Categorie
diritto

Riduzione assegno di mantenimento: si può per nuovo figlio?

Sono separato da un anno e riconosco a mia moglie un assegno mensile per il suo mantenimento pari a 700,00 €, contro i 2.000,00 che guadagno. Ho concordato questo importo perché mia moglie soffre di forti depressioni e non può lavorare. Posso chiedere una riduzione dell’assegno di mantenimento se divento papà dall’unione con la mia compagna attuale, tenendo conto che lei invece lavora? Grazie.

I presupposti per chiedere la riduzione dell’assegno di mantenimento – la nascita di un bambino – sono da valutare con attenzione, perché la procreazione è generalmente considerata dai giudici un fatto responsabile, cui uno può dare corso dopo aver verificato di poter assolvere i propri obblighi nei confronti dei figli già esistenti

Devo anche dirti che il Giudice, prima di procedere con la riduzione dell’assegno di mantenimento, valuterà anche la capacità reddituale della Tua compagna in quanto, lei come Te, è tenuta al mantenimento di vostro figlio.

Naturalmente, questa è, come al solito, una valutazione di massima in quanto per poter fornire una risposta esaustiva sarebbe sempre necessaria una consulenza.

Per maggiori dettagli, leggi la scheda sulla modifica condizioni.