Categorie
pillole

Questo processo era proprio quel che serviva …

Questo processo era proprio quel che serviva a Salvini per togliersi dalla decozione cui, come leader, si stava ormai avviando…

Audizione il 4 dicembre anche per Trenta, Lamorgese e l'ambasciatore Massari. L'udienza a porte chiuse in un tribunale blindato. Piccolo incidente per ?
Categorie
pillole

Comunque è un peccato non poter più andare in…

Comunque è un peccato non poter più andare in giro proprio adesso che Salvini aveva tolto le accise sulla benzina

coronavirus

Categorie
pillole

Intanto in Italia, mentre il governo sta la…

Intanto in Italia, mentre il governo sta lavorando per abrogare i decreti sicurezza del politicamente scorretto Salvini…

Categorie
pillole

Credo che i politici che ci ritroviamo oggi, …

Credo che i politici che ci ritroviamo oggi, un po’ tutti – da quello che cerca il senso della vita citofonando a quell’altro che si presenta in piazza col cerchietto, compreso quello che ha sconfitto la povertà degli spacciatori, e tutti gli altri – siano il segno che, come popolo, abbiamo perso la capacità di riconoscere un coglione quando lo vede.

Ciò nonostante i notevolmente accresciuti livelli di istruzione e di «informazione» disponibili oggigiorno, o forse, esattamente al contrario, proprio a causa degli stessi, che uno poi, allora, si chiede se siano vera formazione o informazione e non, piuttosto, una deformazione collettiva.

Credi, insomma, che un contadino italiano degli anni 50 con la sua terza elementare avrebbe mai potuto dare la propria fiducia a Di Maio, Salvini o al capo sardina? O dare il proprio endorsement ad audaci slogan come «porti aperti come i nostri culi?»

Come disse un grande del passato, «non sempre ciò che viene dopo é progresso».

A ben guardare, in questo aforisma sembra esserci la storia
dell’umanità, che non è affatto una storia di progresso, almeno qui in Europa, sicuramente in Italia.