Categorie
pillole

Parlare o stare in silenzio

«Avrebbero potuto riprendere a parlare o continuare a stare in silenzio, non avrebbe fatto nessuna differenza. Con questa consapevolezza, ognuno dei due sfogliava l’album dei propri ricordi e delle proprie sensazioni sul viso dell’altro che, per converso, lo sapeva e si lasciava guardare tranquillo, sicuro che niente di ciò che avrebbe potuto esser richiamato avrebbe potuto cambiar nulla di quello che era tra loro.»

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

Di Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Counselor. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: