«L’Ira stava passando, il vento freddo mi rin …

«L’Ira stava passando, il vento freddo mi rinfrescava il viso infuocato. L’Ira si lascia sempre alle spalle molto posto vuoto, nel quale immediatamente si riversa la tristezza, come un’alluvione, e scorre come un grande fiume, senza inizio e senza fine.»

Olga Tokarczuk – Guida il tuo carro sulle ossa dei morti

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: