Categorie
pillole

Una delle tappe fondamentali di ogni percorso…

Una delle tappe fondamentali di ogni percorso evolutivo é fare pace coi propri lati oscuri. L’odio non esiste per caso, anch’esso é un dono di Dio. Serve per proteggere tutto ciò che ami.

Categorie
pillole

«La parola “meditazione” viene dal latino “me…

«La parola “meditazione” viene dal latino “meditari”, forma passiva del verbo che letteralmente significa “essere mosso verso il centro”. La coscienza rimane passiva mentre è mossa verso il centro
(l’inconscio), dove può raggiungere la totalità: una riunificazione con i contenuti e con le tendenze che sono stati esclusi dalla coscienza.» (Milton Erickson)

Categorie
pillole

Counseling significa insegnare di nuovo ad un…

Counseling significa insegnare di nuovo ad una persona a raccontarsi e farla così ricominciare ad esistere.

Categorie
counseling

Ascoltare e accettare le persone come enigmi.

É un po’ così che ascolto nella mia pratica di counseling, credo sia così che si finisca per ascoltare quando si abbandona il giudizio e si finisce, così, per accogliere persone che hanno «nella pancia» cose incredibili, cioè le emozioni più improbabili, controintuitive, irrazionali, persino spiritose e divertenti nella loro paradossalità, tanto che davvero ognuno va ascoltato, e davvero persino amato ed accolto, come un enigma, come quell’enigma che é.

Della personalità di ognuno di noi sia gli altri che noi stessi infatti non vediamo che la punta dell’iceberg, mentre ci sono le famose parti profonde, e le varie subpersonalità, di cui ti parlo spesso, che non sai mai di quale parere saranno in ordine a quello che ti accade nella vita.

Un’altra cosa che voglio dire, e poi chiudo, é che un counselor deve allenare la sua attenzione, cosa che oggigiorno si fa con la meditazione e con le varie forme di resistenza alle distrazioni digitali, aspetto quest’ultimo assolutamente fondamentale e di cui parlerò presto nel blog, cui ti invito ad iscriverti sin da ora.

Se, infatti, il counselor non é in grado, per mancanza di allenamento, di focalizzare e tenere focalizzata la sua attenzione, non può ascoltare in maniera efficace. Se porta la sua frammentarietà incurata nella seduta, ugualmente non può ascoltare in modo funzionale.

«Sforzarsi senza tregua di pensare a chi ti sta davanti, prestargli un’attenzione reale, costante, non dimenticarsi un secondo che colui o colei con cui tu parli viene da un altro luogo, che i suoi gusti, le sue idee e i suoi gesti sono stati plasmati da una lunga storia, popolata da molte cose e da altre persone che tu non conoscerai mai. Ricordarsi in continuazione che colui o colei che guardi non ti deve nulla, non e? una parte del tuo mondo, non c’e? nessuno nel tuo mondo, neppure tu.
Questo esercizio mentale – che mobilita il pensiero e anche
l’immaginazione – e? un po’ duro, ma ti conduce al piu? grande godimento che ci sia: amare colui o colei che ti sta davanti, amarlo per quello che e?, un enigma – e non per quello che credi, per quello che temi, per quello che speri, per quello che ti aspetti, per quello che cerchi, per quello che vuoi.»»

(Christian Bobin – da “Autoritratto al radiatore”)

Categorie
pillole

«- Conosco la differenza tra le persone che s…

«- Conosco la differenza tra le persone che sanno aprire il loro cuore e quelle che non sanno farlo. Tu sai farlo.
– E se uno lo apre cosa accade?
– Si guarisce.»

(Haruki Murakami, Norwegian Wood)

Categorie
pillole

Te le avevo promesse, oggi te le consegno: le…

Te le avevo promesse, oggi te le consegno: le previsioni astrologiche segno per segno di Gianluca Ruggeri.

Non le solite previsioni di inizio anno, ma una grande lezione su questa storia infinita che é la vita…

Note dell'episodio. Nella puntata di oggi, le meravigliose previsioni per il 2020 dallo psicoastrologo Gianluca Ruggeri, dal sito www.sestopotere.it Riferimenti. Di seguito, alcuni precedenti post del blog, o puntate del podcast, menzionati durante l'episodio o comunque aventi ad oggetto tematiche collegate a quelle trattate in questa puntata, che ti consiglio di consultare. blog.solignani.it/2019/11/07/relazioni-amore-coppia-nel-2020/
Categorie
pillole

La saggezza della mente é stoltezza agli occh…

La saggezza della mente é stoltezza agli occhi del cuore e dell’inconscio.

Categorie
counseling

Anima: vuole quante più connessioni possibile.

Un testo molto bello sull’importanza delle connessioni per la nostra anima, che, evidentemente, concepisce se stessa davvero come un organismo collettivo, in contrapposizione alle tendenze egoiche, oggi predominanti, che sono monadiche e che, come é ormai evidente, conducono all’infelicità.

Un abbraccio.

«La relazione intima è caratterizzata, individuata e discriminata dalla possibilità che essa offre, alle persone coinvolte, di esporre la propria anima senza timore. Un’esposizione di anima altrimenti difficile e dolorosa che non si può dare in contesti qualsiasi, un’esposizione di anima finalizzata a fare anima.Talvolta queste condizioni si verificano nel rapporto amoroso, oppure nell’amicizia, in famiglia o nella relazione terapeutica.
Secondo Hillman infatti l’anima ha una natura collettiva: “Possiamo rivelarci a noi stessi attraverso un altro, ma non possiamo riuscirci da soli”. E ancora: “L’opus dell’anima ha bisogno di intimo rapporto, non soltanto per individuarsi ma anche solo per vivere”.
Le relazioni intime sono dunque di vitale importanza per l’uomo, tutti le cerchiamo, un po’ le temiamo, ma non possiamo farne a meno, anche se quasi sempre sono difficili e problematiche; croce e delizia. E tuttavia è triste sentirsi esclusi anche solo da alcune di esse. Quando poi l’esclusione dalle relazioni intime è completa, la vita diventa terribilmente povera, è la peggiore delle sciagure che possa capitare.
A tutti noi capita di sperimentare difficoltà diverse a seconda della diversa intimità della relazione.
A volte le relazioni intime sono il luogo dove sperimentiamo la maggiore felicità e la maggiore difficoltà.
Questo avviene perché l’intimità fa emergere i contenuti primitivi del nostro mondo interno.
In questo modo spesso usiamo la distanza dalle persone che amiamo per allontanarci da ciò che fanno emergere di noi.
E così, anziché diventare intimi, diventiamo assenti. Lasciamo gli altri per non saper stare con noi.
E questa assenza ha il sapore della distanza, dell’affanno e della nostalgia per ciò che sarebbe potuto essere e non è stato. Né nella nostra vita, né nelle nostre relazioni.»

(Unico Armici)

Categorie
counseling

Qualità dell’essere: al centro di tutto.

Post speciale con i miei auguri per il 2020…

Il mio sogno era di diventare insegnante, ma non di una disciplina tradizionale come la lingua italiana, la matematica, la fisica, bensì delle qualità dell’essere: compassione, non giudizio, empatia, ascolto, bellezza, musica, emozioni, inconscio

Tutte quelle cose che sono assolutamente necessarie per vivere bene e in maniera appagante, da uomini liberi e non da schiavi, come invece ci hanno educato.

Sì perché le qualità dell’essere non ce le insegna nessuno.

Non la scuola, che si dedica alle materie classiche, diventando spesso purtroppo una fucina di mentalizzazione, non la famiglia, dove si fa sempre più fatica non dico a parlare di queste cose, ma spesso a parlare tour court, perché c’è sempre un «altro impegno» più importante, o, in mancanza, un messaggio, una chat, un commento o un like, veicolati da una tavoletta, cui dare prioritariamente attenzione.

Non le insegna la Chiesa e questa è la mancanza più grave e
«colpevole» perché la Chiesa, col catechismo e con tutte le altre attività pastorali, esiste proprio per prendersi cura dell’anima. Il Vangelo, che tu ci creda o no, é un insuperabile manuale di crescita personale e cura dell’anima, peccato che non ci sia rimasto quasi più nessuno, a partire proprio dalla Chiesa, a veicolarne i messaggi.

Oggi la formazione, soprattutto dei giovani, é completamente rovesciata.

La prima cosa che dovrebbe apprendere un uomo libero sono le qualità dell’essere: per essere un bravo amico, figlio, fratello, coniuge, genitore un domani. La seconda cosa di cui si dovrebbe prendere cura un giovane uomo, una giovane donna, é il suo corpo: un dono
meraviglioso, il primo mistero, da cui tanto dipende tutto il resto. Solo da ultimo ci si dovrebbe prendere cura della mente.

Oggi invece é tutto rovesciato. Sì é schiacciati dal lavoro di formazione mentale, che spesso degenera in una mentalizzazione, che causa spessissimo piccole o grandi nevrosi – su questo sfido chiunque a dimostrare il contrario. Si fa poco per il corpo. Non si fa niente, assolutamente niente per l’anima.

Poi ci si scopre – grazie al cazzo – ad essere bravi lavoratori, ma con relazioni col coniuge, coi figli, coi genitori, cogli amici devastate, e devastanti. Cioè, come dico sempre: giganti nel lavoro, nani nella vita privata.

Ma la vita vera é quella del lavoro o la famosa vita privata?

Avevo un sogno, dunque. Quello di diventare insegnante di qualità dell’essere.

Nel 2019, grazie a Dio, l’ho realizzato. Ho potuto aiutare, nella mia pratica di counseling, tante persone ad aprire gli occhi, a prendere consapevolezza di tante cose e di come è fatto davvero il cuore dell’uomo, il nostro cuore, a tornare a viverci dentro, scendendo di un piano, dalla testa al petto, a riprendere a vivere con
soddisfazione all’interno di matrimoni e convivenze che erano pieni di dolore.

La cosa che ogni volta ancora mi stranisce é che basta così poco, non ci vuole poi molto ad acquisire le consapevolezze necessarie per vivere bene con se stessi e con gli altri…

Al 2020 chiedo solo di poter continuare così, diventare giorno per giorno una versione migliore di me stesso ed avere l’occasione di aiutare sempre più persone.

Grazie per l’affetto con cui mi segui sempre, significa molto per me

Buon anno 2020, che la mano di Dio sia sempre su di te per proteggerti. Un abbraccio.

Per il 2020, ti auguro di ottenere davvero quella vita che al momento fingi solamente di avere sui social, per poi scoprire così che in realtà non ti serve per essere felice.