facebook

Come difendersi da una accusa di diffamazione per messaggi scritti in un gruppo su facebook

Mi sono ficcato in un bruttissimo problema. Il fatto è che sono stato offeso su facebook su un gruppo da una tipa. Io stupidamente, al posto di fregarmene ho risposto con la stessa patetica moneta, ovvero con offese pensando che finisse lì. Questa tipa, allora, è andata a denunciarmi salvando tutte le offese che le sono arrivate da me e cancellando il post iniziale di offese creato da lei, almeno da quel che dice. Io le offese … Continue reading

#facebook  è uno strumento eccezionale, che ti consente di…

#facebook  è uno strumento eccezionale, che ti consente di avere una sfera di influenza e condivisione molto più ampia, e di intervenire nella vita delle altre persone, dei tuoi amici e partner di lavoro, studio, vita privata, associativa e così via. E, il tutto, alla sola ed unica condizione di essere un #idiota.

Possiamo constatare come oggi #facebook abbia finalmente mantenuto…

Possiamo constatare come oggi #facebook abbia finalmente mantenuto e realizzato la promessa iniziale, quella di diventare il Gazzettino degli #idioti

quando un pubblico ufficiale viene diffamato su facebook

Mio fratello svolge un lavoro di rilievo nella città in cui viviamo,rappresenta un pubblico ufficiale,sempre a contatto con i cittadini e spesso anche con la maleducazione e l’arroganza di chi le regole non vuole rispettarle. Recentemente è capitato che una persona abbia pubblicato sul suo profilo del social network facebook una serie di offese ed insulti facendo nome e cognome di mio fratello che io ho potuto direttamente leggere in quanto la persona suddetta rientra tra gli … Continue reading

Uomo si spaccia per donna in chat: commette reato?

In una chat sul web,un individuo di sesso maschile che si atteggia (utilizzando nickname,fornendo informazioni) figurando in definitiva come un individuo di sesso femminile o viceversa,incorre nel reato di sostituzione di persona qualora non non vi sia intenzionalità di creare danno ne di ottenere particolare in una chat sul web,un individuo di sesso maschile che si atteggia (utilizzando nickname,fornendo informazioni) figurando in definitiva come un individuo di sesso femminile o viceversa,incorre nel reato di sostituzione di persona … Continue reading

Facebook: la prima condanna ai danni per diffamazione.

Riportiamo di seguito la prima sentenza italiana che condanna una persona al risarcimento dei danni per diffamazione commessa tramite il noto social network facebook. Se ne consiglia la attenta lettura a tutti i frequentatori di quello, ma anche di altri, spazi telematici. Ricordo che è molto poco intelligente offendere altre persone per iscritto, in un contesto in cui tutto rimane tracciabile e documentabile, dal momento che ciò rende molto più facile portare in tribunale situazioni come queste. Tribunale di Monza Sezione … Continue reading

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: