Categorie
biblioterapia libri

Libri che possano riconciliare con Dio.

Vorrei un libro che mi riconciliasse con Dio.

È una bellissima richiesta, grazie.

La domanda dipende molto dalla tua situazione attuale, dalle cose con cui risuoni al momento, quindi molto anche dal tuo vissuto, da tutto quello che ti ha portato sino a qui.

Dalla tua domanda si coglie un desiderio di riavvicinarti a Dio, dal quale ti sei allontanata così, inconsapevolmente, o magari dopo una ferita, un dolore, ricevuto dalla vita.

Più che un libro potrebbero essere utili due o tre sedute di counseling, per capire meglio che cosa c’è dietro a questa «separazione», che per l’uomo è davvero dolorosa, il suo allentamento da Dio, come testimonia la nostra epoca più di ogni altra.

Se, in qualche modo, sei ancora credente o aperta alla possibilità di credere in alternativa, o anche insieme, al counseling, puoi anche cercare un consigliere spirituale che sarà sicuramente lieto di aiutarti a riallacciare il tuo rapporto con Dio.

Infine, la pratica della preghiera può essere davvero molto utile e fondamentale. In fondo, preghiamo tutti per sentirci più vicino a Dio e il rosario è appunto il sistema che abbiamo ricevuto per sentirci più vicini ai misteri della nostra fede, sempre, ovviamente, che tu sia cattolica; qualora non lo fossi, non importa, il discorso sarebbe valido ugualmente, mutatis mutandis.

Fatte queste importanti premesse, veniamo a parlare finalmente di libri. Il tema è davvero sconfinato, mi limiterò a dare solo qualche spunto, le prime cose che mi vengono in mente.

Personalmente, trovavo convincenti e irrobustenti il mio rapporto con Dio anche i libri scientifici, come quelli di biologia studiati al liceo, quando ti facevano toccare con mano la logica e i principi ispiratori del creato, tanto che si può davvero dire che tante vie portano a Dio.

A parte questa notazione, tuttavia, in generale io penso che il linguaggio che l’anima – che è quella parte di noi che più anela al rapporto con Dio – comprende meglio e da cui più si fa muovere sia quello della poesia e della bellezza.

Da questo punto di vista, le opere che possono essere utili sono tantissime, di nuovo ripeto che ne cito solo alcune.

«Guerra e pace», il grande capolavoro di Lev Tolstoj che ho appena finito di leggere, è intriso di riferimenti espliciti al Vangelo e precipita da una evidente concezione cristiana che emerge con chiarezza in tante parti dell’opera. L’ho adorato, è veramente un capolavoro altissimo. È impegnativo, ma restituisce tutti gli sforzi che si fanno per leggerlo con gli interessi. Ti consiglio la versione che puoi visualizzare facendo clic qui.

Ci sono tante altre opere di narrativa, specialmente dei grandi classici, dove Dio è una presenza viva e determinante, uno dei tanti personaggi per così dire, opere che così riavvicinano a Dio.

Una saga ad esempio che contiene tanta fede è la saga degli ultimi, della mia maestra Silvana De Mari, su cui puoi leggere maggiori informazioni qui.

A parte questo, ci sono alcuni libri della Bibbia che sono bellissimi, vere e proprie poesie, storie magiche, miti, che credo possano funziona molto bene a riguardo: cito ad esempio il libro di Giobbe, di cui parlo spesso nelle mie sedute di counseling, la storia di Tobia e Sara, a suo modo molto poetica, il Cantico dei cantici, l’Ecclesiaste. Il libro che trabocca più di amore per Dio è ovviamente quello dei salmi, su cui c’è un bel saggio di C.S. Lewis, il celebre autore delle Cronache di Narnia. Come edizione della Bibbia, ti consiglio di prendere questa.

Spero di averti dato qualche spunto utile, grazie ancora per la tua bellissima domanda.

Iscriviti al blog per non perdere il fondamentale post del giorno.

Dai un’occhiata ai miei libri già pubblicati e ai progetti in corso a questa pagina.

Categorie
biblioterapia libri

Qual è il tuo linguaggio dell’amore?

Saggio

Una richiesta estremamente sintetica!

La saggistica dipende dagli interessi di ognuno di noi, quindi sarebbe sicuramente stato preferibile indicare quello che ti piace, quello che risuona di più con te.

Per ogni settore dell’esperienza umana, ci sono dei saggi fondamentali, ma è evidente che un libro, per quanto magnifico possa essere, ad esempio in materia di giardinaggio è destinato a risuonare poco con te, se il giardinaggio è una materia che non ti interessa.

Come sempre, si conferma la grande verità per cui qualsiasi percorso di evoluzione o «terapeutico» come la biblioterapia, ma anche, come ho detto tante volte, gli arcani, inizia al momento della formulazione della domanda.

