Categorie
diritto

Green pass: é (decreto) legge.

Scrivo queste righe poco dopo la mezzanotte, é il 23 luglio, ieri il
Governo ha approvato il decreto legge sul green pass.

Il provvedimento dunque é un decreto legge, e non un DPCM, con tutto ciò
che ne consegue – ti parlerò meglio di questo in un post a parte.

Il testo del decreto non è ancora disponibile. Sul sito ufficiale del
governo non è stato pubblicato. Circolano alcune bozze di origine
giornalistica, che qualche giornalista appunto è riuscito a farsi dare, ma
di queste copie non c’è da fidarsi.

Molte volte mi é successo che il testo poi pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale fosse diverso dalle bozze circolate precedentemente, per cui
bisogna assolutamente aspettare il testo pubblicato in Gazzetta.

Qualsiasi commento su un testo non definitivo non avrebbe senso né serietà.

Intanto, é già partita la prima protesta di piazza a Torino contro il green
pass.

Con questo istituto, infatti, siamo a una svolta.

Sta accedendo quello che ti avevo sempre detto che sarebbe accaduto: non
possono, per Costituzione, obbligarti in modo diretto a fare il vaccino,
così ti obbligano in modo indiretto.

Cioè ti limitano talmente tanto la vita che ti costringono, di fatti, a
vaccinarti, anche se appunto non ti obbligano in modo diretto.

Anche questo potrebbe essere un profilo di incostituzionalità.

Il green pass é comunque la battaglia decisiva, se passa questo allora la
guerra per la libertà é persa e potranno imporci quello che vogliono.

Vedremo man mano quello che succederà.

Continuerò a darti copertura informativa e tecnico legale tramite il blog,
sui social solo per brevi spunti.

Ho in programma anche una diretta fb con un grande esponente del mondo
paleo italiano, che stimo molto: Claudio Tozzi. Appena avremo concordato
giorno ed ora te lo farò sapere sempre tramite il blog..

É cominciata la battaglia decisiva, che il Signore ti aiuti e mi aiuti.

Riferimenti


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/01/20/liberta-vaccinale-va-difesa-a-tutti-i-costi/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjAAegQIAhAB&usg=AOvVaw3LCaGGF-lnGn7Xnsm7RRoZ


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/04/02/obbligo-vaccinale-per-i-sanitari-il-vero-scopo/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjABegQICBAB&usg=AOvVaw3_RSqfWPAivx-WKyqbpKFh


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/03/11/vaccino-pfizer-biontech-quel-che-devi-sapere/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjACegQIBxAB&usg=AOvVaw0sYP-lDNWD3LERmrXVrVzA


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/06/08/1-pro-vax-non-di-rado-terrorizzato-spera-d/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjADegQIARAB&usg=AOvVaw3Y2KQRM9w6lC70VF28sFs1


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/06/29/panpsicosi-spetta-a-te-decidere-di-liberartene/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjAGegQIAxAB&usg=AOvVaw3VD–JtZITMThJp9xqwrMi


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/02/08/vivere-nel-terrore-del-covid-ne-vale-la-pena/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjAHegQIBhAB&usg=AOvVaw2TuFfPkh4GLJg_t4rwZ5Zi


www.google.com/url?q=https://blog.solignani.it/2021/06/12/il-break-even-sara-raggiunto-quando-il-numero/&sa=U&ved=2ahUKEwjNl_3p3ffxAhXLy4UKHcrjB20QFjAIegQIBBAB&usg=AOvVaw1quytyZUWTrFhjJrTZjhSc

Conclusioni

  • Iscriviti al blog per non perdere il fondamentale post del giorno tutti i
    giorni, dal lunedì al venerdì

  • Se pensi che questo post possa essere utile o interessante per qualcun
    altro, condividilo, in tutti i modi che preferisci, anche via mail o sui
    social, mi fa solo piacere

  • Vuoi fare counseling ma vivi lontano? Leggi qui
    blog.solignani.it/2019/05/09/counseling-come-farlo-se-vivi-lontano/

Categorie
benessere

Astrazeneca e decessi: c’è nesso causale.

Il sistema ti vuole bene.

Il giornale é costretto ad ammettere che tra la morte del paziente e il vaccino c’è un nesso causale, ma poi si affanna a ribadire che i vaccini «sono sicuri» – non so con quale logica, sarebbe davvero da chiedere.

Facebook, dove condividi la notizia, si affretta a mettere sotto la placchettina per cui i vaccini sono stati sottoposti a tanti test di qua e di là e che tutto è garantito nientepopodimeno che dall’#OMS.

Quali sono però i fatti che restano?

1) una persona é morta dopo aver ricevuto il vaccino;
2) una equipe di medici legali incaricati nel procedimento penale relativo ha detto e scritto espressamente che tra la morte é il vaccino c’è nesso causale: cioè la morte é stata causata dal vaccino, cioè ancora se non si fosse fatto il vaccino sarebbe ancora vivo.

Abbastanza chiaro?

Chi si prendesse poi la briga di leggere l’articolo vedrebbe che quest’uomo aveva già preso il covid senza accorgersene, restando totalmente asintomatico – e questo è anche un importante profilo di responsabilità dei sanitari e di chi gestisce questa campagna di vaccinazione: prima di vaccinare bisogna vedere se uno il covid l’ha già avuto!

Comunque é morto per vaccinarsi contro una malattia talmente tremenda e inaffrontabile che l’aveva già avuta senza minimamente accorgersene.

Se secondo te è logico, allora va bene.

Vai sempre ai fatti, usa sempre la testa.

Qui si può leggere l’articolo completo.

Categorie
benessere counseling

Dimezzare è bello, azzerare è meglio

Lascienzah, tramite i suoi sacerdoti e i sempre fedelissimi e demenzialissimi media, ci fa sapere quanto segue:

«Una soluzione ai rari casi di trombosi dopo la vaccinazione anti-Covid potrebbe essere quella di dimezzare la dose somministrata»

É una frase che non significa niente, una scoperta che non ha alcuna utilità o rilevanza. Anzi, una vera e propria non scoperta.

Schermata 2021 04 17 alle 18 13 55

«Potrebbe» intanto é condizionale, esprime solo una eventualità, alla faccia delle certezze che si pretenderebbero da lascienzah.

Soprattutto non viene detto quale sarebbe poi l’efficacia del vaccino somministrato a posologia dimezzata, che é il vero primo tema.

Infatti se il vaccino perdesse di (pretesa) efficacia, che senso avrebbe iniettarselo ugualmente in quella forma per un «potrebbe»?

Vuoi vedere che a lascienzah e ai suoi sacerdoti difetta persino la logica elementare?

Personalmente, credo che continuerò a tenere a zero i rischi di trombosi continuando ad iniettarmi il vaccino direttamente a posologia zero: dimezzare é bello, azzerare é meglio.

La soluzione ipotizzata dai ricercatori tedeschi che per primi hanno descritto la possibile reazione immunitaria che causa i coaguli nel sangue dopo la