come gestire fiscalmente lo sfratto per morosità non ancora eseguito

Sono locatore di un immobile commerciale. e’ stato emesso a fine luglio sentenza esecutiva di sfratto. Il conduttore non ha ancora liberato il locale e non ha riconsegnato le chiavi. Posso nel frattempo comunicare all’agenzia delle entate mediante apposito modello f23 la risoluzione anticipata del contratto? L’irpef va pagata sui canoni non percepiti fino alla data della sentenza esecutiva di sfratto o fino alla data di risoluzione anticipata?

Gli avvocati non sono generalmente molto ferrati sugli aspetti fiscali ed io non faccio eccezione, ragione per cui ti converrebbe discutere di questi aspetti con il tuo commercialista. Andando a naso, per quel che può valere, direi che la comunicazione di risoluzione anticipata del contratto la devi fare in relazione alla data dello sfratto, che appunto determina lo scioglimento del contratto, mentre per quanto riguarda l’IRPEF mi pare ovvio che tu la debba pagare solo sulle mensilità effettivamente percepite, che possono benissimo non coincidere con il periodo di effettiva occupazione dell’immobile.

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!

1 commento su “come gestire fiscalmente lo sfratto per morosità non ancora eseguito”

  1. Annalisa Iannucci

    Per esperienza diretta posso aggiungere che, per sfortuna del proprietario, il fisco pretende il pagamento delle tasse relative ai canoni di locazione, fino alla data del provvedimento giudiziario, dunque, fino alla data della convalida, nel caso migliore e…
    fino alla data della sentenza, nel caso peggiore, cioè se l’inquilino presenta una opposizione…

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: