Categorie
pillole

«A volte accadeva: Dantès, gettato nuovamente …

«A volte accadeva: Dantès, gettato nuovamente nel mondo, di tanto in tanto aveva un imperioso bisogno di solitudine. E c’è forse solitudine piú immensa e piú poetica di quella di una nave che galleggia sul mare, nel buio della notte, nel silenzio dell’immensità e sotto lo sguardo del Signore?»

Alexandre Dumas – Il conte di Montecristo

Categorie
pillole

«Danglars era uno di quegli uomini calcolator …

«Danglars era uno di quegli uomini calcolatori che nascono con una penna dietro l’orecchio e un calamaio al posto del cuore; per lui, a questo mondo, tutto era sottrazione o moltiplicazione, e una cifra gli sembrava assai piú preziosa di un uomo quando quella cifra poteva accrescere la somma totale che invece l’uomo poteva decurtare.»

Alexandre Dumas – Il conte di Montecristo

Categorie
pillole

In angulo cum libro

«Del resto è vero che oggi molte delle informazioni che si trovano in un libro, specialmente se parliamo di saggistica, si potrebbero trovare anche tranquillamente on line dopo una o due ricerche con un apposito motore.

Se una persona sceglie di reperire quelle stesse informazioni in un libro, il motivo risiede evidentemente nel tipo di esperienza che, nel fare il suo lavoro di ricerca e approfondimento, quella persona intende fare.

La lettura di un libro cartaceo offre, infatti, un genere di esperienza, fatta di raccoglimento, focalizzazione, serenità e in un certo senso intimità, che non può mai essere restituita da una ricerca davanti ad un terminale, se non in minima parte.

È per questo, credo, che il libro resiste ancora molto ad una digitalizzazione completa, che, probabilmente, non ci sarà mai, perché ci sono ancora molti appassionati di quel gesto di raccoglimento, in disparte, con un supporto cartaceo, a leggere, che solo può dare un certo tipo di emozioni.

Lo diceva espressamente Tommaso da Kempis: «in omnibus requiem quaesivi et numquam inveni, nisi in angulo cum libro». Anche oggi le persone sono settate su questo tipo di emozioni, e ancora molta acqua deve passare sotto i ponti per sostituire a «cum libro» un eventuale «cum e-reader»…»

Categorie
pillole

Un libro interessante del grande Giacobbe seg …

Un libro interessante del grande Giacobbe segnalato dalla nostra bravissima Giorgia ??

Categorie
pillole

Hai sempre snobbato la lettura sul cellulare? …

Hai sempre snobbato la lettura sul cellulare? Forse puoi
riconsiderarla: è sempre meglio di non leggere, in molti casi.

Categorie
pillole

«Forse, – pensava, – allora sembravo davvero …

«Forse, – pensava, – allora sembravo davvero strano e ridicolo; ma non ero poi cosí folle come sembrava.

Al contrario, allora ero piú intelligente e perspicace che mai, e capivo tutto ciò che vale la pena di capire nella vita, perché… ero felice»

Lev Tolstoj – Guerra e pace

Categorie
pillole

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavasser …

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavassero sangue e gli facessero prendere medicine, guarí ugualmente.»

Lev Tolstoj – Guerra e pace

Categorie
pillole

«Guardò il cielo. E il cielo era altrettanto …

«Guardò il cielo. E il cielo era altrettanto incantato della terra.

Il cielo si stava rasserenando, e sopra le cime degli alberi correvano rapide le nuvole, come a svelare le stelle. A volte sembrava che il cielo si rasserenasse e apparisse un cielo nero, terso. A volte sembrava che quelle macchie nere fossero nuvolette. A volte sembrava che il cielo si levasse alto, altissimo sopra la testa; a volte il cielo si abbassava del tutto, tanto che lo si poteva toccare con la mano.»

Lev Tolstoj – Guerra e pace

Scopri Guerra e pace [Due volumi indivisibili] di Tolstoj, Lev, Ginzburg, Leone, Guercetti, Emanuela: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29? spediti da Amazon.
Categorie
pillole

prestitodigitale, una gran figata per ottene …

prestitodigitale, una gran figata per ottenere libri gratis senza spostarsi: basta solo una connessione internet.

Condividi, se condividi ??

Categorie
pillole

«E Mosca li risucchiava sempre di piú. Quando …

«E Mosca li risucchiava sempre di piú. Quando l’acqua viene versata sulla terra arida, scompaiono sia l’acqua, sia la terra arida; esattamente allo stesso modo, quando l’esercito affamato entrò nella città opulenta e vuota, si annientò l’esercito e si annientò la città opulenta; e si creò fango,»

Lev Tolstoj – Guerra e pace