dio

Un lieve sussurro

«Davanti a lui un vento fortissimo spaccava le montagne e fracassava le rocce, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento venne il terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. Dopo il terremoto venne il fuoco, ma il Signore non era neppure nel fuoco. Dopo il fuoco, Elia udì come un lieve sussurro» (Primo libro dei Re, 19, 11-13)

In questi due mesi siamo stati sopraffatti da …

In questi due mesi siamo stati sopraffatti da un oceano davvero infinito di cazzate di enorme estensione. Ma chi è riuscito a dire la più grossa e a fare una gigantescamente unica figura di merda è stato Fiorello, quando ha detto che bisognerebbe pregare al cesso, cagando su venti secoli di storia, cultura, fede, grandezza e bellezza, oltre che su se stesso, come sempre avviene quando si pronunciano enormità del genere. Se fossi un esponente del culto … Continue reading

«E un anziano sacerdote disse: Parlaci della …

«E un anziano sacerdote disse: Parlaci della Religione. Ed egli disse: Ho parlato d’altro, quest’oggi? Non è religione ogni riflessione e ogni atto? E ciò che non è atto o riflessione, ma meraviglia e sorpresa che di continuo sgorgano nell’anima, anche mentre le mani spaccano la pietra o attendono al telaio? Chi può separare la sua fede dalle azioni o le cose a cui crede dalle sue occupazioni? Chi può spargere davanti a sé le sue ore … Continue reading

È nella sofferenza che Dio ci fa visita.

Il Signore mi mette continuamente in contatto con persone dal cuore indurito, piene di ferite, sopravvissute ai loro errori, ai loro peccati, in ultimo a loro stesse. Cerco di capire il perché di questi incontri, dal momento che non ho soluzioni, non ne ho proprio… Averne, addirittura, mi sembrerebbe irrispettoso di chi quelle ferite se le porta da tanti anni e ci convive come con altrettanti vecchi amici: per cui mi chiedo cosa potrei mai dire io … Continue reading

Sulle funzioni religiose, che sono di confort …

Sulle funzioni religiose, che sono di conforto a tante persone, malati compresi, si sarebbe dovuto trovare un sistema per consentirne lo svolgimento con le precauzioni del caso. Penso anche a tutta quella povera gente che muore da sola senza l’unzione degli infermi, senza potersi confessare, senza i propri cari e nemmeno la presenza di un sacerdote. Questo parroco, se è vero che avevano rispettato le precauzioni, mi piace moltissimo, finalmente qualcuno con gli attributi in una Chiesa … Continue reading

Coronavirus: per tornare al cuore.

Per un nemico della mentalizzazione come me, vedere in questo periodo, sul coronavirus, i celebri «esperti» dire tutti i giorni l’uno l’esatto contrario di quello che dice l’altro, per poi arrivare, col tempo, a volte anche breve, a contraddirsi persino da soli, è un vero godimento e una grande liberazione. Anche se capisco che ciò, per l’uomo contemporaneo, che ha creduto così tanto nella scienza da farne un vero e proprio idolo, sino a metterla addirittura al … Continue reading