chiedergli se posso cambiarlo a 2 posti.è possibile. Grazie

  17. Salve, io ho comprato un frigorifero la cui anta ha inizato subito ad arruginirsi. Dato che era in garanzia ho chiesto di far sostituire l’anta.
    Quando quest’ultima è arrivata, sono stato avvisato che il servizio di consegna e riparazione mi sarebbe costato. Io mi sono rifiutato di pagare e poi mi son dimenticato della questione per qualche tempo. Ora la garanzia è finita, ho chiamato per riprendere in mano la situazione e mi hanno detto che si sono sbarazzati dell’anta in quanto non era andaoto nessuno a ritirarla.
    Vorrei sapere se potevano farlo e se potevano chiedermi dei soldi per la riparazione.

    Grazie

  18. Buongiorno, io sono nella situazione di aver scelto delle fedi per il mio matrimonio, conoscendo bene i prezzi di mercato. Come da usanza l’acquisto è stato fatto dai testimoni, senza che fossi presente. A questo punto vengo a sapere che il prezzo finale è quasi il doppio rispetto al valore di mercato e ormai l’acquisto è stato fatto con carta di credito per la somma totale. Io per correttezza verso i testimoni vorrei non proseguire più, considerato che devono ancora esserci consegnate. Come fare?

  19. Ieri abbiamo acquistato una cassaforte ( ordinata quasi un mese fa su catalogo perché non disponibile in negozio ) arrivati in negozio abbiamo aperto la scatola e abbiamo trovato l articolo rotto ….stamattina vado in negozio (perché ieri sera mi hanno chiamata dell arrivo dell’articolo alla chiusura del negozio ) . Chissà cosa mi dicono e in questo caso secondo voi quali sono i miei diritti.

  20. Se compro un capo di abbigliamento vado a casa e mi accorgo che è difettato anche avendo lo combratolo svendita posso avere i soldi indrieto

  21. Buonasera vorrei avere un informazione ho acquistato 3 giorni fa delle maglie al 30% oggi le ho trovate al 50% posso chiedere il rimborso oppure un buono da spendere???

  22. Domenica Introna

    Ho comprato due paia di cuffie in offerta , ma dopo il pagamento mi sono accorta che sono passate a prezzo pieno. Al controllo non erano quelle in offerta erano state cambiate di posto , hanno fatto il reso ma dandomi un buono, l’errore non era mio! Avevo il diritto di avere indietro i miei soldi?

  23. Buongiorno,
    ho un quesito da porre. Ho venduto nel mio negozio un paio di scarpe ad una cliente, che prima di acquistarle le ha provate e riprovate. Oggi a distanza di 27 giorni torna e dopo averle adoperate più volte, tanto che dice di aver riscontrato il problema all’atto della pulitura delle stesse, facendomi vedere un taglio sulla pelle all’altezza della suola, aggiungendo di non essersene accorta purtroppo all’atto dell’acquisto e dicendo che il difetto secondo lei era già presente. Ho fatto vedere alla signora altre scarpe analoghe a quelle comprate che non presentano il difetto . Comunque come la signora può sostenere che si tratti di un difetto già esistente e io non possa invece sostenere che è stato causato anche involontariamnete dalla stessa attraverso un uso improprio?
    Inoltre ha già dichiarato di essere andata da un calzolaio per la riparazione e quest’ultimo gli ha riferito che non si possono aggiustare trattandosi di un taglio. Come dovrei comportarmi?
    Grazie per una risposta.
    Saluti

    1. È un caso irrisolvibile purtroppo come hai già intuito. Puoi solo fare una valutazione di convenienza commerciale. Chiaramente se ti rifiuti saranno poi della cliente gli oneri delle prove.

  24. Buongiorno, io ho acquistato un cavetto della apple per ricaricare un iphone 5s (per il mio compagno) presso un negozio della 3, spiegando alla commessa che ho avuto problemi con i cavetti non originali apple poichè non ricaricavano il telefono. La commessa mi assicura che quello che mi sta vendendo, pur non essendoci marchio apple, è originale (industriale) perchè anche loro hanno avuto molte lamentele con i non originali. Inoltre mi specifica che, qualora ci fosse stato un qualsiasi problema, avrebbe provveduto alla sostituzione.
    Oggi, dopo 2 giorni, mi sono recata al negozio poichè il cavetto risulta non funzionante e vengo servita dal titolare: gli spiego che il cavetto non carica e che la collega mi aveva detto che per qualsiasi problema lo avrebbero sostituito; lui lo prova e mi dice “signora vede il cavetto funziona, sarà un problema del telefono”. Anche lui ha confermato che, pur non presentando il marchio apple, si tratta di un cavetto originale. Ok. Gli chiedo se a questo punto posso sostituirlo almeno con uno per samsung s4mini (mio) perchè non me ne faccio nulla di quello acquistato e lui ,sgarbatamente, mi risponde “se ci mettiamo a dare in prova a tutti i clienti i cavetti allora siamo a posto!”. Io sempre gentilmente ma un po’ alterata rispondo che non l’ho acquistato per provarlo, ma se sul telefono per cui l’ho acquistato non funziona è un acquisto inutile e che l’ho acquistato proprio sulla parola che mi era stata data dalla collega perchè se no non lo avrei neanche acquistato. Lui insiste sul fatto che visto che il cavetto è funzionante sarà sicuramente un problema del telefono e me lo devo tenere. Me ne sono andata furiosa e ora, appena rientrata in casa, Le sto scrivendo.
    Posso fare qualcosa a riguardo?

    Grazie mille per il Suo riscontro,
    Alessia

      1. il mio ragazzo ne ha acquistato un’altro e funziona, ma il proprietario lo ha provato davanti a me quello in questione, e funzionava.

  25. Buonasera, sono capitata in questo sito proprio perché cercavo persone che avessero avuto un problema analogo al mio, ed ecco questo blog!
    Volevo sottoporre alla Vostra attenzione anche la mia situazione: ho acquistato domenica scorsa un notebook convertibile in offerta in un negozio della GDO molto famoso, purtroppo però usandolo qualche giorno ho riscontrato che la batteria dura solo 4/5 ore al massimo e per me era molto importante invece che durasse almeno il doppio visto che lo uso principalmente fuori casa, ma quando mi ero recata sul punto vendita per chiedere le specifiche di questo ed altri notebook di categoria simile mi era stato detto che era identico agli altri, cambiava solo l’estetica del prodotto. Ma se io avessi saputo prima che l’autonomia era così corta sicuramente non l’avrei mai scelto.
    La mia domanda è: posso esercitare comunque il diritto di recesso?
    Vi ringrazio anticipatamente.
    Jessica.

    1. Il diritto di recesso non c’entra niente, potrebbe essere un caso di mancanza di qualità promesse o essenziali, per capirlo bisognerebbe vedere per quanto era reclamizzata la durata della batteria. In generale, pochi portatili hanno batterie che durano più di mezza giornata, poi non so, io uso mac da molti anni e non sono molto aggiornato sul mondo pc.

  26. Si tratta, molto semplicemente, di una legge sbagliata e da cambiare. Il diritto di recesso o diritto di ripensamento devono esistere anche e soprattuto per gli acquisti effettuati in un negozio.
    Nei paesi anglosassoni si chiama ‘cooling off period’ o ‘buyer’s remorse’, e comporta il pieno rimborso in denaro per l’acquisto di un oggetto di cui ci si pente entro un certo periodo (naturalmente l’oggetto deve tornare al negozio pari al nuovo).
    Semplicemente l’acquirente arrivato a casa si pente dell’acquisto effettuato senza dovere esporre ragioni o motivazioni.
    Dire che l’acquirente ha provato l’oggetto – all’interno del negozio – non vuol dire nulla, dal momento che in un ambiente estraneo si viene distratti, influenzati, stressati, “premuti”, da mille fattori.
    I quali fattori non sono presenti nell’ambiente domestico.

    Sappiamo bene che il venditore e l’apparato di vendita non hanno altro scopo che vendere e fare profitto, non la soddisfazione del cliente.

  27. salve vorrei sottoporre il mio problema ho acquistato nel marzo del 2014 un paio di scarpe € 230 in negozio lasciando un acconto pari al 40% € 100 del valore per problemi personali non sono più riuscito a passare x il ritiro solo oggi 6-8-15 sono andato in negozio e la signorina mi ha risposto con un sorriso dicendomi che i capi erano stati tolti dall’appartato e che io avevo perso l’acconto
    ho chiesto se mi potevano fare un buono o convertire l’acconto su altri acquisti ma mi è stato risposto che ciò non era possibile mi dite cosa posso fare
    grazie
    Gennaro

    1. Mah, certo che è passato molto tempo, è anche vero che un buono avrebbero potuto fartelo almeno parziale. Se non hai una polizza di tutela legale come fai però a tutelarti, prendi un avvocato a spese tue?

  28. Ho comperato una reflex Nikon 7200 D a maggio mi sono subito lamentato in quanto la macchina non metteva a fuoco portata in negozio provata visto il difetto è stata mandata in assistenza assieme l’ottica dopo circa 20gg mi arriva la macchina non la ritiro voglio prima di portatla a casa che venga provata dagli adetti una volta controllata la macchina è come prima e capiscono che dipende dallo stabilizzatore che non funziona nel frattempo viene spedito anche l’obiettivo 18 140 in assistenza il commerciante mi presta uno suo personale porto via la reflex il giorno seguente faccio delle foto e noto il problema di prima cioè ogni tanto dopo lo scatto la clissidra mette un po per memorizzare il file tel di nuovo alla assistenza e mi dicono che non è normale e devo rispedirla in assistenza io pretendo che mi venga cambiata con una nuova

  29. Io ho acquistato un tv led 20 giorni fa e oresenta una macchia bianca tipo alone ben visibile.il negoziante dice di rivolgersi all’assistenza la quale prima ipotizza la sostituzione del pannello dopo dice che una leggera caratteristica non pregiudica ul corretto funzionamento del tv. Come posso fare per farlo sostituire?

  30. Buongiorno,
    Ho acquistato in un negozio un giubbino di jeans che due giorni dopo era scontato del 40%. C’è qualche modo diretto o indiretto (un escamotage) per ottenere anche io questo sconto? :/ Onestamente non mi sembra giusto…

    Grazie

    Gianluca

  31. Buongiorno,
    Non so se il mio caso rientra nella facoltà di diritto di recesso.
    Circa 2 mesi fa sono andato in un mobilificio ed ho acquistato una camera da letto.
    Come d’accordo con il venditore ho lasciato 50 euro d’acconto fon la promessa di sentirci a breve termine e portare il secondo acconto.
    Oggi mi hanno chiamato dal negozio accusandomi di essere un truffatore e di passare la pratica in mano all’avvocato.
    Ora mi chiedo:
    La camera è vero che l’ho potuta vedere direttamente al negozio, ma per come sono stato trattato non avrei più intenzione di prenderla.
    Potrei rientrare nel diritto di recesso?
    Grazie

  32. salve,
    sabato sono andata a comprare i mobili per la mia cucina del 2011. scopro che nel frattempo è andata fuori produzione. il venditore non lo sapeva. poi, mi ha detto che i pezzi dovrebbero esserci ma non è ha la certezza. nel caso non ci fossero, la pratica rimane “sospesa”. allora, abbiamo finalizzato l’ordine e ho lasciato 500€ di anticipo.
    ora, però, mi vengono un sacco di dubbi e vorrei annullare l’ordine perchè se magari arriva rovinato non me lo potranno mai cambiare (ho ordinato 1 colonna forno e 1 colonna frigo) che non è ancora partito per la fabbrica della cucina (è una lube). è possibile, secondo Lei? oggi pomeriggio vorrei andare a parlare con il venditore e spero con la responsabile. 🙁

  33. Ritorno sul mio precedente post perché mi sono reso conto di aver fornito poche informazioni.
    All’inizio di dicembre del 2014 mi sono recato in un negozio specializzato in acquariologia.
    Ho ordinato e saldato con regolare scontrino fiscale un acquario che non era al momento disponibile. Mi è stato detto che sarebbe bastata una settimana.
    Dopo aver atteso mi è stato consegnato il 29 dicembre una acquario con vetro rotto, danno causato dal corriere. Alle mie lamentele il negoziante mi ha proposto il cambio con un buono ma io ho rifiutato dicendo che volevo o l’acquario pagato o i soldi indietro. Il negoziante ha reagito molto male e mi ha cacciato dal negozio.
    Oggi sto ancora aspettando il prodotto di cui non ho mai ricevuto notizie, infatti il negoziante nel suo delirio mi ha gridato che mi avrebbe chiamato una volta disponibile.
    Da notare che:
    1. Si tratta di un prodotto normalmente in commercio, è perfino possibile acquistarlo online con la garanzia della consegna entro 24/48 ore in molti marketplace.
    2. Avendo già un acquario popolato da pesci tropicali che si stavano moltiplicando, questo ingiustificato ritardo ne ha provocato la morte. Ciò mi ha causato un danno.
    La domanda è : cosa posso fare dal momento che sono totalmente in balia del venditore che non adempie? Qual è il limite temporale per cui un’ordinazione si trasforma in una restituzione?

    Grazie mille, saluti

    Riccardo

  34. Buonasera, ma nel caso in cui venga acquistato un prodotto direttamente in negozio, viene pagato completamente l’importo ma il prodotto deve essere ordinato, dopo quanto tempo il compratore ha diritto a richiedere la restituzione di quanto pagato se il prodotto non viene reso disponibile dal venditore?
    Da tenere presente che si tratta di un prodotto assolutamente in commercio, si trova perfino online con consegna garantita entro 24/48 ore.
    Grazie

    Riccardo

  35. salve
    ho acquista un maglione fatto a mano. Purtroppo mi è largo.
    Ho diritto di recesso? premetto che le misure le ho fornite io dunque potrei aver errato io a misurare restando troppo larga ed essendo la prima volta non sono molto pratica nel prender le misure.

  36. Salve a tutti. Ho un’enorme confusione. Io credevo che un capo acquistato in negozio si potesse cambiare..ma ora scopro che è a discrezione del commerciante. Quindi io ho acquistato una camicia come regalo di compleanno a mio fratello. La taglia è piccola, sono andata a chiedere al negozio di cambiarla, con una taglia diversa. Il negoziante sostiene che non effettua cambi. La cosa mi sembrava strana, mi hanno sempre cambiato la merce e sapevo che era un diritto del cliente poterlo fare. Altrimenti se le cose stanno così, vuol dire niente più acquisti nei negozi e solo on line (lì almeno il diritto di recesso c’è sempre, oppure la restituzione dei soldi è assicurata) poi i commercianti non si lamentassero delle misere vendite. Cmq qualcuno sa dirmi se questo commerciante può effettivamente rifiutarmi il cambio???
    Grazie

  37. Salve, ho effettuato un acquisto online di due articoli presso una grande catena di elettrodomestici. Un articolo e’ arrivato non funzionante, mentre dell’altro e’ stata spedita una versione sbagliata. Insomma un disastro, in ogni caso ho provveduto ad inviare al commerciante i due moduli di segnalazione del difetto di conformita’, ottenendo conferma della ricezione degli stessi. Dopo quattro giorni, varie email e telefonate al call center il negoziante–che mi dovrebbe contattare per organizzare il ritiro della merce–ancora non risponde. Dal momento che preferisco perdere qualche euro che guadagnare punti di pressione arteriosa per l’acquisto di un aspirapolvere, vorrei a questo punto recedere dal contratto. Lo posso fare? Ovvero, una volta che e’ stata inviata la segnalazione di difetto di conformita’, posso esercitare il diritto di recesso o devo per forza attendere la risposta del commerciante alla segnalazione di difetto di conformita’? In altre parole, e in inglese in quanto non trovo un verbo analogo in italiano, il diritto di recesso “overrides” un precedente difetto di conformita’?
    Ulteriore domanda, se il commerciante dovesse rispondere in tempi ragionevoli alle mie segnalazioni di difetto di conformita’, posso chiedere il rimborso totale dell’ordine? E se si’, qual e’ l’articolo del Codice di Consumo che posso fare valere con il commerciante? (vista la gestione dell’ordine, immagino che il commerciante fara’ di tutto per negarmi il diritto).
    Grazie in anticipo per la risposta e per la cortesia.
    Enrico

    1. Secondo me dovresti poter recedere, trattandosi di un acquisto a distanza, anche perché potresti recedere anche dopo la seconda e nuova consegna, per cui a maggior ragione anche prima, cosa facendo la quale risparmi spese e fastidi sia a te che al commerciante. Non è necessario indicare articoli specifici, basta dichiarare di volersi avvalere del recesso. In bocca al lupo.

  38. Un venditore porta a porta di materiali di cancelleria mi ha venduto degli oggetti lasciandomi una bolla di consegna (dove non c’è specificato il prezzo totale e finale né la data) il pacco è arrivato con la merce ma senza bolla o fattura che è arrivata solo oggi 18/11/2014 e riportante la data 16/10/2014. visto che il prezzo finale è esorbitante riferito alla qualità degli oggetti, è possibile porre in atto un reclamo? grazie

      1. buonasera,
        Ho un problema con il mio iPhone . L’ho acquistato a gennaio 2014 e fin da subito aveva dei problemi (con lo sblocco impronta ). Pensavo fosse normale ma poi sentendo altri pareri ho capito che non lo era. Mandato in assistenza(sta via un mese) torna graffiato sul fondo. Non ha più questl difetto ma ha problemi con la connessione wifi(iPad da stesso punto vedeva 5/6 router ed era connesso, iphone no).
        Lo rimando in assistenza (altro mese) e mi dicono che nn ha problemi restituendomelo con la pellicola graffiatissima(ok é una pellicola ma nn essendo loro dovrebbero trattare meglio gli oggetti). Lo uso e ha ancora più problemi di prima, ci mette molto a collegarsi al wifi ,si disconnette da solo e spesso mi chiede più volte la password per poi dire ‘impossibile connettersi ‘ e alla fine connettersi. Inoltre a volte lo schermo diventa nero per qualche istante, devo premere due volte il tasto home per farlo illuminare, quando apro le mail mi chiede di inserire la password per l’itunes store(che va chiesta solo quando entri sull’appstore e decidi di acquistare una app. Volevo chiedere cosa posso fare in questo caso perché io sono davvero stanca di farmi trattare così . Nonostante i mille problemi l’assistenza si ostina a dire che non ne ha ma ora sto facendo foto e video ai problemi solo che nn posso stare un altro mese senza telefono! Quindi volevo passare ad azioni che portino ad una soluzione definitiva,ovvero finalmente la sostituzione o meglio un rimborso!devo fare una denuncia?grazie in anticipo!

          1. Io volevo capire se prima di passare alle vie legali potevo far leva sul fatto che c’é un vizio del prodotto le cui qualità non sono conformi a quanto aspettato e quindi far valere il diritto di recessione del contratto . Anche se Sono solo una studentessa stare senza telefono é un grande impaccio per me,perché a mia disposizione ne ho solo un altro la cui batteria dura pochissimo(non posso fare chiamate). Quindi vorrei capire se posso fare qualcosa affinché si sveglino e si comportino correttamente nei miei confronti

  39. Buonasera, ho un negozio di ottica ed un cliente si è fatto un occhiale da me il giorno 21 luglio 2014 per un importo pari a 850,00 euro. Come di consueto ci ha lasciato un acconto di euro 300,00 ed abbiamo ordinato le lenti su misura per questo cliente e dopo la chiusura dell’attività ad agosto il giorno 28 agosto è stato chiamato per venire a ritirare l’occhiale. Il cliente è venuto a “provare” l’occhiale, ha detto che andava bene e mi ha detto se sarebbe venuto dopo una settimana per ritirarlo e pagare il saldo dell’occhiale. Ad oggi, ossia il 2 novembre dopo diverse telefonate per ricordargli di venire a ritirare l’occhiale ancora non è venuto e mi ha attaccato diverse volte il telefono in faccia dicendomi che non poteva pagare il saldo e che l’occhiale gli serviva solo per fare un controllo della patente. Io ora come dovrei comportarmi? Dopo quanto tempo l’acconto versato va perso per il cliente? Poichè io ho dovuto pagare anticipatamente i miei fornitori (per le lenti e per la montatura) e l’acconto non copre tutte le spese sostenute, ci sono dei termini di scadenza per cui l’acconto non è rimborsabile? Posso intimarlo di pagare entro un tot. di giorni sennò l’acconto andrà perso e la montatura rimessa in vendita? Perchè ovviamente io le lenti non le posso più rivendere e la montatura più passa il tempo e più è difficile rivenderla a qualcun’altro. Non so giuridicamente cosa posso fare in merito. Anche perchè per me è una bella cifra ed è un danno non indifferente. Grazie mille. Martina

  40. Salve il 19/09 una cliente ha fatto un buono regalo. A distanza di un mese la cliente non è ancora venuta a spendere il buono nonostante ci sia scritto “validità un mese” come mi devo comportare?

  41. Ho acquistato un libro scolastico nuovo
    Purtroppo nn era quello giusto! Quindi sono andata per restituirlo con la ricevuta di pagamento ed il libro intatto.
    Il negoziante voleva darmi un buono
    In questi casi come ci si comporta?

  42. salve, io ho acquistato in negozio un congelatore. ho domandato ad un addetto chiarimenti in quanto desideravo un congelatore con funzione di congelamento rapido. l’addetto ci ha mostrato un modello, assicurando che era l’unico con la funzione che cercavo e mostrando la presenza della stessa indicando le caratteristiche apposte sull’etichetta del negozio che riporta anche nome del modello e prezzo. arrivata a casa ho scoperto che in realtà la funzione non è presente su questo modello di congelatore, quando invece secondo l’addetto doveva averla. vale il diritto di recesso? come posso procedere in questo caso?
    grazie dell’attenzione e complimenti per il blog!

  43. ho bisogno di aiuto. ho acquistato una porta doccia in un negozio, vista solo sul catalogo. arrivato a casa mi accorgo che la porta doccia non “rendeva” come la foto sul catalogo. inoltre la foto del catalogo non mostrava per interezza tutta la porta doccia. il venditore si rifiuta di cambiarla. intendiamoci, non voglio i soldi indieto, bensi prenderne un’altra di pari valore. si rifiuta. potrei quindi avvalermi del diritto di recesso considerando l’acquisto su catalogo come un acquisto a distanza??? grazie

  44. Salve, ho acquistato un box doccia visto in esposizione in un negozio assieme al piatto. tale box aveva la porta battente ed io ho chiesto di averlo con la porta scorrevole con le misure adatte al piatto. mi è stato confermato che esiste ma non lo ho visto fisicamente anche se mi è stato descritto, il che mi ha convinto all’acquisto. il problema sta nel fatto che quello in esposizione è alto 190cm mentre quello consegnatomi è di 180 cm il che non mi è stato specificato. Non avrei mai acquistato un box doccia di tale altezza dato che sia io che mio marito superiamo i 180 cm di altezza e per entrare dobbiamo abbassarci. il negoziante ha il dovere di cambiarmelo? grazie

    1. Potrebbe ben essere un caso di mancanza di qualità promesse o essenziali. Ma se non hai una assicurazione di tutela legale il consiglio è sempre quello di trattare il problema con un approccio negoziale.

  45. Salve, ho acquistato internet pack della TIM presso COOP ESTENSE a € 79,00. Il tecnico mi ha assicurato che comprende 10 gb per i primi 6 mesi e poi, per i secondi 6 mesi, solo 2 gb al mese. Sulla pellicola e in piccolo sulla scatola c’era scritto € 79,00 per 6 mesi. Allora ho chiesto e richiesto al tecnico se fosse sicuro e lui mi ha dato certezza dei 10 gb e poi 2 gb.
    Allora lo compro
    Dopo qualche giorno chiamo il 119 della TIM e scopro che i € 79.00 sono solo per i primi 6 mesi e, dopodichè, dovrei pagare.
    Vado al centro assistenza COOP ESTENSE e mi dicono che non è possibile essere rimborsato perchè altrimenti il modem wifi del pacchetto non lo possono più rivendere. Poi parliamo con il tecnico Hifi che mi ha venduto il prodotto e ha confermato, sia davanti a me che al responsabile del centro assistenza, che il pacchetto comprende 10 gb mensili per i primi 6 mesi e poi solo 2 gb per altri 6 mesi.

    Allora il responsabile manda una richiesta al centro TIM con “vediamo se ci possono aiutare” come per dire che è tutto incerto.

    Allora cosa devo fare visto che il prodotto l’ho acquistato il 07/08/14 e avrei intenzione di mandare una lettera all’AGCM?

    Grazie in anticipo

    1. Direi che tu abbia ragione e sia un caso di mancanza di qualità promesse, ma visti gli importi penso che sia più il tempo che andrai a perdere che l’utilità che ne ricaverai… Probabilmente il modo migliore di trattare la cosa potrebbe essere quello di pagare dopo i sei mesi, anche perché TIM non ha alcuna colpa, e chiedere il rimborso a COOP Estense, tramite diffida di un avvocato, che però ti costa facilmente più della somma che devi richiedere, per cui se non hai una assicurazione di tutela legale la cosa diventa sconveniente. È vero, potresti tutelarti anche tu, ma per 79 euro per me vai a perdere tempo e benzina in giri, incontri e cose di questo genere. Quanto all’AGCM, te la raccomando tanto… Ovviamente tentar non nuoce, magari è la volta che si muove.

      1. Grazie Avvocato. Chiarissimo e gentilissimo. Ora mando un reclamo scritto prima alla COOP e poi all’AGCM o magari la stessa lettera con scritti entrambi i destinatari così vedano a chi è stata inviata.

  46. Eleonora Rotondaro

    Salve volevo approfittare della sua gentilezza x avere una consulenza legale su un’acquisto fatto circa sette mesi fa: ho comprato a gennaio, sotto i saldi, una giacca taglia M della Woolrich del valore di Euro 500, presso un negozio parecchio distante dalla mia abitazione. Quando sono arrivata a casa mi accorsi che la taglia era troppo abbondante e chiesi di poterlo sostituire con la taglia S, ma mi dissero che non era più disponibile e che gli acquisti sotto i saldi non venivano sostituiti. Chiesi di parlare con il titolare, il quale si fece negare e nonché mi proposero di aspettare la stagione nuova x vedere con i nuovi arrivi di sostituirlo con la taglia giusta. Adesso che siamo ad Agosto li ho ricontattato e con lo scontrino alla mano mi negano ancora il cambio, nonostante l’articolo non è stato usato e risulta con il cartellino ancora attaccato. Cosa ne pensa?

    1. Purtroppo non hai nessun diritto al cambio, almeno in base alla legge, avresti dovuto provare il capo prima di acquistarlo… L’unica sarebbe mangiare di più 😉 oppure metterlo in vendita su ebay…

  47. Domanda: mio figlio si è recato in un negozio per ordinare un pc assemblato il giorno 4 Luglio 2014. Il negoziante gli ha riferito, passa martedì 8 ed è pronto. Passato, negozio chiuso. Questo si è ripetuto altre 2 volte. Il negoziante, che non ha inviato nessuna comunicazione, manda oggi un sms dicendo che il pc è pronto da un pò. Nel frattempo, mio figlio si è sistemato diversamente. Come ci dobbiamo comportare?

    1. La prima cosa è dirglielo magari via pec e facendo presenti i tre ritardi poi si valuta anche in base al riscontro. Sarebbe molto meglio farsela scrivere da un legale la diffida ma bisogna vedere i costi.

  48. salve, espongo il mio problema:
    circa un mesetto fa ho acquistato un vestito per il matrimonio di mia figlia in un negozio…
    essendo capo unico ho lasciato il vestito alla negoziante perche’ ha detto che lo faceva lavare e stirare lei. preciso che l abito costava 600 euro e con I saldi e’ costato 300.
    siamo stati a ritirarlo… solo ora pero’ che e’ quasi il momento di usarlo nel provarlo a casa ci siamo accorti che il vestito presenta una cucitura che quando l ho misurato in negozio non c era…
    il mio pensiero e’ che al momento del lavaggio sia successo qualcosa,per esempio si sia bucato e hanno rimediato cosi…facendoci una cucitura.
    al momento del ritiro non mi hanno detto niente.
    si puo’ far qualcosa??? e’ passato un mese dall acquisto e io ho foto del vestito provato e non aveva quella cucitura.
    saluti
    lidia

    1. I presupposti per chiedere la risoluzione probabilmente ci sarebbero, il problema è sempre, se non hai una assicurazione di tutela legale, quello dei costi per farli valere. Il primo passo comunque sarebbe inviare una diffida tramite avvocato.

      1. Si legge,,,,, Adesso viene chiaramente detto che il bene può esser manipolato per verificarne la natura, le caratteristiche e il funzionamento, senza che ne risulti un danno o una diminuzione di valore. ,,,,,credo che con queste…nuove regole ci ritroveremo a comprare tanti oggetti usati al prezzo dei nuovi ! Come si può affermare che un bene ( a quanto pare non fa distinzione per audiovisivi) aperto anche nelle parti sigillate e fatto funzionare anche da persone (spesso incompetenti) non perde parte del suo valore. Quale è il Suo pensiero ?

  49. No, affatto. Nessuno mi ha informato del fatto che questo dispositivo non fosse esplicitamente un prodotto destinato all’italia, ne tantomeno il volantino che lo pubblicizzava. Ho scoperto il fatto solo a seguito dell’aggiornamento Software non ancora disponibile per i terminali per il mercato europeo.

    Grazie mille

    1. Ugualmente potrebbe essere controverso che si tratti di una qualità essenziale… È sempre il solito discorso temo, se non hai una assicurazione di tutela legale diventa difficile difenderti.

  50. Salve, in una nota catena di elettrodomestici ho acquistato uno smartphone ad un prezzo molto vantaggioso. Dopo qualche giorno mi accorgo che il device è di provenienza europea e non italia. Posso tornarlo indietro in negozio visto che non stato informato? Si può applicare il diritto di recesso?
    Grazie

    1. Recesso no, potrebbe essere un caso di mancanza di qualità promesse o essenziali ma è tutto da approfondire questo aspetto… Ne avevate parlato esplicitamente, se ne parlava nella pubblicità? Sono tutti elementi che potrebbero essere rilevanti…

  51. Salve,
    20 gg fa mi si è rotta la lavatrice (causa sbalzi di tensione in zona, si è bruciata la scheda). Mi sono recata in un negozio che si occupa dell’assistenza elettrodomestici (la lavatrice da 5 mesi non è più in garanzia).
    Il tecnico del negozio ha esaminato il problema dicendo che ci voleva una scheda nuova e mi ha anche detto che sarebbe arrivata tra 3 – 4 giorni.
    Fatto sta che sono passati 15 giorni da quando hanno ordinato la scheda e tutt’ora non è ancora arrivata.
    Chiamando il negozio mi dicono che la scheda arriverà tra una settimana (più o meno). Io non voglio aspettare più (anche perchè dopo varie telefonate di sollecito mi è anche stato detto che sulla scheda che arriva non ci sarà nessuna garanzia!!!) e ho deciso di comprare una lavatrice nuova.
    Se non ho ancora ricevuto il prodotto da loro ordinato posso chiedere la restituzione della caparra di € 100,00 (la metà del costo della scheda)?
    Come funziona in questi casi?

    P.S. Non ho sottoscritto nessun contratto – ho solo la ricevuta della caparra versata.

    1. In teoria potresti perché loro non hanno rispettato il termine che ti hanno detto a voce, il problema come hai già intuito è quello di dimostrarlo in caso di contestazione… Hai una assicurazione di tutela legale?

      1. Buonasera.

        Pongo il mio problema al quanto fastidioso.. ho acquistato 2 cellulari in un negozio inglese tramite sito online. Il problema nasce alla.consegna.. a detta del.negozio questo pacco è tenuto fermo dalla MSC compagnia di consegna in dogana tra svizzera e italia.. il problema che guardando tramite tracking risultano spediti 11 cellulari.. dubbioso domando spiegazioni. Ok è un loro errore.. malgrado questo mi fanno pagare la consegna dicendo che mancavano dei documenti.. mi sorge il dubbio e mi chiedo.. ma.spedizione europea non è gratuita ?!?.. per concludere parlando col negozio e con la compagnia a loro detta io devo ancora pagare.. e io non voglio.. ho già pagato 850 dei cellulari ben 1000 d tasse.. se rescindo dalla vendita cosa succede.. cosa posso fare ?grazie

        1. La spedizione non è mai gratuita necessariamente, dipende da quello che avete concordato o meno. Per sapere se le loro richieste sono corrette, cosa che a me non sembra perché queste cose si concordano prima della spedizione e non dopo, bisognerebbe vedere il «contratto» che avete concluso, che non esiste fisicamente ma è integrato dalla corrispondenza, dalla loro offerta, dalla tua accettazione, va insomma ricostruito con quello che c’è a disposizione. Sicuramente ti conviene una soluzione negoziale, a meno che non sia una truffa vera e propria, nel qual caso probabilmente ti conviene lasciar perdere, anche a costo di rinunciare a quello che hai già pagato.

  52. Salve … io invece ho bloccato dando un acconto al negozio x un passeggino ma proprio il giorno dopo me lo hanno regalato ….ora il negoziante mi dice che nn posso fare niente xke’ l ordine e’ stato fatto due giorni fa’… se potete aiutarmi …Grazie

    1. Ha ragione in diritto il negoziante, che colpa ne ha se te lo hanno regalato o come avrebbe anche solo potuto prevederlo? Comunque oramai conviene comprare online così in casi come questi restituisci senza che ti chiedano nemmeno perché.

  53. Salve,
    Ho comprato tramite internet un frigorifero (direttamente dalla casa madre ) ho scelto il modello vedendo la scheda tecnica presente nel sito.
    Nonostante la scheda riportasse 5 ripiani’ mi é stato consegnato con 4 ripiani.
    Ho aperto la segnalazione al numero verde e sebbene mi avessero confermato i 5 ripiani, dopo due settimane mi dicono invece che non mi spetta.
    La motivazione é che nel catalogo c’è scritto che loro si riservano la possibilità di modificare le caratteristiche senza preavviso.
    Peccato che non c’è scritto nella scheda tecnica del frigo presente nel sito.
    Ora se lo voglio lo devo pagare.
    A me sembra assurdo…..

  54. Ho comprato ieri un televisore costava 300 euro…però io avevo chiesto una tv Smart. Il negoziante me la data ho pagato e sono andato a casa mi sono accorto che nn era Smart ho diritto ad avere il rimborso di euro 300?

    1. Bisognerebbe capire bene che cosa vuol dire «smart» e se ci può essere consenso su una nozione comune e universalmente accettata dal concetto… Nel caso, sarebbe un caso di mancanza di qualità promesse…

  55. salve. grosso problema. io e mio marito siamo andati in un mobilificio per vedere una cucina. la venditrice ci dice che se firmiamo”oggi” blocchiamo una promozione ovvero uno sconto del 40%. la tizia ci fa un preventivo quando alla fine la ringrazio per andarmene mi dice che avevo firmato e dovevo versare una caparra di cento euro per bloccare questa promozione. avevo chiesto una cucina lube e scopro dopo la firma che fosse una loro marca e non ciò che avevo chiesto inoltre non mi ha fatto visionare le maniglie ma fatte segliere su catalogo e infine mi dice che la ragazza al centralino mi avrebbe dato il mio preventivo con tutte i vari prezzi. una volta a casa scopro che c era solo il prezzo finale. oggi per email mi sono fatta mandare i vari prezzi e scopro che la lavstoviglie da 700 euro era stata gonfiata a 930 euro idem con forno da 500 euro preventivate e 800 euro… c è anche una clausola in cui dic che non posso recedere dal contratto.

  56. Salve, volevo esporre il mio problema, il 5/06/14 in un negozio di una nota catena di elettrodomestici ho acquistato una fotocamera, senza vederla per altro. Mi viene detto che la consegna sarebbe avvenuta il martedì successivo, pago l’anticipo e mi viene data una ricevuta del versato e del saldo alla consegna, non vi e’ scritto ne data di acquisto ne termine di consegna. Il giorno della consegna vengo contattato e mi dicono che il prodotto non e’ arrivato per cui devo attendere e che saranno loro a contattarmi per la consegna. Dopo qualche giorno sono andato in negozio per dei chiarimenti, ma scortesia e’ stata totale tant’è che la colpa sarebbe mia perche’ dissi loro di non aver fratta nella consegna solo per essere cortese. In malo modo mi ribadirono che mi avrebbero contattati loro all’arrivo del prodotto, ma ad oggi 22/06/14 nessun contatto e’ avvenuto. Posso recedere dal contratto? Quale motivo posso addurre? Grazie.

    1. Sarebbe una risoluzione per inadempimento, visto che non te l’hanno consegnata. Ma devi mandare una diffida per iscritto se vuoi fare le cose per bene, valuta se ne vale la pena, io aspetterei la consegna.

  57. Ho inviato ad un venditore su Amazon una richiesta di informazioni circa le loro politiche di resi, e mi è stato risposto come segue (a seguire trovate la mia mail):

    Salve;
    mi dispiace ma una volta che l’attrezzo viene montato e provato non ci sono più i presupposti legali per richiedere la restituzione ed il rimborso. Deve considerare che quel prodotto una volta restituito diventa usato quindi non più vendibile come nuovo; lei accetterebbe di acquistare un prodotto già montato da un’altra persona? Non credo.

    Cordiali saluti.

    — Messaggio originale —

    Salve,
    sarei interessata al tapis roulant “Easy Walk”.
    Volevo informazioni circa la vostra politica di resi. Vorrei sapere se posso restituirlo nel caso montassi il prodotto e, una volta constatato il suo funzionamento – quindi anche senza problemi tecnici del prodotto -, non rimanessi comunque soddisfatta.
    In caso affermativo, ossia se accettate la restituzione e il rimborso conseguente, la spedizione è a mio carico?

    Sono stata presso un venditore nel mio quartiere che però non mi fa visionare e provare il prodotto prima dell’acquisto. Vendendolo allo stesso prezzo volevo capire se avrei il vantaggio di acquistarlo online con la possibilità di un reso se non soddisfatta.

    Grazie.

    E’ norma di legge quanto sostiene? A me sembra perlomeno illogico. Come si attuerebbe la norma sui resi se non lo monto e provo?
    Grazie.

    1. Non ho molto senso, tra l’altro io con Amazon ho restituito roba anche dopo un anno e mezzo… Però fai attenzione perché se il venditore ragiona così potrebbe diventare difficile far valere i tuoi diritti nonostante tu abbia ragione.

      1. Si, si, non c’è dubbio che eviterò questo venditore!
        Ho cercato però la normativa a cui fate riferimento e quì http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?jppagecode=aepfl_ae_tucon_dirrec.wp leggo che nei contratti negoziati a distanza:
        “Non esiste il diritto di recesso per le vendite a distanza:
        (…)
        – per la costruzione e acquisto di beni immobili ;
        – di prodotti audiovisivi o software sigillati aperti dal consumatore (per esempio un DVD sigillato);
        (…)”
        Questi due casi di esclusione mi farebbero pensare che il tapis roulant è un bene immobile che “monto”, quindi in qualche modo “costruisco”, come il venditore in qualche modo afferma, e che contenendo un software e un imballo sigillato, potrebbero esserci due ragioni per andare contro le esigenze del consumatore.
        …Come sempre, d’altronde!

        1. Le leggi sono sempre molto più articolate e complesse di quel che uno si immagina o vuole per comodità credere, però queste due esclusioni non credo si applicherebbero al caso del tapis roulant che non è un software se non in parte, tra l’altro questa esclusione ha l’evidente scopo di evitare la pirateria (uno potrebbe acquistare un software, copiarlo e poi recedere). Per me sei semplicemente incappata in un venditore recalcitrante come tutti ad osservare le leggi sul recesso, perché non ha capito che se fosse invece tranquillo venderebbe molto di più… Questa è l’Italia.

  58. Salve, sono una negoziante ed ho venduo una macchina per caffè ad un signore tedesco che l’ha vista e scelta nel mio negozio. Abbiamo pattuito il prezzo e le spese di spedizione in Germania e dopo aver provato la macchina, per essere sicuri che funzionasse, l’abbiamo spedita. Alcuni giorni dopo abbiamo ricevuto una telefonata dal sig tedesco che diceva che la macchina non funzionava e che voleva i soldi indietro. Noi abbiamo cercato di far capire al signore che la macchina al momento della spedizione era perfetta e che probabilmente aveva avuto problemi durante il trasporto ma che in ogni caso eravamo disponibili a ripararla o a cambiarla. La macchina è ritornata indietro rotta e con una lettera in cui minaccia vie legali se non ritornamo i soldi!! …come possiamo appellarci??.. esistono normative europee che difendono anche i negozianti??… penso di essere stata molto disponibile, ma non credo sia giusto restituire i soldi.. in particolare diffronte alla prepotenza..che ne pensate??
    Dovrò rispondere entro 7/05/2014.. questa è la data che mi ha dato come ultimatum… la macchina è stata acquistata un mese fà!! ….intanto grazie
    un saluto
    Cri

    1. Credo che tu debba restituire il corrispettivo, non è certo colpa del cliente se si è danneggiata durante il trasporto, sarai poi tu a rivalerti semmai sul corriere. Mi sembrano concetti abbastanza elementari e non ci può essere nessuna legge che dice diversamente. L’unico caso diverso sarebbe quello di trasporto a cura del cliente, ma anche in quell’ipotesi bisognerebbe poi verificare bene a quale momento è riconducibile la rottura.

  59. Salve, ieri ho comprato in un noto negozio d’arredamento una camera matrimoniale e pagato un acconto del 30%. Mi sono accorto solo dopo che le misure di casa mia non erano sufficienti per l’intera camera, posso esercitare il diritto di recesso? Se si, entro quanti giorni? Posso avere indietro anche l’acconto?

    Grato per la risposta

    Cordiali Saluti

      1. Ciao ,

        Scusa io ho comprato un tv in negozio ma quando sono andato a casa il tv era affetto da vertical banding , ora è vero che nel centro mi è piaciuto (come giustamente facevi notare) ma è vero anche che nel centro con tutte quelle luci ,immagini statiche e senza telecomando (l’ho chiesto ma non me l’hanno dato) è impossible provare un tv .allora come si fa? A questo punto non conviene più comprare nei centri , è un coltello a doppio taglio per loro. Ora sinceramente SE mi sostituiscono il tv (sicuramente diranno che non vedono nulla ma il problema ce ho fatto anche delle foto )e mi accorgo che anche il nuovo è pieno di vertical banding posso richiedere il rimborso e non il buono. Provare un tv in un centro è impossible .come si tutela il consumatore in questo caso , le loro esposizioni di tv sono fuorvianti ed è facile ingannare i consumatori.

          1. ciao ,grazie per la risposta.
            comunque mi hanno sostituito il tv ma presenta lo stesso problema (anche peggio) , un difetto che ho documentato e che compromette la normale visione della tv (cosa che con tutti gli altri tv in casa non accade) ora ho letto su un documento ; “Quando la riparazione o la sostituzione precedentemente effettuata ha recato notevoli inconvenienti per il consumatore si puo’ richiedere la risoluzione del contratto(con restituzione contestuale del prezzo pagato e del bene acquistato) o la riduzione del prezzo “. altro che inconvenienti ho dovuto prendere un tv enorme da solo , imballarlo , fare 40 km , trasportarlo da solo in negozio e ,tutto questo ,perdendo mezza giornata di permesso al lavoro ora dovrei ripetere tutto questo per sostituirlo ancora , sono stanco voglio rescindere il contratto ed essere rimborsato ( magari anche dell’estensione di garanzia che ho comprato insieme al tv ) è possibile? mi spieghi gentilmente cosa significa?io ho effettuato un finanziamento , non mi interessa perdere gli interessi ma magari riuscissi a recuperare almeno i soldi del tv e dell’estensione.
            mai piu giuro , non comprero’ mai piu in un negozio …

            cordiali saluti…

            1. Direi che sia un caso di mancanza di qualità promesse o essenziali per l’uso della cosa, più che di garanzia vera e propria. Comunque, per tutelarti, rimane indispensabile, almeno a mio giudizio, una diffida tramite un avvocato, anche perché la materia è molto tecnica e bisogna sapere esattamente quello che si scrive. Purtroppo, c’è il problema delle spese legali, se non hai una forma di tutela giudiziaria…

  60. Buongiorno, domenica ho acquistato in un negozio di una grossa catena un tablet che presentava sul volantino la caratteristica di avere la fotocamera posteriore.Al momento dell’acquisto il prodotto non era esposto e il commesso non ha voluto prenderne uno anche solo per accenderlo.Decido di prenderlo, pago in cassa e poi vado a ritirarlo dal commesso che nel frattempo era andato in magazzino a prendere il tablet nella sua scatola sigillata.Dopo qualche giorno (il venerdì dopo) mi accorgo che il tablet non ha proprio la fotocamera posteriore e nel frattempo è uscito il volantino successivo con uno sconto di 30 euro sullo stesso tablet che mostra però ancora la presenza della fotocamera nelle caratteristiche.Posso riavere i miei soldi?Anche perchè in negozio non avrei mai potuto accorgermi della mancanza perchè la confezione era sigillata e sulla confezione non è fatto riferimento ad alcuna fotocamera (nemmeno a quella anteriore che c’è).
    Grazie

      1. Il vecchio volantino non ce l’ho più, lo sto cercando in rete.Il nuovo con lo stesso errore ce l’ho.Stasera il verdetto.

      2. Verdetto: ho raccontato la storia al commesso del reparto, poi siamo andati dal responsabile.Mi hanno chiesto se volevo cambiare con qualcos’altro (io ho rifiutato perchè non c’era nulla di mio interesse).Ho chiesto il rimborso e il commesso un pochetto ci ha provato (“non si può fare” e io “Si può, si può….conosco i miei diritti”).Il responsabile ha chiamato l’ufficio X e poi mi hanno pagato in contanti perchè lo storno dalla carta di credito non si poteva più fare.Dovrebbero anche ringraziarmi per avergli fatto notare che anche il nuovo volantino è sbagliato.Fine

  61. Buona sera,
    ho acquistato in un negozio una giacca per mia zia, che non era con me. Quando sono andata a casa a fargliela provare ho realizzato che questa giacca è grande. Credete che il negoziante possa riprendersi la giacca e restituirmi la somma? Grazie

  62. Salve, vorrei avere un chiarimento
    Un cliente ha acquistato una tenda da esterno (sulla confezione era indicato in modo chiaro le misure) chiedendomi se eventualmente la poteva accorciare di larghezza, nonostante si sia portato le misure e la mia collega gli abbia chiesto conferma delle misure.
    Poi dopo qualche ora ritorna chiedendo se lo poteva cambiare perché era troppo corto (nonostante si era portato le misure, mi aveva chiesto info sull accorciare in larghezza e nonostante la mia collega gli aveva chiesto se andava bene) ma la misura richiesta dal signore non è disponibile e chiede il rimborso in contanti della spesa fatta e noi gli abbiamo detto che può prenderci qualcosa altro o fargli un buono e lui pretende i soldi dicendo che c’è una legge europea che gli da questo diritto ovvero diritto al rimborso entro una settimana in contanti …
    Come devo procedere? M illuminate ? Grazie

    1. Lui non ha diritto a niente, però io credo che per politica commerciale anche in Italia noi artigiani, fornitori, imprenditori dovremmo iniziare a prendere indietro le cose rifiutate dai clienti no questions asked, perché credo che sia una politica che paghi molto di più, come dimostra l’andamento del commercio nei paesi anglosassoni. Se io fossi un negoziante, prenderei indietro tutto quello che mi portano e poi lo rivenderei come ricondizionato, usato o in una sezione speciale.

  63. Salve, ho ordinato proprio in mattinata un ricambio x la mia auto. Ho scoperto successivamente di poter rimediare da solo alla riparazione. Ho contattato il venditore dicendo di annullare l’ordine e ovviamente mi ha risposto di no. Posso recedere d atale acquisto tra l’altro non ancora in mano mia ed avere i soldi (già versati) indietro????grazie

  64. salve vorrei un chiarimento in merito ad una cosa molto strana che mi è capitata…ho venduto su internet una pelliccia di volpe argentata l’acquirente il giorno dopo mi ha subito versato un bonifico di 200 euro che ho ritirato in giornata aspettavo come d’accordo l’arrivo del corriere per il ritiro il lunedi successivo sono passati circa 20 giorni ma dall’acquirente mai piu nessun contatto io ho perso il suo numero di telefono non so come contattarlo lui invece possiede sia il mio numero di cell che l’indirizzo..ma non si è fatto mai piu sentire cmq come devo comportarmi aspetto? e ci sono problemi per me? la pelliccia cmq è ancora a casa mia io aspetto sempre credo di essere dalla parte del giusto che devo fare…sono un po preoccupata non vorrei avere grane spero davvero in una sua gentile risposta grazie

  65. Ho acquistato un paio di scarpe sportive in saldi agli inizi di agosto(circa 2 mesi fa) stamattina mi sono accorto che la gomma della suola risulta essere spaccata,ad entrambe le scarpe,a tal punto che con la pioggia entra acqua,oltre a queste crepe grandi ce ne sono altre di piccola entità,in poche parole la gomma risulta essere difettata,posso tornare la negozio e chiedere qualsiasi cosa che mi ripaghi del danno,non ho più lo scontrino ma ho conservato la confezione…..la ringrazio anticipatamente Vincenzo Barra.

  66. Buongiorno,
    mia madre ha acquistato in negozio uno specchio visionandolo solo su catalogo. Il pacco contenente il prodotto è poi arrivato in negozio dove non è stato aperto. Mia madre l’ha quindi ritirato senza vederlo e l’ha portato direttamente a casa dopo aver pagato. A casa il pacco è stato consegnato a me (era un regalo) ma lo specchio non va bene. Sono tornata il giorno successivo in negozio, e mi hanno detto che non hanno uno specchio con le caratteristiche che cerco io.
    Visto che il prodotto non è stato visionato fisicamente dall’acquirente se non dopo averlo pagato, posso far valere il diritto di recesso?
    Grazie

    1. No perché l’onere di chiedere di visionarlo era tuo e se non l’hai fatto è “colpa” tua, purtroppo. Se te lo sostituiscono o cambiano lo fanno solo per convenienza commerciale, non hanno nessun obbligo.

  67. ciao, ti invito a leggere l’articolo a questo link http://www.amarketingblog.it/euronics-diritto-di-recesso/ dove racconto la mia avventura da Euronics, dove ho potuto usare senza problemi il diritto di recesso… chiaramente (come scritto anche sul loro sito) non ti possono ridare i soldi ma: o ti cambiano il prodotto con uno della stessa categoria (come ho fatto io) o ti danno un buono di pari valore.
    calcola che neanch’io avevo ragioni valide per fare il recesso (prodotto rotto o altro) ma semplicemente ho voluto cambiarlo perchè non mi piaceva.

  68. Salve, penso il mio problema si verifichi spesso e ci sia tanta ignoranza in giro: scelgo un anello presso un negozio per regalo alla mia ragazza, ma non conoscendo la misura, la commessa mi assicura che successivamente posso cambiarlo con la misura giusta, anche ordinabile. io accetto, l’anello era quello che cercavo. alla consegna la misura era grandissima, torniamo insieme al negozio, ma non esiste la misura piccola, neanche su ordinazione e neache è possibile stringere l’anello. Non solo io mi sento preso in giro poichè mi avevano assicurato che cerano le misure, ma addirittura non volevano restituirmi i soldi. Ma l’oggetto non è proprio utilizzabile poichè preso di misura diversa e chiaramente evidenziato. non posso cambiare loggetto con altri perchè ogni oggetto prezioso ha una cartatterist.. diversa. in questo caso anche se acquistato in negozio esiste il diritto ad avere restitutiti i soldi?

    1. Sì, certo, in questo caso avresti diritto alla risoluzione del contratto. Il problema però è quello della prova della promessa che ti avevano fatto e delle spese legali (hai una tutela giudiziaria?).

  69. buona sera! ho acquistato oggi in negozio,da Marco Polo Expert ,06/09/2013 una fotocamera reflex nikon insieme a un obbiettivo. arrivata a casa le caratteristiche non erano quelle desiderate. vorrei soldi indietro. ne ho il diritto di recesso?grazie!

    1. Se erano caratteristiche note o comunque verificabili semplicemente consultando la scheda tecnica sul sito del produttore, facendo una ricerca su internet o anche semplicemente chiedendo al commesso, no di certo.

      1. Buona sera! sta sera sono tornata nel negozio con il mio acquisto. l’hanno preso e mi hanno dato un buono da spendere. ho preso un altra fotocamera, cosi come la volevo. credo che dipende alla fine del commesso e del suo capo. grazie comunque della risposta.

          1. infatti! non avevo il diritto ma sono stati bravi. comunque l’acquisto lo facevo dal loro negozio. grazie ancora! buona giornata!

  70. ho una domanda sul diritto di recesso : Ho comprato una busta porta oggetti per un compleanno al quale stavo andando direttamente dopo l’acquisto. Quando ho dato la carta in mano alla cassiera mentre la strisciava mi ha detto che non avevano nessun tipo di sacchetto e mi ha dato subito l’oggetto in mano. Io allora ho detto che non lo volevo piu. essendo partita la transazione si e rifiutata di prendere indietro l’oggetto e mi ha costretto a firmare. Questo e avvenuto in italia anche se io abito da tantissimi anni in inghilterra. una cosa cosi sarebbe impensabile qui. La sede europea di questo negozio e a londra. Ho scritto all’ufficio reclami a londra e mi hanno detto mortificati che hanno parlato col negozio in italia la legge prevede che non vi sia un rimborso. A me non convince la cosa visto che lo stesso negozio qui mi avrebbe immediatamente senza nessun problema fatto uno storno in 5 secondi. Qui possiamo restituire tutto entro 14 giorni ovvero il consumatore e super tutelato.Ora ho come l’impressione che mi stiano prendendo in giro ….qualcuno mi puo dare un consiglio? e vero? o ho almeno uno straccio di diritto? tipo il video qui sopra di un buono?

    1. Io conosco solo il diritto italiano, non quello inglese sul punto, per cui ti posso dare una risposta nei limiti di quello che mi consente la mia preparazione anche se credo come vedrai che il cuore del problema non sia il diritto ma il modo diverso di intendere il commercio a livello di costume.

      Dal punto di vista legale – italiano, ha ragione il negozio. Per la nostra legge, la vendita è un contratto che si perfeziona con il consenso delle parti, per cui, al momento in cui tu hai dato la carta per la «strisciata», il contratto si era già concluso, senza che tu avessi ancora chiesto quello che può considerarsi un servizio aggiuntivo e che è la confezione regalo. Per cui il negoziante ha diritto di pretendere il pagamento del prezzo e consegnarti il bene.

      Il punto però è che, esattamente come dici tu, se un negoziante nei paesi anglosassoni (USA, UK, Canada, Australia e così via) ma anche in tanti altri Stati si azzardasse a fare una cafoneria del genere finirebbe fuori mercato dopo un paio di mesi, per cui semplicemente non la fa. La tutela del consumatore è massima in USA, e UK, proprio perché i commercianti hanno capito che dando questa tutela vendono molto di più, quindi per un fatto di mera convenienza, siamo rimasti solo noi Italiani a non aver capito una cosa così elementare.

      Questo negozio, per non aver preso indietro un bene che a lui costa 50 centesimi di euro e che avrebbe comunque rivenduto a quello che sarebbe passato dopo di te, si è giocato tutte le future transazioni con te, perché è assolutamente ovvio che con un operatore del genere nessuno vorrebbe mai avere a che fare.

      Quindi io, pur non conoscendo in dettaglio il diritto USA e UK in materia di recesso, mi sento di dire che la differenza è, ancora una volta, in un fatto di costume, perché in quei paesi il consumatore, inteso come l’uomo che compra, che spende soldi frutto del suo sudato lavoro, è considerato con il massimo rispetto e questo non tanto perché gli anglosassoni sono più buoni di noi, ché spesso invece è vero il contrario, ma semplicemente perché sono più furbi e sanno come si fa commercio, mentre noi in materia siamo rimasti dei veri e propri coglioni, con qualche limitata eccezione.

      Questo vale anche sul fronte elettronico, ad esempio io personalmente con Amazon, che anche nella filiale italiana è organizzata al modo anglosassone, ho potuto restituire oggetti con cui avevo incontrato problemi anche il sabato o la domenica pomeriggio ricevendo il rimborso 20 minuti dopo aver finito di compilare il modulo per la restituzione e ben prima di preparare il pacco per la restituzione stessa dell’oggetto. Ora, se un fornitore come Amazon funziona in questo modo, e mi consente (tramite «Prime» di cui sono sottoscrittore) di acquistare anche un paio di forbici senza spese di spedizione, chi me lo fa fare di andare al vecchio negozio di quartiere, dove se poi qualcosa non funziona sono fastidi, perdite di tempo e discussioni infinite? E infatti io oramai prendo quasi tutto tramite Amazon e posso acquistare con fiducia: se una cosa non mi piace, la mando indietro e nessuno mi chiede niente, né mi disturba nemmeno.

  71. Salve. Ho acquistato il giorno 7 agosto 2013 in un centro sky l’illuminatore di tipo scr per la mia parabola.
    Dopo averlo montato e fatte varie prove, mi accorgo che lo stesso non funziona correttamente, quindi ritorno dal negoziante il giorno 9 e me lo sostituisce.
    Lo rimonto e mi accorgo che anche questo ha dei problemi (non prende tutte le frequenze).
    Quali sono i miei diritti in questo caso? Posso chiedere la restituzione dei soldi in modo da poterlo comprare in un altro negozio o devo per forza prederne ancora un altro?
    Grazie mille, Giovanni.

    1. Sì certo puoi chiedere lo scioglimento. Il problema è sempre come gestire operativamente questi diritti in situazioni di poco valore economico (relativamente) come questa, quando non si ha una tutela giudiziaria.

  72. ho comprato una piscina della bestway in un negozio brico ferro con fattura ma al mio ritorno a casa mi trovo mio suocero che aveva regalata la stessa piscina posso restituirla considerato che ancora sigillata grazie

    1. Non hai nessun diritto di restituirla, perchè non è certo colpa del negoziante se è accaduto questo. Puoi provare a chiedere se te la prende indietro o te la scambia con altra merce. Altrimenti non ti resta che venderla su ebay.

  73. vorrei sapere se una volta che si lascia l’acconto di un negozio x un articolo se si possono tornare i soldi indietro se non si è piu’ interessato all’articolo

  74. Salve, l’altro giorno ho chiesto in un negozio tim un iphone 5 con 32 Gb con associato un contratto telefonico. La commessa per errore mi ha preso un modello a 16 Gb, che esteticamente anche nella scatola è identico. io me ne sono accorto solo dopo che il prodotto era già stato caricato nel sistema e quando l’ho fatto notare l’addetta mi ha detto che non si poteva più fare niente e ho dovuto prendermi per forza una cosa che non ho chiesto. Lo so che non ho in questo caso non ho diritto di recesso ma posso chiedere il cambio di contratto e del telefono( quello che ho comprato è ancora inscatolato e incellophanato ) visto che mi hanno venduto una cosa che non ho chiesto ed è stata colpa del venditore in questo caso?

    grazie…

  75. Salve ho acquistato un paio di scarpe in una nota catena 14gg fa ma ho deciso di cambiarle dal momento che provate un pomeriggio a casa mi danno fastidio. La negoziante, contattata telefonicamente, sostiene che il cambio doveva essere effettuato entro 12gg, ma sullo scontrino c’è scritto entro 1 mese. Posso avvalermi dello scontrino per richiedere il cambio?
    Grazie dell’aiuto!

    1. Bisognerebbe vedere lo scontrino per vedere come è formulata questa «clausola» e capire se e come possa essere ritenuta parte effettiva del contratto, anche se, indipendentemente da questo, la dicitura potrebbe aver ingenerato un affidamento meritevole di tutela. Mi sembra strano, inoltre, un termine di 12 gg. (di solito, i termini sono 10, 15, 20, 30 giorni, raramente… 12). Prova a mandare una pec esponendo le tue ragioni alla sede legale del negozio e della catena, se si tratta di un franchising.

  76. salve sabato ho acquistato una tenda già confezionata e le misure riportate erano 140×280 al ritorno a casa ho aperto la confezione e le misure non corrispondevano a quelle riportate. che faccio ho diritto a riavere i soldi indietro?
    grazie e complimenti

  77. salve avv….
    mio figlio si sta per sposare, ha acquistato un vestito in un negozio e lo ha lasciato al negozio per modifiche lasciando un aconto….
    ora però ha visto llo stesso vestito in un altro negozio a metà prezzo…. può disdire il tutto richiedendo lo storno dell’acconto o cambiare prodotto??
    grazie per la sua disponibilità

      1. Salve,
        ho acquistato una borsa in saldo al 50% del su prezzo iniziale.
        Arrivo a casa, la merce senza difetto, con una piccola indagine l articolo non appartiene alla stagione invernale appena terminata, bensì ad una stagione precedente.
        Propongo di cambiare, e mi sento rispondere che posso solo nel reparto dei saldi (dove non c è quasi più nulla) e non nell intero negozio (dove seppur a prezzo pieno acquisterei merce di nuova stagione).
        Come mi devo comportare?
        Grazieee

  78. Salve!la settimana scorsa io e mio marito abbiamo acquistato una stufa a legna scontata perchè ultimo pezo in esposizione. L’abbiamo controllata con cura e ci è stato detto che era esente da difetti. Due operatori ce l’hanno caricata a dovere nella station vagon impachettata con del pluriball xkè mancante della confezione originale, e lo stesso per i singoli elementi di rivestimento in maiolica. Quando 2 giorni dopo mio marito l’ha spacchettata per assemblarla e installarla ci siamo trovati 2 sbeccature evidenti e una crepa trasversale!!! E siam convinti che sia successo nello smontarla per imballarcela separatamente!
    Prontamente mi son rivolta al punto informativo del venditore, chiedendo se era possibile almeno sostituire il pezzo crepato in quanto temiamo la rottura essendo soggetto ad alte temperature…ma mi stanno facendo storie…perchè il trasporto l’abbiam fatto noi…perchè era scontata…etc…
    Io ho mandato una mail corredata da foto richiamando i “difetti di conformità”, ma cosa altro possiamo fare?Grazie!

    1. Beh, è un classico caso dove purtroppo è impossibile trovare una soluzione sicura, per il fatto che non si può rivenire nessuna prova del momento in cui la stufa si è sbeccata o comunque danneggiata. La legge, quando il fatto stesso è irrimediabilmente confuso, non aiuta. Ti conviene cercare un accordo, che può comportare anche una soluzione intermedia come ad esempio una fornitura di consumabili, al posto della sostituzione integrale del pezzo.

  79. ho comprato un cellulare nokia 820 ma la batteria non dura niente posso ritornarlo dove lo comprato?

    1. Questo è un difetto, non riguarda il diritto di recesso. Secondo me comunque hai diritto alla riparazione, che può agevolmente avvenire tramite sostituzione della batteria, oppure alla sostituzione del telefono.

  80. Buongiorno,

    Ho bisogno di aiuto in quanto riguarda ala legge italiana. Ho aquistato un computer da Darty (che dal 2 Marzo diventera Trony) che era pero difettuoso, sicomme era entro quelli 10 giorni mi lo hanno cambiato per uno ugualle, comunque quel secondo computer aveva lo stesso difetto, cosi mi sono rivolta anca da Darty e mi hanno aconsigliato di cambiarlo per un altro, un marchio diverso, cosi ho scelto una Toshiba secondo loro mi hanno detto loro in giacenza ci erano 4, invece nel momento del ritiro c’era soltanto quella della exhibition, non mi piaceba la idea ma mi hanno fatto uno sconto. Allora sucede questo il computer ha un problema di software grave, e lo’ho confermato con la Toshiba, cosi mi chiedo se vado da Trony loro mi devono rispondere per un cambio del computer?????

    1. Un «problema di software» è una descrizione assolutamente troppo generica per poter dare una risposta, può essere un baco grave e intollerabile, un baco sostanzialmente trascurabile, una mancanza di funzionalità, che però non era prevista e così via. Ti conviene andare a discutere e vedere se riesci a trovare un accordo.

  81. salve ieri ( sabato ) ho comprato in un negozio un orologio…torno a casa e mi rendo conto che non mi piace… lo posso cambiare? non voglio i soldi ma solo cambiarlo con un altro modello…

  82. Ho acquistato una macchina nuova e ho versato una caparra di 1000 euro, ma tornato a casa ho ripensato
    all’acquisto e vorrei retrocede è possibile, della caparra cosa comporta. Grazie

  83. Salve, ho acquistato on-line con carta di credito una promozione di due settimane per un servizio di chat al termine delle quali c’è stato un rinnovo automatico del servizio con un nuovo addebito su carta di credito. Rivedendo le clausule c’era scritto che se entro una settimana non mandavo la disdetta ci sarebbe stato il rinnovo automatico ma vorrei comunque sapere se posso annullare il secondo addebito del rinnovo automatico che io non ho autorizzato e recedere da questo servizio che comunque ho trovato scadente, grazie

      1. Volevo sapere se potevo annullare il secondo addebito sulla carta di credito come per addebito improprio, grazie

        1. Non è un addebito improprio se il contratto si è rinnovato, in teoria. Ribadirei il mio precedente consiglio, ovviamente puoi anche provarci, considerando naturalmente le circostanze del caso.

  84. vorrei sapere se è possibilie recedere o addirittura chiedere danni se i mobili tardano ad arrivare.in tal caso dopo quanto?

  85. Salve,
    più di dieci giorni fa ho acquistato un pc in un negozio e appena arrivata a casa ho scoperto che non era funzionante. Il giorno dopo l’ho ritornato e mi hanno suggerito di cambiarlo con un modello leggermente diverso, che però non avevano lì a disposizione ma in un loro magazzino e che entro una settimana sarebbe arrivato. Poi vengo a scoprire che hanno commesso un errore e si sono fatti arrivare un’altro modello completamente diverso. Quello che volevo io, invece, l’avevano mandato a farsi fare l’aggiornamento del sistema operativo, passaggio da windows 7 a windows 8, con conseguente aumento del prezzo e anche del tempo di attesa (almeno due settimane) . In questo caso ho diritto alla restituzione dei soldi che ho speso?

  86. Salve io ho acquistato un paio di scarpe online il 5 maggio e mi sono arrivate il 10 maggio ma di un colore differente da quelle ordinate da me così ho chiesto la sostituzione lo stesso giorno. In data 4 giugno, non essendomi ancora arrivate le altre scarpe (sul sito vi era scritto di aspettare almeno 18 giorno dalla data di acquisto), ho inviato un email per chiedere spiegazioni e mi hanno risposto di essere in attesa che l' articolo da me scelto risulti disponibile per poi provvedere alla spedizione così io, visto che non mi avevano detto che l' articolo non era disponibile, ho chiesto il rimborso. In data 13 giugno ho ricevuto via posta un assegno per il rimborso delle spese di spedizione effettuate per la restituzione, l' assegno era a mio nome non trasferibile di una certa banca biella ma non possedendo un conto personale non ho potuto versarlo o cambiarlo così , come da loro detto, ho rispedito l' assegno chiedendo in cambio un assegno circolare. A oggi non ho ancora ricevuto niente pur inviandogli decine di email ho ricevuto come risposte sempre cose assurde.

    Come dovrei comportarmi?

    Grazie

    1. Hai tutti i diritti al rimborso con il mezzo di pagamento che preferisci, secondo il codice civile le obbligazioni pecuniarie si adempiono in valuta avete corso legale, quindi tu al limite potresti anche pretendere l'invio di contanti, rifiutando assegni, bonifici e qualsiasi altro mezzo di pagamento, salvo che il rifiuto, tuttavia, non si configuri come contrario alla buona fede.

      Come al solito, per far valere i tuoi diritti devi rivolgerti ad un avvocato, con conseguenti spese, fastidi, ecc..

      Come dico sempre: non acquistate mai su internet senza una adeguata forma di tutela giudiziaria (http://goo.gl/fq3Vo)!

      In bocca al lupo.

  87. Ho acquistato un abito ed un paio di scarpe in un negozio che ha anche altri punti vendita ed un sito di commercio on-line. Una volta tornata a casa ho guardato il sito e ho scoperto che le stesse cose costavano-sul sito-circa la metà in meno, stesse taglie e stessi colori. In più mi sono accorta che presenta diversi fili tirati. E' un outlet ed alla cassa c'è scritto che non effettuano cambi ne ritiro merci. Sul sito questo avviene anche se è molto oneroso. Come posso fare per tutelarmi? La legge mi supporto nel voler rendere i capi-danneggiato uno e pagati maggiormente gli altri?

    La ringrazio e le porgo cordiali saluti.

    Susanna

  88. Ho acquistato un casco jat da moto in un negozio vicino a casa. Il giorno dopo sono tornato dal negoziante per cambiarlo poiché la visiera è montata leggermante storta (circa 7/8 mmdi differenza tra attacco destro e sinistro), ma il negoziante mi ha risposto che, una volta usciti dal negozio i caschi non potevano essere cambiati . Può farlo? Personalmente non ho intenzione di usare un casco assemblato male.

    Preciso che al momento dell'acquisto, ovviamente, non mene ero accorto, me ne sono accorto solamente utilizzandolo, perchè da una parte della visiera entra aria e dall'altra no. Saluto e ringrazio

  89. ho acquistato in un negozio un costume da bagno che mi stava grande e la commessa mi ha assicurato che nn ci sono problemi in quanto me lo faceva aggiustare dalla sarta del negozio. pecato che la sarta era in ferie e nn si sa da chi e stato aggiustato il costume essendo tagliato male e cucito malissimo con un colore diverso dal costume.in questo caso posso avere la restituzione dei soldi?

  90. alessandra abbondanz

    ho acquistato lasciando un acconto un abito,sono partita e dimenticata l'acquisto dopo circa un mese ho trovato nel portafoglio il biglietto lasciato dal commerciante per ricevuto acconto.mi sono recata nel negozio e mi sono sentita dire che avevano venduto il capo perche passati i 30 giorni e non avevo diritto alla restituzione della somma neppure sottoforma di buono per eventuale acquisto futuro. il negoziante può farlo?? grazie

  91. Leonardo Colapinto

    Ho acquistato un telefono cellulare dual sim ma il venditore non mi ha informato che non funziona con le sim del gestore TRE. La sua risposta è stata: non sono obbligato a farlo.
    Ritiene che il suo comportamento sia corretto o posso pretendere la restituzione di quanto pagato?
    Grazie
    Cordiali saluti
    Leonardo Colapinto

  92. ogg: nuova direttiva UE sul diritto di recesso

    Segnalo a tutti quelli che seguono i commenti a questo post, che so essere molti, e comunque a tutti quelli che leggono tramite il web, che è in arrivato sul diritto di recesso una nuova direttiva UE. Dovrebbe essere approvata a settembre, dopodichè dovrebbe poi essere attuata in Italia (anche se in alcuni casi le direttive hanno efficacia diretta, almeno scaduto il termine per la loro esecuzione nei paesi membri). Per maggiori informazioni, rimando a questo ottimo articolo:
    http://goo.gl/MegBI

    –?cordialmente,

    tiziano solignani, da ? Mac http://ts.solignani.it (splash) http://goo.gl/p6Sb0 (libri)

    #tw

  93. Salve ho appena acquistato una cucina,durante il montaggio (Martedì),si sono accorti che mancava la gola delle ante e quindi non potevano completare l'installazione. Hanno comunque montato ciò che si poteva e sono andati via senza sapermi dire quando torneranno,nel frattempo guardando bene ciò che avevano montato mi sono accorto che la cappa,pur essendo quella che ho scelto io,non stà affatto bene,posso avvalermi del diritto di recesso e/o chiedere un'altro tipo di cappa?
    Poi per il mancato completamento dell'installazione se tardano oltre la settimana posso chiedere di sospendere almeno le rate?

    1. Se come credo hai acquistato in mobilificio, non hai il diritto di recesso purtroppo, quindi puoi provare a negoziare per vedere se te la cambiano, il giudizio estetico è una cosa che un consumatore deve valutare prima dell'acquisto, altrimenti i commercianti sarebbero in balia di persone che acquistano cose che poi vogliono restituire perchè «non gli piacciono più», cosa consentita solo negli acquisti a distanza.

      Per le rate, dipende naturalmente da quanto vuoi sospendere, da quanto sono le rate e così via e sempre che il loro possa considerarsi, tutto sommato, inadempimento e in ogni caso dovresti mandare una raccomandata in cui dichiari di avvalerti dell'eccezione di inadempimento, non credo proprio che valga la pena, a meno che tu non abbia una tutela giudiziaria (http://goo.gl/fq3Vo).

      –?cordialmente,

      tiziano solignani, da ? Mac
      splash http://ts.solignani.it
      ebook http://goo.gl/pUJx6

  94. Purtroppo no. Non ne avevo mai sentito parlare prima d'ora. Mi chiedevo se esiste una norma a tutela del consumatore per questo caso specifico anche perché mi è sembrato di capire che non è applicabile il diritto di recesso… O sbaglio?
    Grazie per l'attenzione.

    1. Di norme ce ne sono a bizzeffe, il problema è come farle valere in casi come questo dove la spesa che si avrebbe incaricando un legale supera quella delle cose che sono in contestazione. Non è che le norme camminino da sole, purtroppo, quasi sempre è necessario l'intervento di un legale per farle rispettare. Valuta tu.

      –?cordialmente,

      tiziano solignani, da ? Mac http://ts.solignani.it (splash) http://goo.gl/p6Sb0 (libri)

  95. Buongiorno, avrei una domanda da fare. Ieri pomeriggio mia sorella ha acquistato un paio di scarpe da ginnastica (le famose Converse), misurando, però, solo la scarpa destra. Arrivati a casa abbiamo aperto la scatola e ci siamo resi conto che la scarpa sinistra (quella non misurata) aveva la gomma ingiallita. Questa mattina ci siamo recati dal negoziante per la sostituzione, ma, non avendone un paio dello stesso colore, ci ha fatto un buono… Noi avremmo preferito la restituzione della somma di denaro… Sarebbe possibile?

  96. annunziata sapone

    HO COMPRATO UN PAIO DI SCARPE IN UN NEGOZIO DI UN GROSSO CENTRO COMMERCIALE . IL GIORNO DOPO L E HO INDOSSATE AD UN MATRIMONIO MA DOPO MEZZ ORA SI SONO LETTERALMENTE SCOLLATE AI LATI CON I DISAGI CHE NE SONO CONSEGUITI (TORNA A CASA ,CAMBIA SCARPE ECC. ECC.). IL GIORNO SEGUENTE MI RECO AL NEGOZIO PER CAMBIARE LE SCARPE CON UN ALTRO PAIO ESATTAMENTE UGUALI PERCHè MI PIACEVANO QUELLE, MA NON NE AVEVANO PIù,PERCUI IL TITOLARE MI DICE CHE DEVE TRATTENERSI LE SCARPE PER VERIFICARE CON LA DITTA SE NE AVEVANO UN ALTRO PAIO UGUALI O SE AL LIMITE SI POTESSERO RIPARARE ,MI AVREBBE CONTATTATO LUI PER TELEFONO.DOPO 15 GIORNI ,NON AVENDO RISPOSTA MI RECO AL NEGOZIO E MI DICE CHE ANCORA NON HA AVUTO RISPOSTA DALLA DITTA. PASSANO ALTRI 15 GIORNI SENZA RISPOSTA ,MI RECO NUOVAMENTE DAL NEGOZIANTE STAVOLTA CON L INTENZIONE DI RIAVERE I MIEI SOLDI INDIETRO MA MI PROPONE SOLO UN BUONO D ORDINE DA SPENDERE PERò LA PROSSIMA STAGIONE INVERNALE , MA IO NON SONO D ACCORDO E DOPO UNA DISCUSSIONE ME NE VADO MINACCIANDO UNA DENUNCIA . E VERO CHE NON HO DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DEI SOLDI ?

  97. matis claudiu sebast

    Ho comprato un condizionatore portatile che la voglio usare in una stanza da 14 mq, nelle caratteristche c'era scritto che l'apparecchio raffredda fino a 30mq. L'ho messa in funzione giorno e notte e non rende !!! Dopo 5 giorni e venuto il technico e lui ha constatatto che l'apparecchio non presenta nessun difetto. Adesso il negozio non me lo vuole cambiare e io ho pagato bastante caro per che ho comprato quello che costava di piu !!!! CHE COSA POSSO FARE ADESSO ?????
    Grazie per una eventuele risposta !!!

    1. È un caso di mancanza di qualità promesse, abbastanza ben documentato peraltro considerando che la qualità è indicata nella documentazione a corredo del macchinario. Quindi avresti ragione, ma come al solito devi valutare se ti conviene coltivare la questione in ragione delle spese legali. Immagino tu non abbia una tutela giudiziaria (http://goo.gl/fq3Vo) vero?

      –?cordialmente,

      tiziano solignani, da ? Mac
      splash http://ts.solignani.it
      ebook http://goo.gl/pUJx6

  98. No, nn ce l'ho, ma in questi giorni ci vado a fare=) comunque grazie per la risposta e per bl'informazione, mi è servita davvero tanto….

  99. Ciao a tutti.
    Sono l'ennesimo mal capitato.
    Questa è la misa situazione. Sono andato da brico per acquistare un DISTO (è uno strumento laser per la misurazione delle distanze) Non sapendo dove cercare ho chiesto ad un commesso di darmi indicazioni. Tale commesso mi da un prodotto che fra le caratteristiche ha puntatore laser e serve per misurare le distanze. Dopo aver richiesto conferma al commesso, procedo con l'acquisto. Arrivato a casa rimuovo l'imballaggio e mi rendo conto di essere stato defraudato di 100 euro. Di fatti lo strumento che mi era stato propinato aveva un puntatore laser che serviva per segnare a muro delle righe, e per la misurazione delle misure, delle rotelle da far scorrere lungo il muro. Ho diritto al recesso?
    Io non ho avuto la possibilità di vedere lo strumento in funzione perchè non era consentito rimuovere l'imballaggio, le indicazioni sulla scatola non erano chiare, e il commesso mi ha assicurato che il prodotto che mi stava vendendo era esattamente quello che stavo cercando.

    grazie in anticipo per le rispote.

    1. È sempre un caso di mancanza di qualità promesse o concordate, ma prima di aprire una vertenza prova ad andare di nuovo con tutti gli imballi al negozio e vedere se riesci a trovare un accordo, se anzichè voler indietro i soldi vuoi cambiare l'oggetto con un alt