Categorie
counseling

Testimonia sempre il tuo autentico punto di vista.

Il pensiero collettivo, o unico, è oggi talmente inaccettabile, composto da tali menzogne e inquinanti psichici, che ogni uomo non può che essere o diventare un autentico ribelle se vuole essere spiritualmente sano.

La cosa bella, e tragica al tempo stesso, è che quando si parla di un ribelle oggi si pensa a soggetti tatuati dappertutto, che fanno uso di droghe, parlano male, magari un po’ efebici o addirittura gay, e che sono, in realtà, tutto all’opposto, dei veri e propri monumenti al conformismo.

Questo perché il pensiero collettivo ha influito anche su tale aspetto, oggi tutti vogliono pensare e vedere le cose come vuole il grande fratello e – ed è questo il capolavoro – considerano ciò espressione di libertà! Cioè sono sinceramente ed autenticamente convinti che essere così sia anticonformismo e libertà, cui si è potuto giungere, finalmente, dopo secoli di oppressione, senza vedere che oggigiorno sono tutti così e quando tutti sono così nessuno è più un vero ribelle all’ordine attuale, ma ne è un caro membro…

Questo è il delirio in cui vive immerso l’uomo di oggi, credersi di essere quel ribelle, o selvatico, che avrebbe bisogno di essere, quando invece è un fantoccio come tutti gli altri.

Essere un vero ribelle, tuttavia, non è facile perché determina un conflitto con il gruppo, perché a nessun esser vivente piace mancare l’approvazione dei suoi simili, ma proprio questa è la sfida del maschio oggigiorno: recuperare la sua capacità di solitudine e isolamento necessarie, e persino piacevoli, in quel caso, per fare la cosa giusta, per proporre un proprio punto di vista al mondo, e non per farsi imporre dal mondo i suoi, che oggi sono largamente disfunzionali.

La difficile verità dell’uomo di oggi, che vuole diventare sempre più forte e utile agli altri, sempre più autentico, sempre più se stesso, è che se non fa incazzare qualcuno ogni giorno, probabilmente quel giorno non ha fatto niente di significativo, di funzionale, di interessante.

Testimonia sempre il tuo autentico punto di vista.

Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon!
Become a patron at Patreon!

Di Tiziano Solignani

L'uomo che sussurrava ai cavilli... Cassazionista, iscritto all'ordine di Modena dal 1997. Mediatore familiare. Counselor. Autore, tra l'altro, di «Guida alla separazione e al divorzio», «Come dirsi addio», «9 storie mai raccontate», «Io non avrò mai paura di te». Se volete migliorare le vostre vite, seguitelo su facebook, twitter e nei suoi gruppi. Se volete acquistare un'ora (o più) della sua attenzione sui vostri problemi, potete farlo da qui.

Tu che cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.