Stato di famiglia e residenza

Buongiorno, mi chiamo Marco ed ho 28 anni. Sono sposato da circa otto mesi ed abito, per motivi di lavoro e di studio, a xxx con mia moglie. Sia io che mia moglie abbiamo ancora la residenza presso le abitazioni dei nostri rispettivi genitori (provincia di xxx) ma siamo domiciliati a xxx (con regolare contratto di affitto). Per motivi fiscali ho necessità di non risultare più nello stato di famiglia di mio padre (dove sembra io risulti ancora). La mia domanda è: una volta sposato sono automaticamente escluso dallo stato di famiglia di mio padre o devo farne richiesta espressa? Eventualmente devo richiedere la residenza dove abito attualmente (xxx) per essere escluso dallo stato di famiglia di mio padre ed avere un mio stato di famiglia o posso continuare ad essere residente presso l’abitazione dei miei genitori? Sperando di essere stato chiaro nell’esporre il mio problema, La ringrazio anticipatamente e Le auguro buon lavoro.

Lo stato di famiglia segue la residenza. Se lei risulta ancora nello stato di famiglia del padre e ha necessità di risultare altrove, si rivolga all’ufficio anagrafe del paese in cui abita e faccia richiesta per ottenere lì la residenza e lo stato di famiglia. Non ci saranno problemi.

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Emanuele Roli su Patreon!

2 commenti su “Stato di famiglia e residenza”

  1. Mi sono sposata un anno anni fa.
    Vivo in casa della madre di mio marito in attesa che la ns. casa (in costruzione) sia ultimata.
    Nel frattempo ho lasciato la residenza a casa dei miei genitori, benché di fatto viva con mio marito (e suoceri….).

    Sono nello stato di famiglia di mia madre e in quello di mia moglie? O della suocera?
    Mi interessa in particolare ai fini ISEE.

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: