Categorie
avvocato risponde

Figlio che compie diciotto anni e divorzio: posso farlo in comune?

DOMANDA – Sono separata da ormai 12 anni. Mio Figlio diventerà maggiorenne a luglio. X avere il divorzio (consensuale ovviamente) bisogna passare ancora tramite avvocati oppure diventando maggiorenne ci sono altri modi?

— RISPOSTA – I figli esistono e rilevano, da questo punto di vista, finché non sono sia maggiorenni sia economicamente autosufficienti.

Il mero dato del compimento del diciottesimo anno di età, in altri termini, non ha nessuna rilevanza, se tuo figlio vive ancora in casa ed è privo di reddito proprio tale da renderlo autonomo.

In queste situazioni, la legge italiana, considerato che c’è un «soggetto debole» da tutelare, non consente di andare a fare il divorzio banalmente presso gli uffici comunali, dove non viene svolto nessun controllo sulla bontà delle condizioni pur concordate dai genitori per i figli, ma vuole che ci sia un passaggio presso gli avvocati e la magistratura.

Valuta la situazione, nel caso in cui l’autosufficienza di tuo figlio sia ancora lontana ti consiglio di considerare di fare il divorzio tramite convenzione di negoziazione assistita, naturalmente se vuoi un preventivo a riguardo puoi chiedercelo compilando il modulo apposito nel menu del blog – naturalmente è completamente gratuito.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, anche se a mio giudizio non credo possa valerne la pena, o comunque per qualsiasi altra esigenza, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, anche mediante collegamento audiovisivo se non vuoi o non puoi venire presso lo studio di Vignola, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
avvocato risponde

Avvocato che segue causa con «disinteresse»: è responsabile?

DOMANDA – Vorrei chiedere come posso denunciare un avvocato per disinteresse che mi ha fatto perdere l’affidamento in civile

— RISPOSTA – Se c’è responsabilità del tuo precedente legale, è una responsabilità molto probabilmente di natura civile, non anche penale, a meno che non abbia compiuto gesti di gravità tale da rientrare nel delitto di patrocinio infedele, previsto dall’art. 380 del codice penale vigente, che nel testo attuale prevede quanto segue: «Il patrocinatore o il consulente tecnico, che, rendendosi infedele ai suoi doveri professionali, arreca nocumento agli interessi della parte da lui difesa, assistita o rappresentata dinanzi all’Autorità giudiziaria o alla Corte penale internazionale, è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa non inferiore a euro 516».

Considerato che parli, genericamente, di disinteresse, non pare che ci siano gli estremi del reato, ma potrebbero esserci, appunto, al massimo quelli della responsabilità professionale.

Dunque, non è corretto parlare di denuncia. Puoi semmai aprire una vertenza contro il tuo precedente avvocato.

Per fare questa cosa, la prima cosa da capire è quella per cui ti serve, necessariamente, un altro avvocato, anche per valutare la situazione e cioè, prima di tutto, esaminare il fascicolo e vedere se la decisione finale del magistrato, a te sgradita, sia effettivamente imputabile ad un comportamento negligente del tuo avvocato.

In mancanza di una valutazione positiva sul punto, è impossibile procedere contro un avvocato, perché mancano in radice i presupposti della responsabilità.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, appunto per vedere se ci può essere questa responsabilità o meno, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
avvocato risponde

Due che si separano possono continuare a stare nella stessa casa?

DOMANDA – Attualmente vivo con mia figlia minore in affitto, sono in attesa di separazione e divorzio. Una volta ottenuto il divorzio, è possibile trasferire la residenza a casa del mio ex marito pagando l’affitto in locazione parziale? Affinché la bambina , anche se affidato a me, possa crescere con entrambi i genitori? Essendo divorziata non c’è più nessun legame vero?

— RISPOSTA – Una relazione di convivenza more uxorio, o la convivenza che c’è all’interno di un matrimonio vero e proprio, possono essere trasformate quando si vuole – per le persone che ne sono capaci – in una relazione di coabitazione, analoga a quella degli studenti che non legati da nessun vincolo di parentela, coniugio, affinità, condividono una casa presso la città della sede universitaria.

Questo è tanto vero che già in sede di separazione non è necessario che i due coniugi si trovino ad abitare in due case diverse, è sufficiente che la convivenza perda i caratteri dell’unione matrimoniale o sentimentale di fatto e diventi una mera relazione di coabitazione.

Naturalmente, questo può rendere possibile per la parte che volesse opporsi al divorzio richiesto dopo la separazione eccepire una ripresa della convivenza come marito e moglie, cosa che paralizzerebbe la domanda di divorzio, ma questo è un altro profilo, che non cambia la situazione a livello concettuale, anche se ovviamente è preferibile tenerne conto.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
avvocato risponde

Mi sono separata per colpa di mia suocera: e adesso cosa faccio?

DOMANDA – io ho avuto dei problemi con il mio ex con qui ho una bambina di 14 mesi ,per colpa di mia suocera che ci ha fatti lasciare . A maggio 2023 mi si è presentata nel mio negozio commerciale con la scusa di chiarire ,la faccio accomodare gentilmente per ascoltarla ,ma appena la contraddico si inizia a scaldare ed è iniziata una discussione con offese e rinfacci vari e i toni si sono alzati un po troppo anche d’avanti un cliente che nel frattempo era arrivato.La invito ad uscire dal mio negozio ma lei continuava a strillare ,fino che dopo la quarta volta si decice ad andarsene strillando . Dopo questo accaduto ci siamo lasciati con il figlio completamente succube della madre ed io non avendo ricevuto scuse da entrambi ,ho diffidato mia suocera per i suoi comportamenti sia con me e sia con mia figlia che tra l’alto la chiamava(troietta zoccoletta) ! Adesso stiamo con gli avvocati ed io sono preoccupata perché il mio ex vive con lei e vuole portare mia figlia con questa pers

— RISPOSTA – Andate prima possibile da un mediatore familiare per provare un percorso di sedute nel corso del quale vedere se possibile riconciliarvi o, all’opposto, come meglio regolamentare la separazione, l’affido di vostra figlia e più in generale la situazione che vi vede, e vi vedrà sempre, nonostante tutto, coinvolti.

Tua figlia è molto piccola e la ostilità della suocera, sbaglierò io, ma non mi sembra mai una motivazione sufficiente per disfare una famiglia che è stata benedetta con l’arrivo di uno o più figli, specialmente quando appunto sono ancora molto piccoli.

Generazioni intere precedenti alle nostre hanno avuto a che fare con suocere e suoceri insopportabili, riuscendo un po’ a trovare una chiave per relazionarsi e un po’ a farsi andar bene la situazione nell’interesse delle persone più deboli coinvolte – mi riferisco ancora una volta ai figli.

Queste osservazioni non vogliono certo essere un giudizio, che del resto sarebbe impossibile dal momento che non conosco affatto la tua situazione nè quello che hai vissuto, al di là di queste poche righe che hai voluto condividere con me, ma un invito alla riflessione.

Una volta che avrai fatto le tue considerazioni, il primo passo per trattare la situazione – è molto importante passare prima possibile alla fase del fare – è quello di inviare un invito alla mediazione.

Oltre a questo, o magari dopo che avete provato la mediazione, è importante fare normare l’affido della piccola dal tribunale, in modo che abbiate un minimo di regole di base per la gestione della stessa.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, o incaricarmi già di assisterti, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
avvocato risponde

Padre non vuole pagare università al figlio: che si può fare?

DOMANDA – mio figlio ormai 18enne iscritto all’ultimo anno del liceo scientifico,con la media del nove, vorrebbe proseguire gli studi all’università in Fisica. Il mio ex compagno padre di mio figlio gli ha detto che non potrà mantenerlo agli studi. Da premettere che io l’ho cresciuto da sola avendo una casa e lavorando part-time (adesso purtroppo non ho lavoro) il padre ha dato un mantenimento dall’età di 8 anni perché l’ho portato in tribunale,inoltre 2 anni fa si è ammalato di sclerosi ha perso il lavoro,ma possiede proprietà pari se non superiori ai 400 Mila euro tra eredità appartamenti e varie. Ha detto al figlio che se vende qualcosa serve per coprire le spese di avvocati successioni( il che trovo ridicolo che con la vendita di un appartamento al centro di Milano non ricavi nulla solo spese).Vorrei un aiuto davvero perché mio figlio merita, vorrei sapere se si può ricorrere ad un accertamento sulle proprietà del mio ex e se posso richiedere un aumento dell’assegno con pignoramento.

— RISPOSTA – Quello che potete provare a fare è un ricorso al giudice affinché sia autorizzata, con conseguente obbligo in capo al padre di partecipare, la spesa per la formazione universitaria di vostro figlio.

Non ha senso chiedere un aumento del contributo al mantenimento, almeno non ne ha in via diretta, dal momento che la questione riguarda una spesa, o un gruppo di spese, specifiche, tra cui le tasse universitarie, le eventuali spese per un alloggio fuori sede, i trasporti e così via.

Una volta che avrai ottenuto un titolo giudiziale che autorizza la spesa relativa, potrai, in caso di inottemperanza al rimborso del 50% da parte del padre, anche promuovere una esecuzione e/o un pignoramento.

Naturalmente, prima di procedere in sede giudiziale, è opportuno, per mille motivi, inviare una lettera tramite un avvocato, cioè una diffida, in cui gli si chiede, per l’ultima volta e sotto pena, in difetto, appunto di azione giudiziaria, di voler prestare il consenso al percorso universitario di vostro figlio.

Se vuoi incaricarmi di fare la diffida, o approfondire ulteriormente la situazione, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
avvocato risponde

La nonna vuole aprire un conto a mia figlia ma non ho i documenti.

DOMANDA – Mia figlia minorenne è in comunità seguita dal tutore legale. la nonna vuole aprire un conto corrente, ma ha difficoltà a farlo perché non ha la carta di identità della figlia, l’assistente sociale rifiuta di dare alla nonna il documento. Come possiamo fare?


RISPOSTA – Molto semplicemente dovete parlare con il «tutore legale» che poi immagino sia un amministratore di sostegno dimostrando allo stesso l’utilità del tua figlia di avere un conto corrente ed ottenendo dunque il consenso dello stesso all’operazione.

Non tutte le cose che a volte si vorrebbero far fare ai minorenni sono nel loro interesse, tra cui anche ad esempio le donazioni di immobili, pensa al caso in cui ad esempio si dona un immobile diroccato da cui non deriva alcuna utilità e per il quale è anzi necessario pagare delle tasse.

Per questo motivo, anche i genitori di figli che vivono con loro devono avere un’autorizzazione da parte delle autorità quando compiono operazioni che riguardano i figli, come, sempre mantenendo il nostro esempio, quando fanno loro acquistare immobili o rinunciare ad eredità.

Nel tuo caso, se c’è un tutore o amministratore di sostegno in quanto la tua responsabilità genitoriale è stata in tutto o in parte ablata, a maggior ragione tutti gli operatori che si occupano della situazione di tua figlia dovranno far riferimento ai soggetti che hanno il dovere di prendersene cura, cioè il cennato tutore e il tribunale.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, anche se a mio giudizio non ne vale proprio la pena, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da https://blog.solignani.it/assistenza-legale/consulenza/“>qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è https://goo.gl/maps/sS4isyhSuYDnP3Nz5“>qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo https://youtu.be/ksoPba2DM1A“>video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.


Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

  • 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.
  • 📺 Iscriviti subito al https://www.youtube.com/@avvocatidalvoltoumano“>canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al https://blog.solignani.it/iscriviti-al-podcast/“>podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.
  • 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su https://t.me/avvocatidalvoltoumano“>telegram e su https://bit.ly/3RT11JG“>facebook e https://bit.ly/3YsE5Dx“>facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.
  • 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo https://bit.ly/3yiGsfd“>modulo.
  • 🎁 Valuta una https://blog.solignani.it/sistemi-tariffari/tutela-giudiziaria/“>assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!
  • 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.
  • ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del https://www.farelavvocatoebellissimo.it“>blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.
Categorie
diritto

8 cose su separarsi e divorziare all’estero.

1) Mi sono capitati, via via nel corso degli anni e ultimamente con frequenza sempre maggiore, numerosi casi di persone residenti in Italia, che tuttavia si erano separati o avevano divorziato in altri Stati.

2) In questi casi, generalmente l’Italia 🇮🇹 riconosce il
provvedimento «straniero» e lo iscrive nei registri di stato civile, come se la separazione e il divorzio fossero avvenuti in Italia per opera di un giudice italiano.

3) Ovviamente occorre una traduzione e in molti casi anche
l’apposizione del timbro apostille, la situazione naturalmente é diversa a seconda che si tratti di uno stato facente parte della Unione Europea o meno.

4) Il problema, dumque, non è questo ma un altro e cioè che troppo spesso i provvedimenti di separazione e divorzio resi all’estero sono fatti male, a volte anche molto.

5) Lo so che cosa pensi, che peggio della giustizia italiana non può esserci niente: invece la realtà oggettiva é, tutto all’opposto, che il sistema giudiziario nazionale esprime una civiltà giuridica molto più avanzata di quella di molti Stati esteri.

6) I provvedimenti resi in materia familiare in Italia, infatti, per quanto a volte possano essere in tutto o in parte non condivisibili, sono articolati e si occupano, ad esempio, di tutti gli aspetti della vita dei figli dopo la separazione dei genitori.

7) I provvedimenti di molti Stati esteri, invece, sono fatti male, non contengono le disposizioni che invece servono alla famiglia e ai figli, tanto che troppo spesso é stato necessario fare una nuova procedura in Italia per modificare e soprattutto integrare le condizioni e i contenuti previsti dalle sentenze straniere.

8) Se devi vivere, dopo la separazione o il divorzio, in Italia, il mio consiglio dunque é quello di fare la pratica in Italia, con un bravo legale italiano, senza cedere alla tentazione di farla all’estero, perché facilmente poi ti troverai a dover rifare il lavoro in Italia, perdendo tempo, denaro e, come dico in questi casi, consumandoti il fegato.

(1) Condividi ora questo contenuto, se pensi che possa essere utile ad altri

(2) Iscriviti subito al blog, al podcast, al canale youtube e tiktok e all’account instagram degli avvocati dal volto umano per ricevere altri contenuti gratuiti come questo

(3) Se ti serve assistenza legale professionale, chiama ora il n. 059 761926 e prenota il tuo appuntamento.

Categorie
diritto

Sic transit gloria immundi.

Per parlare seriamente di matrimonio, figli e divorzio relativamente alla vicenda di Tiziano Ferro occorre avere nel cervello non un solo ingrediente, ma due.

Il primo elemento necessario é la segatura, con cui sostituire i neuroni e tenere al minimo possibile le facoltà cognitive.

Il secondo componente é il conformismo, la chiamata ad una vita da pecora, in cui ci si bea e ci si pasce del pensarla sempre e comunque come gli altri, indipendentemente dal come gli altri volta per volta la pensino.

Non c’è nessun matrimonio, perché le persone dello stesso sesso possono, per legge, solo fare un’unione civile.

Non ci sono figli, perché due uomini, per quanto ci si impegnino magari tutti i giorni, non possono e non potranno mai generare. Né possono, almeno al momento, validamente adottare.

Non c’è, infine, nessun divorzio, cosa che presuppone necessariamente un matrimonio a monte.

La cosa notevole é che, pur in assenza di matrimonio, figli e divorzio, Tiziano e Victor sono riusciti a combinare gli stessi macelli per cui di solito sono richiesti questi tre elementi.

Questo dimostra, ancora una volta, la superiorità delle coppie arcobaleno rispetto alla famiglia tradizionale, che ormai spero proprio nessuno vorrà mettere più in dubbio.

Categorie
avvocato risponde

Il giudice non mi piace e mi contesta sempre: posso cambiarlo?

DOMANDA – Sto passando un divorzio. Abbiamo una figlia in comune. Il giudice nonostante io (madre) faccia tutto quello che ci è stato detto di fare, trova un modo per trovare qualcosa che mi metta nella parte del torto. Esempio: Non c’era stato scritto da nessuna parte che mia figlia debba dormire obbligatoriamente da suo padre, lei non voleva mai dormire da lui, io ovviamente ho rispettato la sua decisione. Il padre sostiene che non è vero e che sono io ad influenzarla (nonostante la figlia stessa gli abbia detto che vuole dormire a casa della mamma). Il giudice mi ammonisce dicendo che se io non mi comporto bene, lui avrà il potere di togliermi mia figlia. Il padre si inventa storie, il giudice mi rimprovera, noi rispondiamo che abbiamo le prove che sono delle bugie e il giudice risponde che non ne vuole sapere niente. La mia domanda è: cosa si può fare nel nostro caso? Cambiare giudice? Cambiare sede? Ci sono altri mezzi ai quali si potrebbe ricorrere?

— RISPOSTA – Ovviamente, il giudice non si può mai cambiare, se ammettessimo questo ognuno potrebbe cambiare il proprio giudice finché non trova quello che gli da ragione, cosa che è evidentemente inammissibile.

Che una persona possa anche solo pensare questo è una cosa che mi fa sempre sorridere, se non addirittura ridere di gusto, come avviene con le recensioni lasciate, ad esempio, dalle persone al tribunale di Ravenna, come se fosse un ristorante dove la gente può scegliere di andare o meno, quando invece si tratta di un ufficio pubblico alla cui competenza sei soggetto per legge ed alla quale nessuno può sottrarsi.

Di queste divertenti recensioni, parlo in questo video, che ti invito a guardare anche per capire meglio quanto può essere fuori fuoco pensare di poter cambiare il magistrato assegnato dalla legge a proprio piacimento.

Quanto al merito della questione, non dici neanche che età abbia tua figlia, cosa che è essenziale quando si va a discutere di eventuale pernotto.

In generale, bisogna vedere cosa prevedono le condizioni di affido e, appunto, studiare il fascicolo e la situazione concreta per vedere se e che cosa si può fare per la tutela tua e di tua figlia o se possibile comunque raggiungere un compromesso soddisfacente per tutti.

Se vuoi approfondire ulteriormente la questione, chiama ora lo studio al numero 059 761926 e prenota il tuo primo appuntamento, concordando giorno ed ora con la mia assistente.

Puoi anche acquistare online direttamente da qui: in questo caso, sarà poi lei a chiamarti per concordare giorno ed ora della nostra prima riunione sul tuo caso; a questo link, puoi anche visualizzare il costo.

Naturalmente, se vivi e lavori lontano dalla sede dello studio – che è qui, a Vignola, provincia di Modena, in Emilia – questo primo appuntamento potrà tranquillamente avvenire tramite uno dei sistemi di videoconferenza disponibili, o persino tramite telefono, se lo preferisci; ormai più della metà dei miei appuntamenti quotidiani sono videocall.

Guarda questo video per sapere meglio come funzionerebbe il lavoro con me.

—————

Ti lascio adesso alcuni consigli e indicazioni finali che, a prescindere dal problema di oggi, ti possono sempre essere utili.

• 📧 Iscriviti oggi stesso, in ogni caso, al blog in modo da ricevere, sempre gratuitamente, futuri contenuti come questo, utili per sapere come meglio gestirsi nelle situazioni legali della vita di tutti i giorni. Per iscriverti al blog, vai in fondo alla pagina e inserisci la tua mail nella casellina: ti arriverà una mail cui dovrai dare conferma per attivare l’iscrizione.

• 📺 Iscriviti subito al canale YouTube degli avvocati dal volto umano e al podcast dove trovi altri contenuti, sempre gratuiti e utili per capire come meglio gestire e soprattutto prevenire i problemi legali. Sia nel canale che nel podcast trovi già contenuti molto utili per chi ha un problema legale, che ti invito a guardare o ascoltare.

• 👋 Entra oggi stesso nelle community degli avvocati dal volto umano: su telegram e su facebook e facebook. In questi gruppi potrai chiedere aiuto a me e agli altri avvocati presenti sulle situazioni legali che ti dovessero anche in futuro interessare.

• 🙋‍♀️ Se vuoi, puoi mandare anche tu gratuitamente una tua domanda: compila questo modulo.

• 🎁 Valuta una assicurazione di tutela legale: la prossima volta che incontri un problema potresti gestirlo molto più agevolmente e a costo zero. Questo consiglio è fondamentale: non sottovalutarlo!

• 😍 Metti «like» adesso, se ti è piaciuto questo post, e lascia un commento se vuoi dire la tua, risponderò volentieri; condividi liberamente, in qualsiasi modo, questo post se pensi che possa piacere o interessare a qualcun altro.

• ⚖️ Per caso, sei un avvocato? Iscriviti subito alle potentissime risorse gratuite di «fare l’avvocato è bellissimo». Trovi tutto nella home page del blog, iscriviti a blog, canale youtube, podcast e segnati il numero da chiamare per quando vorrai iniziare a fare coaching con me.

Categorie
diritto

5 cose su affido tramite accordi in house.

1) Da qualche tempo per regolare l’affido di uno o più figli non é più necessario andare in tribunale ma si può fare con un accordo in house.

2) L’affido é quello che riguarda i figli non matrimoniali, cioè di genitori non uniti in matrimonio tra loro.

3) In questi casi, si può stipulare una convenzione di negoziazione assistita nello studio dell’avvocato .

4) Per procedere in questo modo occorre che i genitori concordino sulle condizioni di affido .

5) Una volta firmato l’accordo, esso deve essere trasmesso alla procura competente e all’ufficio di stato civile dopodiché la pratica é terminata.