«luisvuotapalle», ovvero l’esperienza di un praticante avvocato

Luisvuotapalle
la «cover» del libro

 

Oggi vi segnaliamo questo libro…

LUISVUOTAPALLE è la storia di Enrico Braglia. Un giovane praticante avvocato alle prese con il lavoro, le donne e la vita in generale. Nel libro viene adottato uno stile fresco, ironico ed amaro che cerca di coinvolgere il lettore attraverso la riflessione. La riflessione sulla propria vita, messa a confronto con quella di Enrico che analizza il mondo così com’è ovvero con cinico realismo. Si parte dall’università, fino ad arrivare alle prime esperienze lavorative negli studi legali. Si trattano i rapporti di coppia e gli innumerevoli corsi di ballo o di qualsiasi altro genere ai quali i single s’iscrivono pur di rimediare un/una partner. Tutto questo viene incamerato dalla mente del nostro Enrico che non si farà remore a sputare sentenze su ciò che vede e che lo farà, infine, giungere a delle conclusioni.

“Nella vita, io ritengo, c’è chi nasce con una scala reale servita. Però, noi comuni mortali, noi plebe, ci ritroviamo spesso e volentieri con un misero due di bastoni quando purtroppo comanda coppe. Ed allora basta saperlo e farsene una ragione.” – Enrico Braglia

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

1 commento su “«luisvuotapalle», ovvero l’esperienza di un praticante avvocato”

  1. Ti ringrazio Tiziano per la gentile segnalazione e ricordo ai lettori del tuo bel blog che il file pdf del libro è completamente gratuito e chi lo desiderasse può contattarmi attraverso la pagina facebook Enrico Braglia – https://www.facebook.com/pages/Enrico-Braglia/232… – oppure al seguente indirizzo di posta elettronica: guapo83_28@hotmail.com

    Per chi invece fosse interessato all'acquisto del libro rimando al link seguente:   http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=6… 

    Lascio te e i lettori con questo aforisma: "Perché vedi Mosè, in questo Paese ognuno pensa ai fatti propri e poi ci ritroviamo tutti con le pezze al culo. Avvocati, medici, ingegneri, ricercatori e via via tutte le professioni di questo mondo. La nostra generazione è fottuta così come quella di chi non può andare in pensione…" – Enrico Braglia

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: