il valore del documento firmato con il tablet pc

Il documento elettronico firmato, ad esempio un contratto che include una firma ad inchiostro digitale creata con un Tablet PC, ha lo stesso valore di quello cartaceo? Se una persona ha necessità di firmare un documento (una delega, un contratto o qualcosa di ufficiale) ma al momento si trova all’estero o nell’impossibilità di inviare un documento cartaceo, può questa persona firmare con inchiostro digitale il documento (ad esempio un .doc o un PDF) mediante un Tablet PC ed inviarlo via posta elettronica o questo documento elettronico con firma elettronica non ha valore legale, al pari di un documento cartaceo/fisico? A rigor di logica non dovrebbe avere valore legale, in quanto basterebbe un “copia ed incolla” per inseire la firma in qualsiasi documento; tuttavia è frequente vedere filmati pubblicitari in cui i Tablet PC vengono utilizzati per firmare contratti e io stesso ho firmato alcuni documenti per via elettronica, senza mai incorrere in problemi.

Anche a me personalmente è capitato una volta di firmare una delega a sostituirmi in udienza con il tablet pc e di inviarla via fax, con ottimo esito, però non ci si può mai fare affidamento fino in fondo. Il vero documento è quello con firma autografa e di pugno della persona. Si potrebbe obiettare a questo ragionamento che anche la firma con inchiostro elettronico è sempre apposta di pugno dalla persona, il problema tuttavia è in questi casi capire quale può essere l’originale del documento, dal momento che il valore di scrittura privata prevista dalla legge può averlo solo l’originale del documento stesso. Non mi sembra, invece, del tutto convincente l’argomento per cui la firma potrebbe essere copiaeincollata: una volta che una firma è riferibile al suo autore, e questi non dimostra che la firma gli è stata carpita tramite copia o con altri mezzi fraudolenti, il documento può considerarsi appartenere alla paternità dell’autore stesso della firma.

Il consiglio pratico finale, comunque, è quello di utilizzare tali tipo di firma quando accettato dal vostro interlocutore, ma tutte le volte che ci sono dubbi preferire il sistema tradizionale di firma.

About Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter, linkedIn, g+ e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Comments

  1. Dubbio, non sarebbe megio una firma elettronica fattibile aggi con una sempile tesse sanitaria.( Vedi regione Lombardia)

    • Massimo says:

      La tessera sanitaria della regione lombardia non è uguale a quella delle altre regioni, infatti ha un cip elettronico che le altre non hanno per questioni econimiche. La Lombardia è più ricca ed ha investito grandi capitali nella tessera sanitaria cosa che le altre regioni non hanno potuto fare ed hanno preferito una semplice tessera con banda magnetice..

Di la tua!