Categorie
pillole

L’accoglienza che mi piace …

L'accoglienza che mi piace

Categorie
pillole

accoglienza «originario della Guinea Bissau …

accoglienza

«originario della Guinea Bissau»

Categorie
pillole

accoglienza …

accoglienza

Categorie
pillole

Ecco cosa c’è nella pentola alla fine dell’ar …

Ecco cosa c’è nella pentola alla fine
dell’arcobaleno dell’accoglienza

Categorie
pillole

Ma ecco cosa c’è alla fine dell’arcobaleno de …

Ma ecco cosa c’è alla fine dell’arcobaleno dell’accoglienza

«Aveva lavorato per ore nei campi, sotto il sole del sud. Poi all’improvviso il malore, mentre stava tornando a casa. In sella alla sua bicicletta. Si è accasciato sull’asfalto e per lui ogni soccorso è stato inutile.»

Categorie
pillole

accoglienza ? …

accoglienza ?

Il giovane, originario del Mali, era residente a Eboli. Il malore potrebbe essere la conseguenza della fatica e del forte caldo di oggi, con temperature oltre i 40 gradi
Categorie
pillole

accoglienza «Finisce con dieci condannati, …

accoglienza

«Finisce con dieci condannati, nove milioni di euro confiscati, quattro onlus per l’accoglienza dei migranti»

Categorie
counseling

La vera violenza sulla donna sono le menzogne.

É stata recentemente diffusa questa pubblicità di una pillola abortiva che reca la grande bestemmia «Pillole abortive – un dono di Dio».

Poi continua «Prendi il misoprostol la gravidanza finisce – Svegliati e credi in quello che vuoi».

Qui la mano di Satana é evidente – nota tra l’altro lo sfondo di un altare – ma dovrebbe essere ancora più evidente la gravissima violenza verso la donna, che viene invitata a cagare tranquillamente al tempo stesso sul suo corpo e sulla sua anima.

Questo è ciò che rende non solo il corpo della donna, ma tutta la donna, un oggetto, anzi un giocattolo, che deve imparare a ripulirsi da solo, proprio come un forno, per evitare conseguenze considerate spiacevoli.

Questo è ciò che la modernità insegna alle donne, mentre il capolavoro di Satana é che ricevere questa merda ed essere trattate come giocattoli é genuinamente considerato da diverse donne come un «diritto inviolabile». Donne che diventano isteriche quando sentono parlare di sottomissione alla famiglia, ma che poi si annullano completamente in questo modo, dimostrando una pressoché totale mancanza di consapevolezza.

Nessuno si aspetti che Bergoglio o i vescovi, almeno uno, dicano qualcosa a riguardo, sono troppo impegnati a sostenere le migrazioni e l’accoglienza.

[se condividi, condividi]