È importante saper formulare le domande più funzionali di partenza, altrimenti si rischia di non arrivare da nessuna parte significativa.

Tutto ciò premesso, volendo comunque dare un consiglio in generale, a prescindere dallo specifico settore di interesse, a mio giudizio un libro che dovrebbe davvero leggere e assorbire ognuno di noi è quello dei 5 linguaggi dell’amore, su cui puoi trovare maggiori informazioni qui.

Si tratta di un manuale fondamentale del grande Gary Chapman, che consiglio a pressoché tutti i miei clienti del counseling, clienti dello studio legale, amici, parenti e conoscenti, perché coglie alcune fondamentali verità delle relazioni umane.

Siccome, come è stato giustamente detto «la vita è l’arte dell’incontro» (la citazione è in un disco di Vinicio de Moraes e Sergio Endrigo), un saggio che ti insegna cose fondamentali in materia di relazioni può a ben diritto essere considerato tra i primi libri da leggere, anche in mancanza di indicazioni specifiche.

Buona lettura.

Iscriviti al blog per ricevere il fondamentale post del giorno, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì alle ore sette del mattino.

Chiedi anche tu l’indicazione di un libro da leggere: clicca qui.

Categorie
pillole

Un giorno notò che le delusioni di quelli di …

Un giorno notò che le delusioni di quelli di cui non gliene fregava un cazzo le facevano poco o punto male, così adesso non gliene frega più un cazzo di nessuno

microstorie

Categorie
pillole

il compito principale del padre

Lui continuò:

«Dopo il terzo giorno che avevi parlato in continuazione, per ore ed ore, con me, con tuo figlio e con le tue amiche di dove sarebbe stato meglio acquistare i libri di scuola, se al supermercato, se alla tal cartoleria o alla talaltra, ho pensato una cosa, della quale – ti chiedo scusa, ma – sono convinto ancora adesso: che oggigiorno il compito principale di un padre è quello di difendere il figlio dalle nevrosi e dalle isterie di sua madre. Così ho deciso di prenderlo e andarmene, creando una vita migliore per lui e per me».

Lei raccolse le braccia, che sino a quel momento aveva tenuto appoggiate sulle gambe, e se le portò al petto. Fece per incrociarle e chiudersi a braccia conserte, ma rimase per alcuni lunghi istanti con le braccia a mezz’aria, senza andare né avanti né indietro, finché, espirando, le lasciò ricadere sulle cosce.

Lui la guardò come un cane ferito, come se la vera vittima dell’ingiustizia, quella che lui aveva perpetrato a lei, fosse invece lui stesso e lei capì che, in fondo, anche quella, in questa strana situazione, era una delle verità.

Guardò in basso e poi a mezza voce, sussurrando, senza replicare nulla gli disse: – «Continua, vai avanti…».

Categorie
pillole

Scrivere al mare

Il mare mi fa scrivere meglio, dovrei venire a scrivere sempre qui

Categorie
libri

Chiusura prima bozza: la via del cuore coi tarocchi.

Cogli la prima bozza.

Nei giorni scorsi, ho chiuso la prima bozza del libro «La via del cuore con i tarocchi», un manuale di auto aiuto per tornare a vivere nel cuore con lo strumento straordinario degli arcani maggiori, che insegna a leggerli sia per gli altri che per pratiche individuali.

pexels-photo-2843275

Ora, le fasi successive sono appunto la correzione di questa prima bozza, l’editing e quindi la preparazione per la pubblicazione, che, come ti avevo detto, avverrà sia in formato digitale, che in formato cartaceo – peraltro, come dico anche all’interno del libro, consiglio di procurarsi entrambi i formati, perché ognuno presenta dei vantaggi esclusivi rispetto all’altro.

Sarà possibile, in via eccezionale, che venga inserito qualche nuovo contenuto, ma la struttura e comunque anche i contenuti dovrebbero già essere quelli della versione definitiva del libro.

I beta reader con cui ho già allacciato rapporti di collaborazione sono già al lavoro. Stanno leggendo una copia del libro esportata da Scrivener su Google Documenti e mi stanno lasciando i loro commenti. Questo sistema offre il vantaggio di poter aggiungere man mano altri beta reader, facendoli «puntare» tutti alla stessa versione del documento e consentendo ad ognuno di lasciare un commento e, al contempo, vedere quelli lasciati dagli altri.

Scrivener, quanto lo adoro.

Voglio darti adesso un po’ di statistiche, che saranno curiose in particolare per tutti gli amici scrittori che seguono il blog. Avendo utilizzato Scrivener, è facile tenere traccia del modo in cui ha avuto luogo la «lavorazione» del libro.

Scrivener, infatti, è un software fantastico che consente di tenere traccia di tutto il lavoro che fai, a livello estremamente granulare, dando modo a noi scrittori di valutare il modo in cui lavoriamo e le «dimensioni» dei nostri lavori e del nostro impegno.

A proposito, se ti interessa imparare ad utilizzare questo software, tieni d’occhio il blog: ho già pubblicato qualcosa a riguardo, che trovi qui, e altre cose pubblicherò in futuro, man mano che ne approfondirò il funzionamento.

Statistiche che passione.

Ecco un po’ di dati della lavorazione del libro.

Il libro è, al momento, lungo 159 pagine. Per scrivere il libro ci ho messo 69 giorni, compilando una media di poco meno di 4000 battute al giorno, sabato e domenica compresi.

La parola «tarocchi» viene utilizzata 361 volte.

Ricerca di un editore.

Il libro uscirà comunque, nel senso che se non riuscirò a trovare un accordo editoriale adeguato con una casa editrice, lo pubblicherò in auto-editoria.

Preferirei infatti collaborare, per la pubblicazione, con un editore, ma bisogna vedere se riesco a trovare una casa editrice con cui concludere un accordo soddisfacente sotto i vari profili che interessano ad un autore, tra cui la distribuzione e la possibilità per i miei lettori di acquistare agevolmente copie in qualsiasi formato.

Se sei un editore, agente letterario o puoi indicarmi qualcuno che può essere interessato a lavorare su questo progetto, contattami in privato.

Beta reading.

Il beta reader legge la prima bozza, segnala le parti che sono magari da integrare, da chiarire, gli errori, le ripetizioni e così via, avendo accesso sia alla prima bozza sia naturalmente ad una copia gratuita nel momento in cui il libro sarà poi pubblicato.

Se vuoi proporti come beta reader anche tu volentieri, registrati dalla pagina ufficiale del libro scrivendo nelle note che sei disponibile a fare il beta reader. Oppure contattami dal modulo di contatto del blog.

Conclusioni.

  • Iscriviti al blog, per ricevere il fondamentale post del giorno per sapere sempre come cavartela nelle tue situazioni legali e personali.
  • Se ti interessano gli arcani, seguimi anche su instagram, dove posto spesso tiraggi con relative spiegazioni. Clicca qui
  • Registrati per essere avvertito quando il libro sarà disponibile per la pubblicazione e per partecipare al sorteggio per una stesa gratuita. Clicca qui
  • Dai un’occhiata agli altri libri che ho già scritto e a quelli che sto scrivendo. Clicca qui

Evviva noi e grazie sempre di tutto.

Categorie
pillole

mattone in testa

«Togli subito il disclaimer di riservatezza in calce da tutte le tue mail e, se un giorno mai ti tornasse la voglia di rimetterlo, prendi un mattone e inizia a dartelo in testa finché non ti passa.»

Categorie
libri

Leggere sul cellulare for dummies.

Oggi ho insegnato a mia madre a leggere sul cellulare.

Le ho installato Google Play Libri e le ho dato una copia de «Il vecchio che leggeva romanzi d’amore» di Sepulveda, che, per iniziare è ottimo: è un romanzo breve e una storia bellissima.

Le ho ingrandito i caratteri, ampliato leggermente l’interlinea e attivato il filtro luce blu per la visualizzazione serale. Lei ha un Note 9, con un display abbastanza grande.

Le si è aperto un mondo.

Anch’io preferisco il cartaceo, e vi resterò sempre legatissimo, ma credo che il digitale non sia da sottovalutare, in alcune circostanze può essere molto utile.

Alla fine, l’importante è leggere, quindi stare coi libri.

Certo l’esperienza col cartaceo è migliore, ma non per questo possiamo rinunciare alle alternative.

Ovviamente, un lettore con schermo e-ink sarebbe più riposante, ma il cellulare presenta il vantaggio di essere sempre con te…

Inoltre, l’ecosistema di Play Libri offre diversi vantaggi interessanti: tutti i libri, con i progressi di lettura, note, segnalibri, evidenziazioni, si sincronizzano. Così lei può, a seconda di come le conviene, leggere anche sul suo iPad.

Altri libri che le ho passato dopo il romanzo di Sepulveda:

È andata a finire che mi ha detto che vuole leggere Guerra e pace…

Iscriviti al blog per ricevere il post del giorno.

Non sai cosa leggere? Prova il mio sportello gratuito di biblioterapia!

Categorie
pillole

Tornato disponibile su play store il mio favo …

Tornato disponibile su play store il mio favoloso racconto breve «Le tre donne di D.»

Se mi ami lo comperi, se mi detesti anche.

Al prezzo di un ?! Caccia i soldi, clicca qui sotto ?

Le tre donne di D. - Ebook written by Tiziano Solignani. Read this book using Google Play Books app on your PC, android, iOS devices. Download for offline reading, highlight, bookmark or take notes while you read Le tre donne di D..
Categorie
pillole

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavasser …

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavassero sangue e gli facessero prendere medicine, guarí ugualmente.»

Lev Tolstoj – Guerra e pace