libertà

Draghi, Mattarella, Speranza: vietato criticare.

Quattro disgraziati si sono trovati la Digos in casa per
avere osato criticare Draghi, Mattarella e Speranza: secondo il
Corriere del siero é una «campagna di odio» Continue reading

Pubblicato il decreto sul green pass sul lavoro.

Pubblicato ieri notte il decreto, che prende il numero 127, come la gloriosa utilitaria Fiat. Te lo allego nel testo integrale così che tu possa leggerlo in tutto il suo splendore, anche confrontandolo con la bozza che si era tenuta come base di discussione nei giorni scorsi. Per scaricarlo clicca qui sotto. Il decreto ha queste coordinate temporali: in vigore da oggi, ha efficacia differita per molte disposizioni al 15 ottobre, dovrebbe cessare al 31 dicembre – … Continue reading

Facebook: ecco perché rimanerci nonostante tutto

facebook icon

Non mi cancello da facebook. La riterrei una cosa poco intelligente e poco rispettosa di tutti quegli amici che possono seguirmi solo colà, cui non posso chiedere il disturbo di installare altre applicazioni o raggiungermi altrove. Inoltre, proprio adesso che molte persone di orientamento simile al mio stanno abbandonando la piattaforma, ritengo ancor più importante restare qui a proporre un punto di vista diverso con cui guardare il mondo. Non si testimonia la bellezza o comunque non … Continue reading

Fascismo autobiografia della nazione ancor oggi?

libertà

Mai come in questi giorni, in cui tanta gente, tra cui anche diversi intellettuali, si spertica a sostenere la bontà delle inammissibili, liberticide, ipocrite e disgustose censure di facebook e twitter, torna in mente la considerazione di un celebre antifascista, uno vero, non di allevamento come quelli di oggi, secondo cui il fascismo è «l’autobiografia di una nazione». Si tratta di Piero Gobetti, morto in esilio a Parigi dove aveva trovato rifugio dalle persecuzioni del regime. Questo … Continue reading

Blog: deve rimanere la centrale di tutto il tuo lavoro.

Sono su VK da oltre un anno e scrivo su quel social le stesse cose che scrivo qui, grazie alle mie automazioni. Chi vuole aggiungermi, mi trova come tsolignani Però ricordatevi ben bene che non c’è social che tenga. Cambiare social é come cambiare il fidanzato/a solo per trovarne uno che all’inizio sembra meglio, ma poi alla fine é peggio. Gli unici strumenti che garantiscono davvero la libertà sono i blog self-hosted, cioè su una piattaforma tua, … Continue reading

Libertà vaccinale: va difesa a tutti i costi.

Non sono un no vax, sono semplicemente un po’ anarchico come tanti Emiliani e comunque non mi fido da decenni delle trovate governative in materia di nutrizione, salute umana e sanità in generale. Troppi conflitti di interessi, troppi idioti ai vertici della burocrazia e della politica, troppa incompetenza, troppa corruzione, anche a livelli altissimi. Certo non tutto quel che viene dal governo é sbagliato, ma di sicuro mi riservo di valutare volta per volta, non mando il … Continue reading

Il mainstream e i suoi compitini.

Quanti che, come perfetti mentecatti, svolgono diligentemente tutti i giorni i compitini assegnati dal mainstream. Ma come ci siamo ridotti così in Occidente? Quando eravamo in miseria eravamo molto più intelligenti, molto più liberi… Oggi ci crediamo liberi, e siamo schiavi, ci crediamo forti e abbiamo paura di tutto, a partire dalla normalità e da una vita con un minimo di impegno.

«La scienza che fantastica di sostituire l’u…

«La scienza che fantastica di sostituire l’uomo a Dio non è però interessata dalla libertà umana, e ancora meno dalla necessità. Come Benedetto XVI ha ricordato nella sua lettera al professor Odifreddi: «La Sua religione matematica non conosce alcuna risposta alla questione della libertà, ignora l’amore e non ci dà alcuna informazione sul male. Una religione che tralascia queste domande fondamentali resta vuota»» Claudio Risé – Il maschio selvatico/2. La forza vitale dell’istinto maschile

Libertà fatta di vuoto: non porta felicità.

Le libertà fatte di vuoto concesse all’uomo contemporaneo hanno il solo scopo di impedirgli di compiersi. In questo modo, l’uomo di oggi rimane tutta la sua vita in un limbo confuso in cui, completamente smarrito, può solo consumare e cercare nel consumo un minimo di lenimento alla sensazione di mancanza di senso di cui ha, sia pur minimamente, coscienza. Tutto ciò senza capire che é solo quell’impegno – da cui lui rifugge istericamente come se rappresentasse la … Continue reading

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: