Categorie
pillole

il compito principale del padre

Lui continuò:

«Dopo il terzo giorno che avevi parlato in continuazione, per ore ed ore, con me, con tuo figlio e con le tue amiche di dove sarebbe stato meglio acquistare i libri di scuola, se al supermercato, se alla tal cartoleria o alla talaltra, ho pensato una cosa, della quale – ti chiedo scusa, ma – sono convinto ancora adesso: che oggigiorno il compito principale di un padre è quello di difendere il figlio dalle nevrosi e dalle isterie di sua madre. Così ho deciso di prenderlo e andarmene, creando una vita migliore per lui e per me».

Lei raccolse le braccia, che sino a quel momento aveva tenuto appoggiate sulle gambe, e se le portò al petto. Fece per incrociarle e chiudersi a braccia conserte, ma rimase per alcuni lunghi istanti con le braccia a mezz’aria, senza andare né avanti né indietro, finché, espirando, le lasciò ricadere sulle cosce.

Lui la guardò come un cane ferito, come se la vera vittima dell’ingiustizia, quella che lui aveva perpetrato a lei, fosse invece lui stesso e lei capì che, in fondo, anche quella, in questa strana situazione, era una delle verità.

Guardò in basso e poi a mezza voce, sussurrando, senza replicare nulla gli disse: – «Continua, vai avanti…».

Categorie
pillole

Scrivere al mare

Il mare mi fa scrivere meglio, dovrei venire a scrivere sempre qui

Categorie
pillole

mattone in testa

«Togli subito il disclaimer di riservatezza in calce da tutte le tue mail e, se un giorno mai ti tornasse la voglia di rimetterlo, prendi un mattone e inizia a dartelo in testa finché non ti passa.»

Categorie
pillole

Tornato disponibile su play store il mio favo …

Tornato disponibile su play store il mio favoloso racconto breve «Le tre donne di D.»

Se mi ami lo comperi, se mi detesti anche.

Al prezzo di un ?! Caccia i soldi, clicca qui sotto ?

Le tre donne di D. - Ebook written by Tiziano Solignani. Read this book using Google Play Books app on your PC, android, iOS devices. Download for offline reading, highlight, bookmark or take notes while you read Le tre donne di D..
Categorie
pillole

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavasser …

«Malgrado i medici lo curassero, gli cavassero sangue e gli facessero prendere medicine, guarí ugualmente.»

Lev Tolstoj – Guerra e pace

Scopri Guerra e pace [Due volumi indivisibili] di Tolstoj, Lev, Ginzburg, Leone, Guercetti, Emanuela: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29? spediti da Amazon.
Categorie
pillole

««Ma perché non avete denunziato tutto alla p …

««Ma perché non avete denunziato tutto alla polizia?»

disse il dottor Villi, ed ebbe una risposta cattiva che avrebbe potuto immaginare. Vide Aureliano Arazzi alzarsi in tutta la sua gigantesca statura, subito imitato dal figlio, e lo sentì dire: «Perché vi sono dei casi in cui la giustizia non basta», disse solennemente il vecchio, «e occorre la vendetta».»

Giorgio Scerbanenco – Milano calibro 9

Categorie
pillole

Da quando mi sono rimesso a scrivere sistemat …

Da quando mi sono rimesso a scrivere sistematicamente, sono diventato un lettore estremamente più attento e soddisfatto

Categorie
pillole

«Era l’estate freddina e un po’ esagitata del …

«Era l’estate freddina e un po’ esagitata del 1966, sulle autostrade gremite per la fuga verso le vacanze le auto si spiaccicavano una contro l’altra, s’incendiavano, saltavano fuori di strada, volavano al disopra del guardrail e intere famiglie, padre, madre e un paio di bambini, morivano malamente.

Era il momento in cui le città si svuotavano e le donne si
spogliavano, sottolineando quel poco che coprivano con stoffe luminescenti; forse anche questo contribuiva al gran lavoro delle case squillo, dato lo stato di agitazione in cui le scarse vestimenta delle donne, tenevano il sensibile maschio italiano.»

Giorgio Scerbanenco – Milano calibro 9

Categorie
pillole

Parlare o stare in silenzio

«Avrebbero potuto riprendere a parlare o continuare a stare in silenzio, non avrebbe fatto nessuna differenza. Con questa consapevolezza, ognuno dei due sfogliava l’album dei propri ricordi e delle proprie sensazioni sul viso dell’altro che, per converso, lo sapeva e si lasciava guardare tranquillo, sicuro che niente di ciò che avrebbe potuto esser richiamato avrebbe potuto cambiar nulla di quello che era tra loro.»

Categorie
pillole

Le parole diventano inutili

«Il fatto è che le parole servono alle anime che si trovano lontane tra loro per avvicinarsi, poi, quando sono ormai vicine, si smettono di usare, perché ci sono altri modi più efficienti di comunicare. Così era, ancora quella sera, e dopo tanti anni, tra loro. Non c’era bisogno di tante parole.»