Astrazeneca e decessi: c’è nesso causale.

Il sistema ti vuole bene.

Il giornale é costretto ad ammettere che tra la morte del paziente e il vaccino c’è un nesso causale, ma poi si affanna a ribadire che i vaccini «sono sicuri» – non so con quale logica, sarebbe davvero da chiedere.

Facebook, dove condividi la notizia, si affretta a mettere sotto la placchettina per cui i vaccini sono stati sottoposti a tanti test di qua e di là e che tutto è garantito nientepopodimeno che dall’#OMS.

Quali sono però i fatti che restano?

1) una persona é morta dopo aver ricevuto il vaccino;
2) una equipe di medici legali incaricati nel procedimento penale relativo ha detto e scritto espressamente che tra la morte é il vaccino c’è nesso causale: cioè la morte é stata causata dal vaccino, cioè ancora se non si fosse fatto il vaccino sarebbe ancora vivo.

Abbastanza chiaro?

Chi si prendesse poi la briga di leggere l’articolo vedrebbe che quest’uomo aveva già preso il covid senza accorgersene, restando totalmente asintomatico – e questo è anche un importante profilo di responsabilità dei sanitari e di chi gestisce questa campagna di vaccinazione: prima di vaccinare bisogna vedere se uno il covid l’ha già avuto!

Comunque é morto per vaccinarsi contro una malattia talmente tremenda e inaffrontabile che l’aveva già avuta senza minimamente accorgersene.

Se secondo te è logico, allora va bene.

Vai sempre ai fatti, usa sempre la testa.

Qui si può leggere l’articolo completo.

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

6 commenti su “Astrazeneca e decessi: c’è nesso causale.”

  1. Margherita Biernacka

    Hai ragione Tiziano,la cosa che fa incavolare di più è la scarsa libertà di scegliere. Personalmente non mi sono mai vaccinata contro l’influenza ma nessuno mi ha rotto le scatole, qua invece ti ricattano, tirano fuori tutte le scuse . Ultima testimonianza: cugina di mio marito ,PER MOTIVI DI LAVORO vaccinata a marzo. Bene, da stasera si trova in terapia intensiva ,positiva Covid, grave insufficienza respiratoria! 51 anni. Anche in questo caso risposta era molto chiara: Signori miei ,si sa che il vaccino non ha tutta quella efficacia. Allora non rompere così detti…se mi voglio vaccinare lo faccio se no nessuno mi dovrebbe obbligare! Un caro saluto Marghy

  2. fate come me , NON vaccinatevi !!! Ormai il Covid se ne è andato e chi diventa positivo è a causa dei vaccini , i quali procurano varianti vari .. Ormai , hanno comprato i vaccini e li vogliono smaltire per forza , altrimenti vanno a male.

  3. Margherita Biernacka

    Guarda Tiziano, tutto quello che hai scritto a dicembre sta accadendo sul serio. Cominciamo: vicina di casa (72 anni) in piena salute ,va a farsi vaccino …molto spaventata ma …obbligata dal figlio.Torna a casa ,di notte sta male,mi chiama piangendo e dichiara :non riesco a respirare! Chiamo 118,arrivano immediatamente la portano a RE e,senza fare il tampone ,la sbattono nel reparto Covid.Ossigeno a flusso massiccio ,alla mattina si decidono di fare il tampone NEGATIVO!!!Ai,che marronata, la spostano allora nel reparto medicina. Peccato che ha passato 12 ore nel reparto infestato…Diagnosi:polmonite . Curano la polmonite ma intanto la siringano con eparina(si sa perchè). E’ tornata a casa dopo15 giorni,ridotta in una pietà vivente.Naturalmente NESSUN NESSO CON VACCINO. E questo accade di lunedi.
    Martedì sera altra ambulanza,altra vicina di casa 59 anni,giorno prima ha fatto vaccino obbligata dai datori di lavoro. Infarto…
    Mercoledì notte altra ambulanza,altro vicino.74 anni,pomeriggio vaccino ,di sera malessere, di notte ictus e alla mattina decesso .NATURALMENTE,SECONDO DOTTORI, NESSUN NESSO CON VACCINO. Non abito a New York in un grattacielo,abito in un palazzo di 14 famiglie e penso che 3 casi su 8 vaccinati è un po’ troppo per i miei gusti. Sempre Astra Zeneca…
    Questa mattina sono stata a fare la visita al mio dottore di famiglia,sai perchè? Rispondo con le sue testuali parole: “Da quando mi hanno vaccinato non sono più me stesso”. Credevo di vivere in un paese un pochino più intelligente, credevo!!!!
    Questi sono esempi che ho toccato con le mie mani(per modo di dire) non voglio raccontare altri,mi basta così! Un abbraccio Margherita

    1. Grazie per la tua testimonianza Margherita. Diciamo che senza voler pretendere che la nostra esperienza sia verità universale comunque c’è una discordanza molto forte tra la narrazione ufficiale e le tante piccole esperienze di ognuno di noi che non può non imporre una riflessione che tuttavia quasi nessuno sembra alla fine voler fare perché troppo impegnato a “credere” nella campagna di vaccinazione come a un nuovo “idolo”. In realtà è solo il Signore che può salvarci, resta questo. Staremo a vedere spero che quanta più gente possibile passi indenne questo periodo molto duro. Un abbraccio, buona giornata.

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: